Reuben Kipyego e Vivian Kiplagat demoliscono ogni record alla ADNOC Abu Dhabi Marathon

Il kenyota Reuben Kiprop Kipyego vince a sorpresa iniziando la gara come pacer e tagliando il traguardo con un nuovo personal best.
Vivian Kiplagat chiude la maratona in 2:21:11, abbassando di oltre un minuto il proprio record personale ottenuto a Milano lo scorso aprile.
Oltre 16.500 i runner iscritti da tutto il mondo.

Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, 6 dicembre 2019 – Reuben Kipyego e Vivian Kiplagat hanno registrato due grandi vittorie durante la seconda edizione di ADNOC Abu Dhabi Marathon, che si è svolta questa mattina nella città di Abu Dhabi.
L’evento ha visto la partecipazione di oltre 16.500 runner, professionisti e amatori, che si sono messi alla prova lungo le quattro distanze di gara – 42k, 10k, 5k e 2.5k – attraversando i punti più suggestivi della capitale, tra i quali l’Emirates Heritage Village e Qasr Al Hosn.

Il kenyota Kipyego ha riscritto la storia della maratona, iniziando la gara in qualità di pacer e tagliando il traguardo in 2:04:40, migliorando di 38 secondi il proprio personal best registrato all’inizio dell’anno alla maratona di Buenos Aires. Dopo un minuto e 41 secondi è stata la volta di Joel Kimurer, che sale sul secondo gradino del podio in 2:06:21, migliorando a sua volta il proprio personal best di oltre un minuto. Fikadu Teferi Girma (Etiopia) chiude la maratona al terzo posto in 2:09:16.
 
Tra le donne, la kenyota Vivian Kiplagat conquista la vittoria in 2:21:11, stabilendo l’ennesimo record personale e abbassando di oltre un minuto lo straordinario personal best già registrato durante la Generali Milano Marathon dello scorso aprile. Secondo posto per l’etiope Wude Yimer Ayalew che taglia il traguardo in 2:24:03. Il terzo posto è andato a Yeshi Chekole Kalaya (2:24:28).
 

Gli atleti etiopi Teresa Nyakola Gela e Sintayehu Tilahun Getahun hanno completato con successo la gara di 10km nella categoria maschile e femminile, rispettivamente in 28:05 e 32:47, seguiti da Andrew Kwemoi (categoria maschile) e da Joselyn Brea (categoria femminile). Medaglia di bronzo per Noaman Elassaoui e per Zenash Bekele Mamo.

Nella categoria elité wheelchair – 42 km – il primo posto è andato a Ayed Al Ahbabi in 1:51:12, seguito da Husain Al Mazam e da Ali Al Saadi, tutti e tre provenienti dagli Emirati Arabi Uniti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.