L’ACQUA ALLA STRAMILANO? IO L’HO BUTTATA!

di Cesare Monetti

Sì sì è così. Alla Stramilano domenica scorsa ho partecipato alla 21,097km competitiva ed io l’acqua l’ho bevuta. E l’ho anche buttata. Ne avevo in abbondanza, in bottiglia e con le spugne ad ogni ristoro come da regolamento.

E me la sono gettata in testa e sulla schiena. Acqua potabile. Fresca anche.

E mi spiace averne buttata. Mezza bottiglia, 0,5 litri, ogni 5km. Almeno 4 bottigliette. Va bene che faceva caldo ma per quanto mi riguarda ad ogni ristoro ne avrò bevuta due, forse tre sorsi. E poi? Qualche volta ho chiesto a qualcuno in fianco a me se avevano bisogno di acqua (uno mi ricordo ha accettato, ha bevuto e poi ha gettato la bottiglia), qualche volta invece l’ho buttata direttamente io. Quasi piena, ne sono sicuro.

Magari è una di quelle mille-mila bottigliette che poi partecipanti più lenti di me hanno raccolto per terra.

Certo forse a saperlo non l’avrei fatto, forse avrei fatto in modo di lasciarla ancora sul tavolo del ristoro. Chissà.

Quel che è sicuro che è uno spreco tutto questo. Io per primo mi sento di aver sprecato acqua, bene vitale di cui ci dimentichiamo spesso, e anche se vogliamo dirla tutta di aver inquinato con tanta, tanta plastica gettata in giro.

Ma come si può fare per evitare tutto questo? Al di là dell’errore dell’organizzatore, in generale nelle gare come si potrebbe fare per inquinare meno e sprecare meno acqua?

I bicchieri purtroppo in gare così numerose non sono possibili, sarebbe troppo lento il caricamento da parte dei volontari (che voglio ringraziare), forse si potrebbero fare delle bottigliette più piccole tipo da 0,33cl? o addirittura 0,25cl?

Stesso camion che la porta, più bottiglie. Plastica più piccola in giro nel cassonetto dei rifiuti, certamente sarebbero di più questo è vero, ma forse al posto di 5000 bottigliette ogni ristoro ne avremmo potute avere 8000. Sì, 8000 come i partecipanti.

Altra metodologia? Non saprei. Se non delle grandi vasche dove ognuno con il proprio bicchiere personale, come avviene nei trail, pesca l’acqua. Anche se ci sarebbero sicuro problemi di igiene e quindi credo poco fattibile.

Quindi come fare?

Mi spiace, quasi mi sento in colpa…certo è che non è la prima gara dove si è avuto questo problema e di sicuro non sarà l’ultima. L’estate sta arrivando…occhio al caldo!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Vacanze Romane #smart il nuovo evento di ‘Iovedodicorsa’
Eliud Kipchoge correrà la Virtual Lewa Safari Marathon Challenge per salvare gli animali
Morto Carlo Durante, atleta paralimpico dal curriculum straordinario
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
Ripartenza, come calibrare le energie
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
GLI EFFETTI DELLA PANDEMIA SUI COMPORTAMENTI DEGLI SPORTIVI IN EUROPA
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’1 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS del 22 e 23 febbraio
Abbigliamento Accessori Calzature
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Dryarn® per l’underwear tecnico – funzionale di Under Shield®
NEW BALANCE PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE FUELCELL CON IL MODELLO FUELCELL TC
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!