BRESCIA ART MARATHON, VINCONO IL BRESCIANO MARCO FERRARI E LA CROATA NIKOLINA SUSTIC

Ph. Daniela Bonizzoni

Marco Ferrari  Ph. Daniela Bonizzoni

Marco Ferrari Ph. Daniela Bonizzoni

Che festa la Brescia Art Marathon. Fin dal mattino, fin dalla partenza con oltre 4000 persone al via in corso Europa, pronte e felici, alle 9.15 precise. Tantissimi in t-shirt bianca, la maglia ufficiale di questa Bam 2015, chi per la prova regina di maratona, chi per la mezza e chi per la 10km agonistica o la Easy Ten non competitiva. In partenza anche diverse associazioni benefiche come gli angeli custodi di Feel Sport e dell’Associazione Unitals che da anni affiancano e sostengono, accompagnandoli di corsa, i disabili in carrozzina.

Temperatura perfetta e un bel sole nel cielo bresciano, solo il vento ha disturbato i podisti, che però non si sono fatti intimorire. Una domenica di silenzio e aria pura, grazie alla ‘Domenica Ecologica’ fortemente voluta dalle Istituzioni locali che hanno così accolto la richiesta degli  organizzatori del Asd Young Running e certamente iniziativa ben accolta da tutti i maratoneti.

A vincere questa 13esima edizione è stato Marco Ferrari (Atl. Franciacorta) che ha tagliato il traguardo in piazza della Loggia in 2h31’19” davanti a Paolo Lanfranchi (G. Alpinistico Vertovese)  secondo in 2h39’52”, mentre terzo gradino del podio per Luca Nascimbeni (Sportler Team) con 2h41’56”. “Arrivo dalle corse in montagna – ammette raggiante sul traguardo il vincitore Ferrari – E’ da solo un anno solo che faccio maratone, questa è la mia dodicesima prova sui 42,195km. E’ il mio primato personale ma non la prima vittoria. Già ho vinto un mese fa alla Maratona delle Terre Verdiane, ma almeno oggi c’era il sole ed è stato fantastico correre sulle strade della mia città. Sto preparando la 100km del Passatore, quindi nelle prossime domeniche ancora tanti chilometri per potermi preparare al meglio per l’appuntamento di fine maggio”.

Nikolina Sustic  Ph. Daniela Bonizzoni

Nikolina Sustic Ph. Daniela Bonizzoni

Per dovere di cronaca giusto segnalare che prima di Marco Ferrari hanno tagliato il traguardo anche l’etiope Gosa Tafa Megersa in 2h22’12” ed il keniano James Onkoba in 2h23’21”, entrambi del Rosa Nike Team che come annunciato nei giorni scorsi hanno solo sostenuto un test personale senza rientrare in alcuna classifica ufficiale.

Tra le donne vittoria per la croata Nikolina Sustic in 2h53’49” che ha preceduto Daniela Majer (Romano Running) seconda in 3h07’30” e Chiara Moras (Martesana Corse) che si aggiudica la terza posizione con 3h11’15”. Anche in questo caso, rigorosamente fuori classifica, test personale per l’etiope del Rosa Nike Team in 2h41’41” Mestawot Shankutie. “Ho già fatto e vinto anche altre maratone qui in Italia e in Croazia, tipo a Zagabria – conferma Nikolina – inoltre mi diletto anche con le ultramaratone da 100km. Il vento ha dato un po’ di fastidio, però molto bello correre qui, il percorso è molto valido”.

Brescia Art Marathon che era anche gara valevole per il Campionato Provinciale Fidal. Ad aggiudicarsi il titolo di più forte di Brescia e provincia lo stesso Marco Ferrari, originario di Cortefranca, e per Federica Pezzali, decima tra le donne, in 3h36’36”.

Oltre 2mila i partecipanti alla Half marathon e vittoria per il bresciano della Free Zone Nicola Venturoli in 1h09’18” e al femminile per Lorenza Beatrici (Atletica Trento) in 1h23’35”. Nella Brescia Ten successo per il marocchino Lahcen Mokraji (Runners Valseriana) in 31’09” e tra le donne per la francese Aude Emma Kienzler (U. Pol. Gavirate) con 38’11”. Da ricordare che nella Brescia Ten si assegnavano anche i titoli di Campione Regionale e anche Provinciale per gli studenti dei Cus Lombardi.

Centinaia anche i partecipanti della Family Walking, tantissime famiglie e bambini, che hanno invaso le strade del centro città percorrendo 4km, festanti e felici di esserci e di aver contribuito alla raccolta fondi a favore di Ail. Tra le tante iniziative da ricordare anche le gare svoltesi ieri a Campo Marte con i Tomorrow Runners, con oltre 600 bambini delle scuole bresciane impegnati sui 500 metri, le prime gare, le prime emozioni in questo fantastico sport.

L’appuntamento è già fissato per la 14esima edizione già in programma domenica 13 Marzo 2016, sicuri che anche tra dodici mesi sarà una ulteriore grande festa del running.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Una maratona a staffetta in squadra con Kipchoge o Bekele? Ora puoi, ecco come
LA BELLUNO-FELTRE RUN SI FERMA: ARRIVEDERCI AL 3 OTTOBRE 2021
GLOBAL RUNNING DAY: BROOKS VIRTUAL 5 KM
PROACTION PRESENTA: MAGNESIO E POTASSIO E RICARICA
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
GLI EFFETTI DELLA PANDEMIA SUI COMPORTAMENTI DEGLI SPORTIVI IN EUROPA
1^ Edizione Valtellina Vertical Tube Virtual Race by HOKA – COMPRESSPORT
Grande spettacolo al via l’11 giugno, Impossible Games: top Kenya vs top Norvegia
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
Abbigliamento Accessori Calzature
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Dryarn® per l’underwear tecnico – funzionale di Under Shield®
NEW BALANCE PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE FUELCELL CON IL MODELLO FUELCELL TC
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!