TAPIS ROULANT: SI’, NO, FORSE…

Tra cambi di ritmo in stile fartlek e possibilità di correre in qualunque stagione ed in qualunque ora, alla scoperta del famoso attrezzo cardio da palestra.

Per chi sia abituato a correre per strada o tra i boschi, è spesso un ‘attrezzo infernale’, utilizzato solo da coloro che frequentano le palestre. Per chi lo utilizza, è un ‘eccellente attrezzo’ per allenarsi senza il rischio di prendersi un malanno o venir investiti. Stiamo parlando del tapis roulant, un macchinario che molti runner ‘tirano fuori dall’armadio’ nei momenti più freddi o più caldi dell’anno… In inverno, infatti, il numero ridotto di ore di luce ed il gelo spingono molti runner a cercare un po’ di tepore tra le mura di una palestra, nella quale poter comunque continuare i propri allenamenti… in estate sono utili per contrastare afa e calore eccessivi…

Se per molti non è un’ipotesi nemmeno lontanamente considerabile, infatti, il tapis roulant può effettivamente essere un alleato del runner: certo, è più noioso della corsa all’aperto, costringe ad un movimento in parte innaturale, in quanto il nastro trascina la gamba, impedendole di effettuare una spinta corretta, e grava maggiormente sui quadricipiti, sulle ginocchia e sulle caviglie.

Di contro, però, offre una superficie di appoggio meno dura dell’asfalto, consente di allenarsi in qualunque momento ed in modo estremamente rilassato: il non dover stare attenti ‘a dove si va’, consente l’utilizzo di auricolari per ascoltare musica, ma anche di guardare una trasmissione in televisione, rendendo quindi l’allenamento meno noioso. In alternativa, molti tapis roulant consentono di impostare degli allenamenti estremamente vari, che costringeranno l’atleta a numerosi cambi di velocità ed inclinazione che, oltre ad essere utili, terranno impegnata la mente.

Per rendere, tuttavia, gli allenamenti sul tapis roulant più completi è utile completarli con una serie di esercizi per le gambe ed i quadricipiti, come squat ed affondi, dare al tappeto un’inclinazione tra il 2 ed il 5 per cento per consentire al corpo una più naturale inclinazione in avanti, ed inserire cambi di ritmo.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Acea Run Rome The Marathon, oggi si sarebbe dovuta correre la maratona
Sospesa la 10^ Jesolo Moonlight Half Marathon
VE LO DICO IO CHI SONO I RUNNER: 1500 MASCHERINE DONATE, BENESSERE, BENEFICENZA, PORTATORI SANI DI ECONOMIA TURISTICA E FELICITA’
Coronavirus “Covid-19”: come rafforzare il sistema immunitario
Sport e caffeina vanno d’accordo?
Allenare il sistema immunitario
Benessere mentale: le strategie tra sport e omega-3
RITMI GARA E INDICAZIONI ALLENAMENTO PER OGNI ESIGENZA E DISTANZA
ULTIME SETTIMANE DI RIFINITURA PRIMA DI ACEA RUN ROME THE MARATHON
Sabato 22 a Milano allenamento ‘Get Ready’ per Acea Run Rome The Marathon
UNA MEZZA MARATONA DA RECORD PER LA PRIMAVERA
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’1 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS del 22 e 23 febbraio
Abbigliamento Accessori Calzature
X-Bionic® presenta la nuova linea running TWYCE®
Smart Working e Home Workout, prenditi cura delle tue gambe
Collezione SS 2020: Dryarn® per l’abbigliamento tecnico compressivo di Oxyburn
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!