THE ABBOTS WAY 2012: RUZZA E CANEPA VINCONO LA TAPPA LUNGA

Sabato e domenica si è svolta la The Abbots Way, il trail di 125 km tappa unica, valido come 1° Campionato IUTA di Ultratrail. L’Italia si impone sul podio degli abati dell’Abbots Way. Sul gradino più alto dell’ultra trail più lungo d’Italia, infatti, sale, per la Tappa Unica, Stefano Ruzza, seguito da Ivan Geronazzo e Christian Schneider, trionfatore assoluto delle edizioni 2010 e 2011. Di seguito il comunicato stampa, le classifiche, foto e un video…
comunicato stampa

L’Italia si impone sul podio degli abati dell’Abbots Way

Sul gradino più alto dell’ultra trail più lungo d’Italia, infatti, sale, per la Tappa UnicaStefano Ruzza, seguito da Ivan Geronazzo e Christian Schneider, trionfatore assoluto delle edizioni 2010 e 2011.

Pettorale numero 36, Stefano Ruzza, classe 1982, appartiene al team Atletica San Marco US Acli di Varese e ha percorso 125 chilometri in Appennino, con 5500 metri di dislivello positivo, in 14 ore, 14 minuti e 29 secondi, con una media di 8,77 minuti al chilometro. A seguire Ruzza, Ivan Geronazzo, pettorale 119, classe 1971 dell’Asd Atletica San Rocco di Treviso, con 14 ore, 28 minuti e 3 secondi e una media di 8,64 minuti al chilometro; terzo posto per il trionfatore delle ultime due edizioni, lo svizzero Christian Schneider, pettorale 100 e classe 1978, con 14 ore, 38 minuti e 18 secondi e una media di 8,53 minuti al chilometro. Quarto posto per Gianluigi Ranieri, seguito da Fabio Granzotto, Francesca Canepa, Enrico Bartolini, Paolo Rovera, Cinzia Bertasa, Katia Fori, Roberto Beretta, Stefano Alzani e Giancarlo Annovazzi.

 
Nella sezione femminile, primo posto nella Tappa Unica perFrancesca Canepa, pettorale 1, classe 1971, di Aosta, con 15 ore, 12 minuti e 41 secondi, con una media di 8,21 minuti al chilometro, seguita da Cinzia Bertasa, di Bergamo, pettorale 68 e classe 1974, del Team Tecnica, a pari merito con la parmense Katia Fori, pettorale 123, classe 1972, del Team Tecnica, con 16 ore, 46 minuti e 37 secondi e una media di 7,45 minuti al chilometro. Dopo di loro, Chiara Colonnello, Maria Ilaria Fossati, Francesca Nardi.

Nell’Express Team maschile, primo posto per l’Associazione Polisportiva Atletica Scandiano, composta da Roberto Rondoni, Giuseppe Pellac ani, Daniele Palladino e Alen Sassi, con 10 ore, 52 minuti e 28 secondi, seguito dal team Michele Ferrari, Michele Sartori, Fabrizio Vignali e Roberto Mattioli in 11 ore, 23 minuti e 47 secondi. Terzo posto per il Gs Dilettantistico Italpose, in 12 ore, 45 minuti e 41 secondi, con Maurizio Milanesi, Stefano Palmini, Alberto Soprani e Massimo Sartori.

Nell’Express Team femminileprimo posto per Kino Mana 1 conCristina Medioli, Stefania Zarotti, Anna Bernazzoli e Sabrina Polito, in 17 ore, 36 minuti e 52 secondi, seguito da Atletica Casone Noceto 1, team composto da Morena Coruzzi, Francesca Granelli, Enrica Martinelli e Giorgia Frigeri, in 17 ore, 47 minuti e 4 secondi.

Nel Twin Team maschile primo posto per Massimiliano Mauri e Giacomo Cominotti in 16 ore, 46 minuti e 33 secondi, seguiti da Pietro Simonini e Filippo Sechi del Kino Mana 1 in 17 ore, 35 minuti e 12 secondi. Terzo posto per l’Atletica Casone Noceto con Michele Pini e Vittorio Carloni in 19 ore, 40 minuti e 26 secondi. Nel Twin Team femminile la medaglia d’oro viene conquistata dal team Kino Mana 2 con Francesca Pria e Tiziana Barnaba, in 20 ore, 24 minuti e 39 secondi.

Nel Twin Team misto, infine, primo posto per Laura Ricci e Antonio Musetti con 15 ore, 15 minuti e 1 secondo, seguiti da Michela Perazzi e Giuseppe Michelotti con 20 ore, 29 minuti e 16 secondi.

Nel complesso l’ultra trail, con oltre 300 partenti da Pontremoli sabato mattina, ha visto un percorso tipicamente appenninico, tra sassi, terra e fango, con un tempo sicuramente non clemente per gli abati in gara: pioggia e vento si sono alternati a freddo, nebbia e sole, tanto da obbligare gli organizzatori a bloccare l’accesso al Monte Lama per la notte di sabato.

Il vento e il freddo, però, non hanno bloccato gli amanti dell’ultra trail, tutti in marcia dalla Lunigiana verso ponte Gobbo, a Bobbio, lungo la Via degli Abati percorsa nel 613 da San Colombano, fondatore della città della Valtrebbia.


– altre classifiche
– FOTO

FONTE IUTA

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre distanze Attualità Half Marathon Marathon Trail Ultramaratona
Vacanze Romane #smart il nuovo evento di ‘Iovedodicorsa’
Eliud Kipchoge correrà la Virtual Lewa Safari Marathon Challenge per salvare gli animali
Morto Carlo Durante, atleta paralimpico dal curriculum straordinario
A Milano ENERVIT viaggia veloce con GLOVO!
Voglia di dolce ma sano? Torta di carote e frutti esotici
FASE 2: Come dimagrire? Ripartiamo dalla prima colazione!
Ripartenza, come calibrare le energie
CORE STABILITY , PROPRIOCETTIVITA’ E TECNICA DI CORSA PER MIGLIORARE LA PRESTAZIONE
PROGETTO NEOFITI ACEA RUN ROME THE MARATHON MARZO 2021 – FISSA IL TUO OBIETTIVO
CORSA, BENESSERE E PRESTAZIONE
GLI EFFETTI DELLA PANDEMIA SUI COMPORTAMENTI DEGLI SPORTIVI IN EUROPA
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’8 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS dell’1 marzo
SCEGLI LA TUA GARA FIRMATA TDS DELL’1 MARZO
I risultati di tutte le gare TDS del 22 e 23 febbraio
Abbigliamento Accessori Calzature
BV Sport presenta il suo team di ambassador 2020
Dryarn® per l’underwear tecnico – funzionale di Under Shield®
NEW BALANCE PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE FUELCELL CON IL MODELLO FUELCELL TC
Entra nell’esclusivo Mainova Frankfurt Marathon Club
Mattoni Olomouc Half Marathon, l’abbiamo corsa per voi. Questo il giudizio…
Mancano 20 settimane alla Maratona di Francoforte, le prime curiosità
Mancano 154 giorni, è ora di iniziare a pensare alla Maratona di Francoforte
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!