BOURIFA 2° CLASSIFICATO: FINISCE BENE L’AVVENTURA NEL DESERTO

GUERRA TRA TITANI
Dura battaglia oggi tra i campioni in gara: Migidio Bourifa, progressivamente, accorciava la distanza col suo diretto avversario, Raul Garcia Castan, fuoriclasse spagnolo, campione fino all’anno scorso del Vertical kilometer, forte sulle dune come sullo sterrato. Reduci dall’affascinante tappa notturna di ieri,  la 2^d i7 km che sono seguiti ai 27 del mattino, oggi i corridori e i camminatori praticanti il Nordic Walking, novità di questa 16^ edizione, hanno affrontato il loro percorso di 30 km sotto temperature proibitive sfioranti i 40°. 



Migidio ha sempre tenuto un bel passo, spingendo fino agli ultimi km nonostante le difficoltà del track sahariano. A elastico, però, prima di raggiungere la finish line, il loro distacco si allungava: 2:23’14” il crono del nostro campione e 2:1424” quello del fuoriclasse spagnolo. 


“Prova molto dura, soprattutto dopo una notte di scarso riposo, in una tenda condivisa con altri sette amici”, il suo commento a caldo. Ottimi i suoi indumenti X-Bionic, traspiranti e altamente tecnici come devono essere quando si affronta una gara così estrema come è la 100 km del Sahara. 


Manuel Machado, con 2:25’22” a completare il podio, seguito da Alessandro Lambruschini col crono di 2:44’46”. Così le donne: oggi la nostra Alice Modignani per solo poco più di un minuto slitta in 2^ posizione preceduta dalla tedesca Claudia Gerling, veterana di questa manifestazione, conservando comunque un distacco di oltre 8’ in classifica generale. 


Giochi aperti, dunque, per domani, la prova regina, la più temuta.


Camp 2 – Douz, Maratona


La tappa odierna ha subito un cambio di programma dovuto alle alte temperature avute fino a ieri.

L’orario di partenza è stato anticipato di un’ora per permettere agli atleti di correre almeno per le prime ore della performance durante le ore più fresche della mattina.


Un forte vento però ha spazzato incessantemente sulla pista, rafforzandosi proprio nella parte finale del percorso, un vento che, soffiando, ha sollevato la sabbia rendendo il paesaggio quasi lunare. Come spiriti del deserto, le sagome degli atleti apparivano su uno sfondo dal cielo livido e sole bianco rendendo il paesaggio surreale. Che bello vedere il trio di testa, lo spagnolo Raul Garcia, l’italiano Migidio Bourifa e il portoghese Manuel Machado, correre in perfetta sintonia dandosi i cambi per affrontare il vento e per studiarsi. 


Al loro seguito la lunga scia dei concorrenti e dei camminatori, tutti con grinta ad affrontare le dune fino a giungere sulla finish line nell’oasi di Douz, sotto il mitico arco della Zitoway, diventato ormai agognato miraggio per tutti loro.


Il campione di questa tappa e di questa 16ª edizione si conferma Garcia con un tempo di 2:58’27” e di 7:42’17” per la classifica generale, seguito da Migidio Bourifa con 3:10’46”, 8:12’11” il tempo totale, e Manuel Machado giunto sotto l’arco in 3:28’54”, 8:34’22” il crono finale. Ottima la prestazione di quest’ultimo che ha lottato con avversari più che blasonati riuscendo a conquistare con distacco la sua posizione da podio. Solo 6° il campione uscente, il tedesco Thomas Wittek, col crono totale di 9:25’32”, vincitore di più edizioni.


Tra le donne vince la tappa e l’edizione Alice Modignani con 4:15’46” e 11:32’18” il crono totale, seguita dalla tedesca Claudia Gerling, 4:29’39”, 11:54’26”, e dalla spagnola Alma Obregon, 4:36’24”, 12:49’35”.


Una nota di bellezza tra le tante: in corsa anche Daniele Barbone che, col suo progetto “Dall’ufficio al deserto” che col Cesvi raccoglie fondi per la fame nel mondo con un occhio particolare ai bambini dell’Uganda, ha voluto trasmettere il messaggio che così come una gara estrema nel deserto è difficile ma possibile da fare, anche il problema della povertà è difficile ma possibile da debellare.


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Runbull, la nuova app per gli eventi virtuali, debutta alla Corritreviso
GLOBAL RUNNING DAY: BROOKS INVITA TUTTI I RUNNER A CORRERE IN UN MONDO UGUALE PER TUTTI
Runtoday è solidale al movimento “Black Lives Matter”
PROACTION PRESENTA: MAGNESIO E POTASSIO E RICARICA
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
YOGA E PILATES: I BENEFICI PER I RUNNER
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
1^ Edizione Valtellina Vertical Tube Virtual Race by HOKA – COMPRESSPORT
Grande spettacolo al via l’11 giugno, Impossible Games: top Kenya vs top Norvegia
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
Abbigliamento Accessori Calzature
Sziols Sports Glasses presenta ‘KONA PRO’, il nuovo occhiale per il triathlon e i triatleti
Marco Olmo Collection: la linea running by CMP e Dryarn®
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!