Ciao Carlo, ricorderemo le tue 150 maratone!

Carlo Rosa è venuto a mancare pochi giorni fa. Il saluto sulla pagina social del Club Super Marathon e della sua società. Il cordoglio anche da parte di Runtoday.it

“…E’ con immensa tristezza che vi scrivo per comunicarvi che Carlo Rosa, tesserato al nostro Club con numero di iscrizione 89 è deceduto nella notte tra il 24 e il 25 agosto.

Avrebbe partecipato alla nostra Maratona del Presidente a Forlì il prossimo 8 settembre. Uno di noi sempre presente con i suoi occhi azzurri colore delle montagne che amava tanto e la sua voce pacata e gentile che amava raccontare un po’ timidamente le avventure di una vita spesa in giro per il mondo e di cui la Maratona era solo un piccolo capitolo. Me lo voglio ricordare raggiante all’arrivo del Giro del Lago d’Orta il 4 giugno scorso. Ciao Carlo!!!”

Così lo ricorda la sua società:

La provincia di Cuneo e in particolare la Dragonero perdono un grande protagonista delle manifestazioni podistiche: Carlo Rosa.

Carlo Rosa classe 1951 è stato un uomo interessante, avevo saputo delle sue 140 maratone nel 2017 in occasione della maratona del Lago d’Orta, purtroppo mi sono fatto sfuggire l’occasione di rivolgergli alcune domande, peccato perchè avrei scoperto anche alcuni aneddoti non comuni della sua vita.

Una vita in giro per il mondo. Dopo il diploma di geometra Carlo è stato assunto da ditte specializzate nella costruzione di dighe e così nel 1976 si trova in Tanzania a coordinare la costruzione di 5 dighe, poi in Nigeria, nel Benin, in Algeria fino a che la ditta non ha dovuto interrompere i lavori per le difficili condizioni politiche.

Non si interrompono comunque le trasferte di lavoro Carlo si trasferisce in Russia, poi in Thailandia a Chang Mai dove costruiscono una rete di 253km di canali per irrigare i campi di riso, si passa alla Cina, infine al Qatar.

Nel 1996 il ritorno in Italia, continuando la sua opera come consulente data l’esperienza acquisita.

In ogni Paese toccato Carlo cerca di impararne la lingua per comunicare con più facilità con le maestranze del luogo, in un’intervista alla Guardia dello scorso gennaio racconta di conoscere inglese, francese, un po’ di russo, lo swaili. Tranne il cinese, una lingua sempre risultata ostica.

Durante la sua esperienza in Qatar scatta anche la passione per la corsa. Un giorno decide di smettere di fumare, invece delle sigarette compra le scarpette e un passo dopo l’altro è stato amore. Forse ha contribuito l’atmosfera delle dune accanto al mare, ma quella passione nata in un Paese straniero non lo ha più abbandonato.

Arrivando a disputare 1500 gare con oltre 150 maratone e 100 mezze maratone.

La corsa non era la sua unica passione, amava il giardinaggio e scolpire il legno, le sue opere sono state esposte in una mostra nella Chiesa di Santa Chiara a Cuneo.

Una vita intensa che si è fermata ancora presto, probabilmente Carlo aveva ancora tante passioni da seguire, ma come forse avrebbe detto lui in swaili “Mungu Akipenda” (se Dio vuole).

I funerali si sono svlti oggi martedì 27 agosto nella Cattedrale di Cuneo in Via Roma.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Attualità Half Marathon Marathon Trail Triathlon Ultramaratona
Doping, esito del ricorso per squalifica Alessio Guidi
SONDRE MOEN ALLA GENSAN GIULIETTA&ROMEO HALF MARATHON
Standard Chartered Hong Kong Marathon, annullata la prossima edizione
Freelifenergy
Proaction presenta Life Raw Bar
Come allenarsi per dimagrire dopo le feste
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Abbigliamento Accessori Calzature
X-BIONIC® e DRYARN®: L’INNOVAZIONE VESTE GLI APPASSIONATI
BUON COMPLEANNO ADRENALINE! BROOKS INVITA I RUNNER A COSTRUIRE LA SCARPA DEL FUTURO
New Balance introduce la nuova piattaforma Fresh Foam X
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video