10 maratone in 10 giorni: Holland batte Calcaterra. La formula piace

Una manifestazione che ha riservato tante sorprese, quasi ogni giorno è accaduto qualcosa che ha reso interessante ed avvincente le gare, con diversi cambiamenti nella classifica generale, fino al colpo di scena finale in maratona.

L’epilogo odierno ha visto la vittoria dell’inglese Adam Holland, che conclude al primo posto anche la gara 10in10 (terza vittoria consecutiva in tre partecipazioni), grazie alla rinuncia di Marco Menegardi (Bergamo Stars Atletica). Il forte atleta bresciano era caduto nel corso dell’ottava tappa (comunque vinta), ieri aveva in ogni caso concluso la prova in 3:48 e manteneva un vantaggio di oltre un’ora su Adam Holland. Probabile che il dolore fosse troppo forte per correre, di certo la delusione era tanta per non poter concludere vittoriosamente una manifestazione che lo vedeva saldamente in testa ormai da molti giorni.

Secondo posto per l’inossidabile Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport). Grande atleta, grande persona; appena dopo l’arrivo il suo primo pensiero è stato quello di dichiarare Menegardi vincitore morale. Invece terzo l’atleta locale Marco Rossi (Podistica Arona), autore di gare sempre ben gestite.

Gara femminile vinta da Giulia Ranzuglia (Podistica Valmisa), quasi sempre in testa nella classifica generale nel corso della manifestazione. Secondo posto per la finlandese Minna Hanninen e terzo per l’australiana Jane Trumper.

Dicevamo di tante sorprese e colpi di scena, come l’infortunio accaduto a Marco Bonfiglio (Impossible Target), saldamente in testa alla partenza della nona giornata di gara, quando la sua 50 k è durata ….50 metri. Forse pubalgia. Tanta la delusione, ora spera di recuperare per il campionato nazionale della 24 ore, in programma a settembre.

Paolo Gino, presidente organizzativo Club Supermarathon

Visita il sito

Sfortuna a parte , per Menegardi e Bonfiglio ci sono state delle ottime prestazioni: più volte battuto il precedente record della gara, appartenente ad Adam Holland (2:39:32, anno 2017). Prima da Menegardi con 2:39:02, poi da Marco Ferrari (Atletica Paratico, ha corso le prime 4 gare) il giorno successivo (2:38:57). Ancora più consistente il miglioramento realizzato in gara 5 da Adam Holland, 2:36:39.

Altri due record del percorso sono caduti nel corso della manifestazione: sulla 50 chilometri, Stefano Emma (Cambiaso Risso) dopo la bella prestazione alla 50 k di Romagna (7° in 3h21) ha vinto gara 9 in 3:27:57, media di 4’09/km su un percorso piuttosto impegnativo. Il 24enne Francesco Mascherpa (Azzurra Garbagnate), sulla via della maratona di New York, ha scelto di testarsi qui nella mezza maratona del 9 agosto, vinta in 1:14:16. Ha un personale di 2:28 conseguito alla maratona di Firenze 2018.

Ecco le classifiche finali, comprende gli atleti che hanno corso tutte e 10 le gare.

Maratona uomini

1) Adam Holland 2) Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport) 3) Marco Rossi (Podistica Arona)

Maratona donne

1) Giulia Ranzuglia (Podistica Valmisa) 2) Minna Hanninen (Finlandia) 3) Jane Trumper (Australia)

Mezza maratona uomini

1) Massimiliano Mauri (ALS Cremella) 2) Fabio Ambrosio (Urban Runners) 3) Pietro Frendino (Atletica 3V)

Mezza maratona donne

1) Louise Gallagher (Gran Bretagna) 2) Sara Stifani (Gran Bretagna)

10 chilometri uomini

1) Gabriele Goi 2) Lorenzo Julien 3) Roberto Cella (G.S. Zeloforamagno)

10 chilometri donne

1) Roberta Pescio (Novara che corre) 2) Valentina Carlini (Giovani Amici Uniti) 3) Gabriella Valassina (Road Runners)

50 chilometri uomini

1) Domenico Masiero (Running Team Mestre) 2) Domenico Favia (Amatori Putignano) 3) Michelangelo Costanzo (Giro D’Italia Run)

50 chilometri donne

1) Titina Bakken (Norvegia) 2) Laura Failli (Bergamo Stars Atletica).

Cala il sipario sulla sesta edizione, tanti i festeggiamenti: di quelli che aggiornavano il numero di gare fatte, ma anche di quelli che semplicemente ce l’avevano fatta, qualunque fosse il personale obiettivo. Doveroso, da parte del comitato organizzatore, ringraziare tutti quelli che si sono adoperati tutti i giorni, per 10 ore al giorno, per supportare e sostenere una manifestazione davvero complessa nel suo genere.

Arrivederci al 2020, si correrà dall’1 al 10 agosto.

Si sposta la QuadrOrtaThon, dalla tradizionale data ad inizio giugno al 10-13 aprile 2020.  

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video