Il 20° Giro Lago di Resia ‘by night’ è da record: vince Konstantin Wedel

Foto di sportfoto.bz.it

Il tedesco fa il primato della gara, dalla Germania anche Simone Raatz, la prima donna.

E’ stata una grande festa piena di sorprese e fuochi d’artificio a mezzanotte.

CURON – Festa doveva essere e festa è stata. L’ultimo ricordo, il saluto finale di una grande giornata, è stato quello dei fuochi d’artificio che a mezzanotte dopo la gara hanno illuminato Curon, parte della Val Venosta, il campanile sommerso e tutto il lago di Resia. Tutti con il naso all’insù, a godere dello spettacolo finale di questo 20° Giro Lago di Resia. E’ stata un’edizione speciale e che entrerà nella storia, corsa in notturna, con la sola illuminazione delle fiaccole e delle lampade frontali dei 4mila runner provenienti da tutta Europa, di cui 2146 finisher nella gara principale competitiva.

Entra nell’albo d’oro e vince il 20° Giro Lago di Resia il tedesco 25enne Konstantin Wedel (Bäckerei Angerer/ Lg Telis Finaz Regensb) con il tempo di 47’23” nuovo record del percorso. Il precedente era di Milan Kocourek di 48’17” fatto nel 2013. Piazza d’onore in seconda posizione troviamo in JaitehOusman (Trentino Running team) in 49’23”, terzo posto per Emanuele Repetto (Team Km Sport) che ha così completato il podio terminando in 49’30”.

In gara c’era anche l’altoatesino Hermann Achmuller (Laufclub Pustertal) che sempre presente ha così concluso il suo 20° Giro, nel primo decennio ne ha vinti sei ed è arrivato per quattro volte in seconda posizione. Sabato sera si è piazzato in 9^ posizione concludendo con il tempo di 51’28”.

La vincitrice Simone Raatz (Foto Giovanni Cretti)

Gara femminile dominata dalla tedesca Simone Raatz in 56’08” che fa il bis dopo la sua vittoria del 2013. Alle sue spalle troviamo l’italiana Kathrin Hanspeter (Asc  Lf Sarntal Raiffeisen), già doppia vincitrice nel 2014 e 2015, che ha tagliato il traguardo in 56’34”, mentre è terza l’altra tedesca Anne Kasselring in 57’48”.

Uno spettacolo nelle spettacolo che era iniziato già nel pomeriggio con la Corsa delle Mele, l’evento running dedicato ai bambini e ai ragazzi, loro il nostro futuro, loro i runner del domani, centinaia le presenze. Poi ancora nel pomeriggio le Hand Bike e i Nordic Walkers che hanno spianato la strada ai non competitivi della Just For Fun e agli agonisti per l’attesissima gara principale da 15,3km che ha visto la partenza leggermente variata rispetto al consueto. Come preannunciato per motivi di sicurezza lo start è avvenuto dalla galleria della Ss40 vicina al Campanile per poi dopo i primi 2km rientrare come da programma sull’affascinante pista ciclabile attorno al lago.

Si spengono così le luci del 20° Giro Lago di Resia iniziato già venerdì pomeriggio con l’Expo che ha accolto gli sponsor e i tanti presenti offrendo servizi quali massaggi, docce, ristorazione con il capannone lungo più di 100 metri, il più grande di sempre, dove si è mangiato, bevuto, ballato e dove i partecpanti hanno anche corso l’ultimo tratto di gara proprio passando tra i tavoli festanti. L’appuntamento non può che essere per il luglio 2020 con la 21esima edizione che immaginiamo già carico di emozioni e sorprese.

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video