Gara record per Napoli City Half Marathon

Sbaragliati i precedenti record della Napoli City Half Marathon, che ha celebrato la sua quarta edizione e la prima insieme a Napoli Running con oltre 4.000 arrivati. Record di gara maschile migliorato con più di tre minuti e quello femminile da più di cinque.
 
È stato un primo passo verso la realizzazione di un sogno – dice Carlo Capalbo – Presidente del Comitato Organizzatore di Napoli Running”.

Il percorso passa attraverso molte aree storiche e paesaggistiche della città, tra le più belle, ma allo stesso tempo presenta una serie di sfide notevoli, tra cui due aree in salita, e un tunnel di 900 metri verso la fine, che rendono questa gara una vera e propria sfida per i corridori.

Il gruppo degli uomini elite partiti in prima linea si sono subito portati in testa. Quattro keniani e un italiano che hanno staccato per un centinaio di metri il resto dei corridori; dopo poco il gruppo si è ridotto a quattro: Paul Kariuki Mwangi, Philip Kibungei Tarbei, Michael Kipkemboi Chelule ed Eliud Mwangi Macharia.

Dal sesto chilometro il gruppo si è nuovamente ridotto a soli tre atleti e qualche minuto dopo solo Eliud Mwangi e Philip Kibungei, entrambi parte di RunCzech Racing, correvano ben sotto il record di gara. I due hanno attraversato il decimo chilometro in un tempo non ufficiale di 28:35, un ritmo che, se avessero mantenuto, li avrebbe fatti arrivare sotto 61 minuti, ma le salite e un leggero vento hanno rallentato gli atleti nella seconda metà della gara.

I due in testa hanno lottato fino all’ultimo metro con un finale emozionante in sprint ed entrambi hanno avuto lo stesso tempo di 01:01:21. Philip Kibungei è stato il vincitore in quello che era il suo debutto in Europa su questa distanza.

A seguire c’erano Paul Mwangi e Michael Chelule ed un terzo gruppo con Bernard Dematteis italiano e Roman Prodius, moldavo. Michael Chelule ha abbandonato verso la fine e Mwangi è arrivato terzo con quattro minuti dietro il leader. Dematteis e Prodius hanno lavorato insieme per guadagnare rispettivamente quarto e quinto posto.

La gara femminile è stata caratterizzata da una prestazione quasi dominante di Eva Vrabcova, l’olimpionica ceca, anche lei parte di RunCzech Racing, che ha la caratteristica di partecipare sia alle Olimpiadi estive sulla maratona che con le Olimpiadi invernali con sci di fondo, è partita con un ritmo record dalla partenza. Laila Soufyane, la top italiana campionessa di mezza maratona in carica, che aveva sperato di correre accanto a lei per lottare per la vittoria, si è staccata dopo pochi chilometri. Vrabcova ha corso con il miglior tempo personale per i primi 10 chilometri, 32:38, rallentando solo nel punto più collinare nella seconda metà del percorso, concluso in 1:11:54, mentre la Soufyane è arrivata comunque sotto il record precedente della gara con 1:14:11.

Carlo Capalbo, il Presidente del Comitato Organizzatore di Napoli Running si è detto molto soddisfatto dei risultati di questo primo sforzo comune ed ha espresso il suo ringraziamento a tutti i partner, comprese le istituzioni, al team e a tutti i volontari per il loro contributo alla bella riuscita dell’evento.

Napoli Running, è una società fondata dallo stesso Capalbo con Maurizio Marino, Antonio Esposito e Benedetto Scarpellino; un progetto che, oltre alla Napoli City Half Marathon, comprende anche la Sorrento Positano Marathon e Half, Coast to Coast, tenutasi appena un mese fa in uno dei paesaggi più emozionanti al mondo, la costiera amalfitana. Oltre a questi due eventi, Napoli Running lavorerà, nel prossimo futuro, insieme alla città, per la rinascita della  Maratona Internazionale di Napoli, prevista nel 2018.

CLASSIFICHE

UOMINI

1.  Philip Kibungei Tarbei KEN  1:01:21
2.  Eliud Mwangi Macharia KEN  1:01:21
3.  Paul Kariuki Mwangi KEN  1:05:37
4.  Barnard Dematteis ITA  1:07:36
5.  Roman Prodius MDA  1:08:03
6.  Ismail Adim MAR  1:08:52
7.  Antonello Landi ITA  1:09:50
8.  Luca Tassarotti ITA  1:10:05
9.  Raffaele Giovannelli ITA  1:10:12
10.  Giuseppe Soprano ITA  1:10:30

DONNE

1.  Eva Vrabcova CZE  1:11:54
2.  Laila Soufyane ITA  1:14:11
3.  Deborah Toniolo ITA  1:16:59
4.  Gloria Rita Anto Giudici ITA  1:21:21
5.  Barbara Bani ITA  1:22:00
6.  Samantha Galassi ITA  1:22:06
7.  Stefania Leondiadis ITA  1:22:43
8.  Anna Pedevilla ITA  1:25:10
9.  Loredana Brusciano ITA  1:26:08
10.  Carla Mazza ITA  1:27:25

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Runbull, la nuova app per gli eventi virtuali, debutta alla Corritreviso
GLOBAL RUNNING DAY: BROOKS INVITA TUTTI I RUNNER A CORRERE IN UN MONDO UGUALE PER TUTTI
Runtoday è solidale al movimento “Black Lives Matter”
PROACTION PRESENTA: MAGNESIO E POTASSIO E RICARICA
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
YOGA E PILATES: I BENEFICI PER I RUNNER
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
1^ Edizione Valtellina Vertical Tube Virtual Race by HOKA – COMPRESSPORT
Grande spettacolo al via l’11 giugno, Impossible Games: top Kenya vs top Norvegia
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
Abbigliamento Accessori Calzature
Sziols Sports Glasses presenta ‘KONA PRO’, il nuovo occhiale per il triathlon e i triatleti
Marco Olmo Collection: la linea running by CMP e Dryarn®
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!