Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto

di Cesare Monetti

Lealtà e rispetto dell’avversario. Due pilastri del mondo dello sport che però sempre più vengono calpestati e scalfiti per non dire addirittura abbattuti. In un mondo sportivo che guarda sempre di più solo al dio denaro e soprattutto alla ingordigia di sé stessi le parole che Francesco Puppi, domenica scorsa medaglia d’argento a Premana ai Campionati Mondiali di corsa in montagna lunghe distanze, ha riservato all’eritreo Petro Mamu che l’ha preceduto sul traguardo vincendo l’oro sono da incorniciare.

E da ricordare.

Anzi sarebbero da far leggere ai ragazzini come insegnamento: ringraziare chi duella al massimo contro di te e che ti batte alla fine. Questo è il massimo del rispetto.

Un po’ come succede nel rugby con i mitici All Blacks che provano a vincere sempre con il più alto margine di punti possibile contro gli avversari. Non vuol dire infierire su di loro…semplicemente vuol dire rispettarli al massimo impegnandosi al massimo. Sempre.

Le parole che sotto riportiamo ‘Puppinho’ le ha scritte sulla propria pagina personale facebook dopo due giorni della gara, dunque a mente fredda, forse quando finalmente si è reso conto di quanto grande è stata la sua gara e quella dei suoi compagni in azzurro che hanno vinto l’oro come team Italia.

Lasciamo quindi le polemiche e i litigi a discipline sportive più ricche e blasonate e godiamoci queste righe di questo ‘bravo ragazzo’ prossimo alla laurea in Fisica che ha anche annunciato che ben presto, forse già in autunno, lascerà per un po’ i sentieri montanti per correre la sua prima maratona.

“Nei tuoi piccoli passi, nella timida voce e nei rari sorrisi, nei tuoi polpacci sottili ma di acciaio…abbiamo corso fianco a fianco per oltre due ore di gara, Petro, abbiamo duellato fino alla fine, ci siamo conosciuti per davvero nell’intensità del gesto atletico e mi hai ringraziato a tuo modo, senza neanche bisogno di parole, come queste che io ho provato a far uscire ma che probabilmente mai leggerai. In fondo era il tuo mondiale, Petro, e quando mi hai inesorabilmente passato, in discesa, ho pensato ora vai, piccolo folletto Eritreo, non posso più tenerti, vai, incontro al tuo destino iridato, a braccia alzate, perché così é giusto e così forse era scritto.. Grazie”

Foto: www.corsainmontagna.it

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Acea Run Rome The Marathon, oggi si sarebbe dovuta correre la maratona
Sospesa la 10^ Jesolo Moonlight Half Marathon
VE LO DICO IO CHI SONO I RUNNER: 1500 MASCHERINE DONATE, BENESSERE, BENEFICENZA, PORTATORI SANI DI ECONOMIA TURISTICA E FELICITA’
Coronavirus “Covid-19”: come rafforzare il sistema immunitario
Sport e caffeina vanno d’accordo?
Allenare il sistema immunitario
Benessere mentale: le strategie tra sport e omega-3
RITMI GARA E INDICAZIONI ALLENAMENTO PER OGNI ESIGENZA E DISTANZA
ULTIME SETTIMANE DI RIFINITURA PRIMA DI ACEA RUN ROME THE MARATHON
Sabato 22 a Milano allenamento ‘Get Ready’ per Acea Run Rome The Marathon
UNA MEZZA MARATONA DA RECORD PER LA PRIMAVERA
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’1 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS del 22 e 23 febbraio
Abbigliamento Accessori Calzature
X-Bionic® presenta la nuova linea running TWYCE®
Smart Working e Home Workout, prenditi cura delle tue gambe
Collezione SS 2020: Dryarn® per l’abbigliamento tecnico compressivo di Oxyburn
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!