Presidente Aurelio De Laurentiis: via la pista di atletica dal San Paolo! Ma forse ha ragione.

di Cesare Monetti

E’ di questi giorni la polemica innescata dal Presidente del Napoli Calcio Aurelio De Laurentiis che in una intervista rilasciata a Radio Kiss Kiss Napoli, nella rubrica ‘Il calcio che vorrei’, si è anche espresso sul problema stadio e sul fatto che l’atletica leggera non è spettacolare e non produce pubblico. Nel suo intervento ovviamente spinge per i suoi interessi d’imprenditore del calcio, dove mira ad avere uno stadio all’avanguardia sui modelli dello Juventus Stadium oppure di altri esteri o del possibile nuovo San Siro. Parla a ragion veduta, anche in merito alle Universiadi di questi giorni dove il San Paolo è risultato, tra le polemiche, spesso deserto e silenzioso. Non il massimo della gioia.

“La pista di atletica rende i tifosi del calcio ‘lontani’, meglio toglierla e farli avvicinare. L’atletica tanto ha pochissimi spettatori” le parole del Presidente.

E se avesse ragione?

E’ meglio avere un San Paolo vuoto, inutilizzabile, dai costi altissimi oppure avere un proprio stadio solo dedicato all’atletica, da tipo 10mila spettatori e riuscire ad usarlo in autonomia tutte le domeniche con gare di tutti i livelli, dai bambini ad un meeting internazioale e che diventi una vera bomboniera dell’atletica leggera italiana? Uno stadio dove anche magari si potrebbe fare da base per la mezza maratona di Napoli o una eventuale futura maratona usufruendo di spogliatoi e altri servizi annessi…

E se il nostro Presidente Fidal andasse a parlare con De Laurentiis e chiedesse uno stadio dedicato all’atletica come ad esempio lo stadio Luigi Ridolfi di Firenze gestito da Atletica Firenze Marathon?

De Laurentiis ha ragione, una pista così serve a poco e nulla, ma alla fine apre la porta: “sono disposto a costruirne una nuova…”.

Queste le sue parole sul tema stadio: “Sono il centro di interesse della comunità calcistica e devono essere ultratecnologici e concepiti all’altezza di un grande club così come di una squadra minore. Bisogna modificare la legge che esiste e trovare disponibilità economiche che potrebbe mettere lo Stato a disposizione. Come? In due modi: non si pagano i profitti se uno quei soldi li va a destinare al miglioramento degli impianti sportivi; reintrodurrei le scommesse nel calcio ed il 50 % degli utili finiscono alla Federcalcio che li destina alle varie Leghe per la costruzione di impianti. Spalti a ridosso del terreno di gioco al San Paolo? Se ascoltiamo il populismo del Comune, diventa irrealizzabile. Si dice sempre: “Il San Paolo incute timore” etc. Pensate cosa sarebbe se il pubblico potesse essere attaccato al terreno di gioco. L’atletica ha pochissimi spettatori anche per il caldo. Tutti quanti hanno elogiato la pista dicendo che è tra le migliori al mondo e quindi va fatto un plauso a chi l’ha realizzata. Però poi ci sono pochissimi spettatori a differenza della Scandone, del PalaBarbuto e degli altri impianti. L’atletica già di per sé non è troppo spettacolare perché non c’è competitività, eccezion fatta per la corsa. Manca l’uno contro uno. E’ possibile buttare i soldi per cose che non vengono utilizzate? Il San Paolo è il tempio del calcio oppure no? Perché mi pare che il Comune crede che non lo sia. Sembra che lo facciano per lanciare anatemi e per creare entusiasmo. Stanno facendo campagna politica per le regionali? Caro sindaco, caro Auricchio, caro Borriello, un San Paolo vibrante che vince ancora di più attraverso il tifo come si può ignorare? Come si può ignorare un pubblico così appassionato. San Siro ha la pista d’atletica? Il Ferraris ha la pista d’atletica? In Inghilterra? Vogliamo scimmiottare il calcio inglese ed essere bravi come in Spagna, poi però ci perdiamo in un bicchier d’acqua perché dobbiamo far politica de il San Paolo deve essere il luogo di tutti. I multiuso non funzionano mai, la specificità fa grandi le imprese. Sono pronto a costruire la pista d’atletica altrove con i soldi miei”.

E se ci provassimo a convincerlo?

Lascia un commento

Freelifenergy
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
Il recupero e la regola delle 4 R
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video