Huawei Venicemarathon – Runtoday Vip: 4 runner speciali al via!!!

A fine luglio il post sulla pagina facebook ufficiale di Runtoday.it dove si evidenziava il neonato progetto “Huawei Venicemarathon – Runtoday Vip” che porterà 4 runner a partecipare alla maratona di Venezia del prossimo 27 Ottobre 2019.

Runtoday in collaborazione con Huawei Venicemarathon ha selezionato 4 maratoneti che, oltre ad aver ricevuto un pettorale in omaggio, vivranno l’emozione di partire in prima griglia, proprio dietro ai top runner. Tanti i partecipanti al concorso e che ha rivelato motivazioni molto originali da parte di molti, la scelta per decretare i 4 vincitori non è stata facile.  

Questo il post che era stato pubblicato:

Ed ecco i vincitori che già si stanno allenando per la Huawei Venicemarathon 2019:

Luigi D’Addario, Roma. Ci racconta della sua prima Venicemarathon, rivive le emozioni del 1990, quando ad attenderlo al traguardo c’erano i suoi genitori, infreddoliti e bagnati in una Venezia uggiosa.

“Corro da quando ero giovane. E’ la cosa più semplice che si può fare, non hai bisogno di nulla se non di un paio di scarpe. Non devi sottostare ad orari, lo puoi fare in ogni momento del giorno e della notte. Non hai bisogno di nessuno per farlo. Puoi (e devi) contare su te stesso. E ti accorgi, strada facendo, che diventerà una costante anche nella vita. Devo all’incontro con Giorgio Calcaterra – avvenuto ai primi di quest’anno – l’aver ripreso a correre dopo quasi 8 anni di stop. Otto anni un po’ complicati per me e la mia famiglia. Anni nei quali avevamo perso la voglia di sorridere. Partecipare alla Venicemarathon sarà un bel tuffo nei ricordi. Non vedo l’ora. Anzi no…. Non sono ancora pronto! Ma ci sto lavorando!”.

Jhay Cabrera, Milano, origini filippine. Ci racconta che la sua bimba appena nata si chiama Venice, perché Venezia è una delle città preferite da lui e sua moglie: “Ho cominciato la mia avventura da runner nel 2015 quando ho conosciuto il Pinoy Runners Milan, un bellissimo gruppo di runners di nazionalità filippina che vivono a Milano. Siamo molto uniti, ci alleniamo e gareggiamo sempre insieme”.

Maria Colantuono, Verona. Maria ci spiega che corre da soli tre anni ed aveva bisogno di un incoraggiamento speciale e di una location d’eccezione, quale se non una città unica come Venezia?

 “L’input per iniziare a correre me l’hanno dato le mie amiche che, in una triste giornata d’ottobre, durante la camminata sul tapis roulant in palestra, mi hanno letteralmente prelevata per andare a correre fuori …e poi, dai racconti di un paio d’istruttori in palestra che correvano già da qualche anno. Correre per me è un po’ come tornare bambina…come guardare il mondo da un’altra angolazione con la stessa meraviglia di allora”.

Giuseppe Crudo, Milano, origini calabresi. Giuseppe ha già partecipato ad altre edizioni della Venicemarathon, è una occasione speciale per vivere un momento di sport insieme agli amici ma anche ad un suo cugino, al quale anni fa ha trasmesso la stessa passione per il podismo. E, perché no? Per un weekend romantico con sua moglie. “Ho iniziato a correre per vincere una scommessa con il mio datore di lavoro, non conoscevo il mondo della corsa, da allora non ho più potuto farne a meno! È un’ottima cura per il corpo e la mente”.

“Le gambe e la testa dovrete mettercele voi ma noi possiamo offrirvi una fantastica esperienza che vi farà sentire ancora più protagonisti” il pensiero della redazione di Runtoday.it.

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!