CORONAVIRUS, LOMBARDIA: NOTIZIE FALSE, LIBERTA’ E SPORT…CHE SI PUO’ ANCORA FARE

di Cesare Monetti

Quello che fa più male di tutto questo periodo, la cosa più grave in assoluto, è che ci stanno togliendo la libertà. Non mi riferisco solo alla libertà fisica di potersi spostare, muovere, andare dove vogliamo, ma soprattutto quella del ‘pensare’. La libertà di pensiero è quasi negata, siamo al limite dei diritti umani, come fosse quasi una inquisizione religiosa. I numeri sui decessi, sui positivi, sui guariti in Italia e nel mondo ripetuti all’infinito, il calcare sull’emergenza totale e tanto altro. Lo Stato ci sta manipolando con messaggi di terrore, dandoci insicurezza e lavora con insicurezza e questo lo si evince anche dai numerosi provvedimenti che arrivano a pioggia col susseguirsi delle ore.

Normative che cambiano, che variano, sempre più stringenti e affannose da parte delle diverse Istituzioni, da quelle ministeriali a quelle di Regioni o Comuni. Dove tutto cambia, tutto si evolve, frutto della emotività che invece non dovrebbe affatto apparire dalla forza di uno Stato. Frutto forse, e duole dirlo, della solita campagna elettorale, per dimostrare di essere i più bravi in circolazione. 

La conseguenza è che anche il mondo dell’informazione, i media, per fare il titolone d’effetto che aiuti ‘a vendere’ sono nella trappola totale di questa situazione e spesso riportano notizie non veritiere o quanto meno non complete. Per tanti motivi.

L’ultimo atto, che ci riguarda più da vicino come sportivi, riguarda il provvedimento n. 514 della Regione Lombardia firmata dal suo governatore Attilio Fontana nella tarda serata (chissà perchè arrivano sempre nelle ultime ore della giornata) di sabato 21 marzo. Tutti i media hanno riportato in pochi minuti la notizia, forse tanto attesa, del: “Stop allo sport all’aperto, anche da soli’. Il fatto però che questa è una falsa o comunque incompleta notizia. Andando a leggere la normativa (DOWNLOAD QUI) il punto 17 recita in questo modo:

“17.È vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco ed ai giardini pubblici. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; Sono altresì vietati lo sport e le attività motorie svolte all’aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni. Nel caso di uscita con l’animale di compagnia per le sue necessità fisiologiche, la persona è obbligata a rimanere nelle immediate vicinanze della residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri, con obbligo di documentazione agli organi di controllo del luogo di residenza o domicilio”

Leggendo quindi con attenzione è chiaro che il provvedimento consente ancora l’attività fisica ‘nei pressi delle proprie abitazioni’. Sul che cosa consista in questo ‘nei pressi’ non è dato sapere, si dice e si parla di 200 metri, un po’ come fatto per chi è padrone di animali domestici e deve portarli fuori per esigenze fisiologiche, ma questo non è stato scritto, semplicemente perché NON si può scrivere per l’uomo. Si andrebbero a calpestare centinaia di anni di storia, di lotte e di regolamenti sui diritti dell’uomo e la propria libertà.

Sia chiaro che questo articolo non ha nessun fine né politico né decisionale sul fatto che sia giusto oppure no andare a correre, questo articolo riporta semplicemente in maniera oggettiva e distaccata ciò che dice il provvedimento: la legge ancora lo consente. Con forte limitazione ma non è vietato.

Ognuno scelga di fare ciò che coscienza gli suggerisce, di stare in casa o di andare all’aperto, di fare attività sportiva o di non farla. La scelta è vostra e Runtoday.it ribadiamo non è qua a suggerire nulla di nulla in questo senso. La scelta è dell’uomo, la scelta è di ognuno di noi. Ringraziamo che ancora oggi abbiamo la possibilità di scegliere: questa è una grande libertà, questa è ancora la nostra più grande vittoria.

La raccomandazione doverosa, giusta e corretta è comunque quella di stare a casa e quando ci si trova all’esterno per ragioni urgenti si rispetti il metro di distanza, non si facciano assembramenti e si cammini esclusivamente da soli come da tutte le normative vigenti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Una maratona a staffetta in squadra con Kipchoge o Bekele? Ora puoi, ecco come
LA BELLUNO-FELTRE RUN SI FERMA: ARRIVEDERCI AL 3 OTTOBRE 2021
GLOBAL RUNNING DAY: BROOKS VIRTUAL 5 KM
PROACTION PRESENTA: MAGNESIO E POTASSIO E RICARICA
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
YOGA E PILATES: I BENEFICI PER I RUNNER
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
1^ Edizione Valtellina Vertical Tube Virtual Race by HOKA – COMPRESSPORT
Grande spettacolo al via l’11 giugno, Impossible Games: top Kenya vs top Norvegia
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
Abbigliamento Accessori Calzature
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Dryarn® per l’underwear tecnico – funzionale di Under Shield®
NEW BALANCE PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE FUELCELL CON IL MODELLO FUELCELL TC
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!