Roma By Night Run i vigili chiedono 30.000 euro. Si annulla o si corre?

(ROMA) – Venerdì sera al via la Roma By Night Run, una gara che da qualche giorno è a serio rischio di cancellazione. Si tratta di una mezza maratona prevista per il 6 Settembre, partenza e arrivo in Piazza del Popolo, per la quale gli organizzatori hanno ricevuto una fattura di 29.250,00 euro quale compenso per la prestazione dei vigili urbani.

La storia si ripete, infatti lo scorso anno gli stessi organizzatori avevano ricevuto un conto simile, con la differenza che si era riusciti a rimandare la decisione e congelare il conto.

Pare che quest’anno Roma Capitale non voglia sentire ragioni, il percorso, infatti, tocca i punti salienti della città costringendo i vigili ad un impegno i cui costi, calcolatrice alla mano, ammontano alla cifra suddetta. Per giunta, fanno sapere che se vi dovesse essere una eccedenza o un difetto, la fattura sarà modificata.

Ma se il problema sta nel percorso, non si poteva suggerire agli organizzatori di modificarlo? Sembra che il percorso sia stato modificato rispetto allo scorso anno, in maniera da attraversare quartieri più interessati da turismo e vita notturna e che da parte dell’Amministrazione siano stati comunque proposti percorsi alternativi e meno impattanti.

Va precisato che esiste una legge che impone ai privati di corrispondere il pagamento di prestazioni pubbliche a proprio beneficio, ma, proprio per favorire l’equità, la stessa legge permette al Comune di operare in maniera saggia e stabilire se si possa applicare una esenzione.

L’assessore allo sport e ai grandi eventi per Roma Capitale, Daniele Frongia, ha dichiarato che alcuni organizzatori di eventi sono stati esentati da questa spesa e che la giunta comunale ha facoltà di decidere per altre esenzioni per iniziative sociali.

Gli organizzatori restano profondamente amareggiati, se si pensa che la promozione dello sport come strumento di promozione della salute è argomento di una riforma di recente approvazione che, con questi prezzi, fallirà miseramente nel caso di tutti gli eventi minori. 

Per fortuna, la Federazione Italiana di Atletica Leggera, conscia della problematica è intervenuta nel tentativo di pattuire un forfait, consapevole del fatto che il binomio sport e salute è ormai assodato da tempo e che non tutti gli eventi sportivi hanno un ritorno economico sufficiente a garantire la copertura di costi così alti. Di sicuro non finisce qui.

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video