19 Luglio BETTELMATT SKYRACE: cresce l’attesa

image3

Un percorso duro e spettacolare

Il Bettelmatt Ultra Trail sarà caratterizzato da un percorso duro ma che lascerà la possibilità agli atleti di godere della magnificenza dello scenario ambientale in cui il trail si svolgerà.
La partenza sarà alle 3.00 del mattino da Ponte, il “capoluogo” di Formazza, il punto più basso del percorso con i suoi circa 1.200 metri.

Dopo il passaggio da Canza ci sarà subito una bella impennata fino ai 2.200 m circa del Lago Vannino, raggiunti in nemmeno 10 km; si continuerà a salire fino ai 2.493 m del Passo Busin e ancora, con qualche saliscendi, fino 2.753 m della Bocchetta della Valle, punto più alto della prima parte del percorso. A questo punto inizierà una lunga discesa, interrotta solo dalla breve ascesa al Passo Poiala e da quella più lunga alla Bocchetta di Scarpia (2.248 m), fino all’Alpe Devero (1.640 m), tra il 26^ e il 27 ^ km, dove i primi atleti dovrebbero giungere nelle prime ore del mattino.

Dopo il passaggio intorno alla magnifica piana del Devero, gli atleti cominceranno la risalita, passando da Crampiolo, dal Lago di Devero e dall’Alpe Forno fino ad arrivare ai 2.599 m della Scatta Minoia; nuova picchiata al Vannino, dall’altra parte del lago rispetto all’andata, e nuova risalita fino al Passo di Nefelgiù (2.853 m), dove gli atleti arriveranno dopo circa 43 km.

Una vertiginosa discesa porterà gli atleti fino a Riale (1.730 m), passando per l’Alpe Furculti; da quel momento inizierà il giro ormai classico, che porterà gli atleti al Passo San Giacomo, poi al Gries 2.479; discesa fino al Bettelmatt e l’ultima grande risalita fino ai 3.000 m del Rifugio 3A, altezza che anche i grandi Ultra Trail ben difficilmente raggiungono, posta oltre tutto dopo circa 72 km di gara.

A quel punto inizierà una lunga, infinita discesa che porterà gli atleti, dopo aver passato il Lago dei Sabbioni e costeggiato il Lago di Morasco, ai 1.730 metri dell’apoteosi di Riale.
I numeri, sulla carta, dicono: 83 km, 4552 metri di dislivello positivo.
L’organizzazione desidera ringraziare gli atleti che hanno collaborato fattivamente alla stesura del percorso, in particolare Alberto Comazzi, Giacomo Chiolini, Stefano Trisconi, Ennio Frassetti e Mauro Darioli; un ringraziamento particolare ad Andrea Vescio.

Ulteriori informazioni sito http://www.formazzaevent.com.
Ivo Casorati

 

Da_sx_Andrea_Vescio_Gianluca_Barp_Ivo_Casorati_Foto_Luigi_Framarini

Un_momento_della_presentazione_Foto_Luigi_Framarini

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Attualità Half Marathon Marathon Trail Triathlon Ultramaratona
Bekele contro Mo Farah, che sfida. Sempre a Londra
Standard Chartered Dubai Marathon, che ressa sul traguardo!
Doping: nuova sentenza per Roberto Barbi
Freelifenergy
Proaction presenta Life Raw Bar
Come allenarsi per dimagrire dopo le feste
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Abbigliamento Accessori Calzature
BUON COMPLEANNO ADRENALINE! BROOKS INVITA I RUNNER A COSTRUIRE LA SCARPA DEL FUTURO
New Balance introduce la nuova piattaforma Fresh Foam X
X-BIONIC lancia la linea Invent, migliora la performance, offre compressione muscolare e termoregolazione
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video