LA CORSA DI GIULIETTA: IN 1.500 PER I DIRITTI DELLE DONNE

Il ricavato andrà in beneficienza all’Ospedale della Donna e del Bambino di Verona

(Verona) – Più di 1500 magliette rosa in piazza Bra ieri mattina in occasione della seconda edizione, la prima organizzata da Veronamarathon Eventi in collaborazione con il Comune di Verona, de La Corsa di Giulietta corsa-camminata non competitiva da 5 e 10km nata grazie all’idea di Moica Verona. Evento svoltosi in occasione dell’8 marzo, la Giornata Internazionale per i diritti delle donne.

Tante donne presenti, ma anche tanti uomini a portare il loro sostegno e la loro solidarietà, così come tanti bambini e passeggini, La Corsa di Giulietta è stata una vera festa per tutti dalla finalità importante visto che il ricavato andrà devoluto in beneficienza a favore del Reparto di Pediatria ad Indirizzo Critico e la Terapia Intensiva dell’Ospedale della Donna e del Bambino di Verona diretto dal dottor Paolo Biban.

Rispetto a tante gare soprattutto quelle competitive, per le vie di Verona si è respirata un’aria particolare, diversa, fatta di impegno solidale, di vicinanza ai problemi femminili, di unione. Messaggi importanti da parte di tanti che hanno parlato sul palco, la Corsa di Giulietta ha vissuto momenti emozionanti ed ha lasciato il segno.

Presenti in piazza Bra le più alte autorità cittadine, ad iniziare dal Sindaco Flavio Tosi che sul palco ha salutato i partecipanti prima della partenza della gara: “Una settimana importante per le donne, anche se già sono più competitive e più capaci di decidere e di governare di noi uomini. La parità già c’è , ci hanno già superato e questo è meraviglioso e lo stanno dimostrando anche oggi primeggiando in questa Corsa di Giulietta”. Presenti anche l’Assessore allo Sport Alberto Bozza così come l’Assessore alle Politiche Sociali Anna Leso. In piazza a dare il suo contributo come sempre anche Agsm tramite il suo Presidente Fabio Venturi.

Madrina dell’evento la medaglia d’oro di salto in alto delle Olimpiadi di Mosca 1980 Sara Simeoni: “Siamo qui per ribadire l’importanza alle tante problematiche sul mondo femminile. Chi è qui oggi significa che ha una sensibilità diversa e vi ringraziamo per esserci”.

MOICA – I cinque temi portanti della manifestazione sono alcune delle finalità associative di Moica, Associazione di Promozione Sociale,  sin dal 1982, con i suoi circa 100 gruppi distribuiti sul territorio nazionale, si occupa del riconoscimento umano, sociale ed economico del lavoro familiare, della tutela dei diritti civili, della tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente, della promozione e della diffusione della cultura e dell’arte, e del contrasto alla violenza in tutte le sue forme soprattutto su donne e minori.

La forza di Moica è quella di riunire tutte le donne, donne attive professionalmente  in un lavoro esterno  e donne lavoratrici familiari full time, tutte, comunque, impegnate nel lavoro familiare e alle prese con la difficile conciliazione tra i tempi di  lavoro e di vita, senza categorizzazioni.

“Occorre affermare con determinazione che una diversa partecipazione delle donne alla storia del loro tempo può incidere in modo determinante (e sicuramente positivo) non tanto e non solo sulla condizione femminile – ha affermato il Presidente Nazionale di Moica Tina Leonzi – quanto sulla vita di tutti, sulla politica e sulle grandi scelte, sulle famiglie, sulle istituzioni, sulla Società tutta.”

I cinque motivi per partecipare a “La Corsa di Giulietta’ del 5 Marzo:

•             Io corro contro la violenza domestica, i femminicidi e contro la violenza in tutte le sue forme

•             Io corro per prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo: il bullismo è un reato e un atto di inciviltà

•             io corro per vincere le disparità nella vita,  nel lavoro, nello sport e per le pari opportunità

•             io corro per il riconoscimento del valore del lavoro familiare

•             io corro per gli uomini che amano le donne e le rispettano

La Corsa di Giulietta è stata possibile grazie al sostegno di diversi sponsor che ringraziamo per la presenza. Tra questi troviamo Concessionaria Benati, Agsm, Phitogarda, Dottor Colato Cosmetici, Bauli, Modo, Natura Sì, Zuegg, Arte Pastaia, Active Virgin e la Consulta delle Associazioni Femminili del Comune di Verona.

Info su lacorsadigiulietta.com

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
GLOBAL RUNNING DAY: BROOKS INVITA TUTTI I RUNNER A CORRERE IN UN MONDO UGUALE PER TUTTI
Runtoday è solidale al movimento “Black Lives Matter”
Il 10000 d’Italia, grande partecipazione. Vincono La Rosa e Tommasi
PROACTION PRESENTA: MAGNESIO E POTASSIO E RICARICA
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
YOGA E PILATES: I BENEFICI PER I RUNNER
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
1^ Edizione Valtellina Vertical Tube Virtual Race by HOKA – COMPRESSPORT
Grande spettacolo al via l’11 giugno, Impossible Games: top Kenya vs top Norvegia
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
Abbigliamento Accessori Calzature
Marco Olmo Collection: la linea running by CMP e Dryarn®
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Dryarn® per l’underwear tecnico – funzionale di Under Shield®
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!