Gabe Grunewald ha lottato e perso la sua battaglia contro il cancro

La statunitense Gabe Grunewald, campionessa nei 3.000 indoor nel 2014, ad un soffio dalla convocazione olimpica nel 2012, è morta ieri dopo una tanto lunga quanto coraggiosa battaglia contro il cancro. Nel 2009, infatti, le era stato diagnosticato un carcinoma adenoide cistico. Tuttavia, la Grunewald aveva continuato a correre, stabilendo il suo personal best sui 1.500 m (4’01″48) nel 2014.
Nel 2016, il tumore era ricomparso al fegato, costringendo Gabe a rinunciare al professionismo nel 2017. La Grunewald ha continuato a correre per raccogliere fondi per la Brave Like Gabe Foundation.
Il mese scorso Gabe aveva dovuto rinunciare ad una 5 km proprio per l’aggravarsi della sua condizione che l’ha portata al ricovero e, infine, alla morte.

Una settimana fa aveva fatto scalpore ancora la sua tenacia. Quando sembrava ormai finita davvero e il marito già la piangeva sui social lei ha detto ‘No. Non ancora’. Facendo un miracolo. Ha resistito ancora qualche giorno, finchè, purtroppo, ha dovuto cedere.

Tantissimi i messaggi di cordoglio per questa grande eroina, raccolti anche grazie al marito che ha chiesto via un ultimo saluto per la moglie con l’hashtag #bravelikegabe.

One Response

  1. caputo gennaro 13/06/2019

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto