Andrea Secchiero nuovo testimonial Sziols Italia

“Verso i Mondiali di acquathlon con un unico obiettivo: vincerli!

Prima sarà al via del DeeJay Tri e del Triathlon di Bardolino.

Andrea Secchiero, 31enne triatleta professionista in forze alle Fiamme Oro è diventato un nuovo atleta testimonial di Sziols Italia. Un altro grande triatleta si inserisce nella nostra squadra ambassador già composta per il triathlon da formidabili atleti quali Alice Betto, Marta Bernardi e Giulia Bedorin.

Andrea Secchiero ha vissuto la prima parte di stagione “a tutta”. Il triatleta, portacolori delle Fiamme Oro, non si è risparmiato e ha incamerato diverse gare e parecchi risultati importanti.

A cominciare dall’ultimo week end (18-19 maggio), quando al Santini TriO Bibione ha disputato sabato il triathlon olimpico, vincendolo in 1:50:44, e domenica lo sprint, salendo sul terzo gradino del podio, dietro a Matthias Steindwandter (C.S. Carabinieri) e Marco Corrà (Project Ultraman).

«L’obiettivo era andare a podio in entrambi, quindi sono molto soddisfatto. Nella gara di olimpico mi sentivo bene e ho gestito il vantaggio soprattutto nella frazione di corsa, pensando anche di dover correre lo sprint il giorno dopo. Domenica ho trovato atleti più freschi di me e li ho subiti, ma la terza posizione, ovviamente, va benissimo.»

Otto gare in poco più di due mesi di stagione agonistica, con due vittorie (Duathlon di Santena e Triathlon Sprint di Asola) e due secondi posti (Triathlon Sprint di Salò, trasformato in un duathlon per maltempo, e Triathlon Olimpico di Caldaro), e un quinto posto ai Mondiali di Aquathlon, disputati a Pontevedra il 2 maggio scorso, che non appaga fino in fondo.

Ora per il nuovo testimonial di Sziols è tempo di rifiatare prima di affrontare la seconda parte del 2019, con alcune gare “in casa” e l’Europeo di aquathlon, in programma a Targu Mures (Romania) il 5 luglio prossimo.

Quali saranno i tuoi prossimi impegni?
«L’8 giugno sarò al DeeJay Tri, all’Idroscalo di Milano, dove correrò il triathlon olimpico e il 16 mi aspetta un altro olimpico, storico, quello di Bardolino, con cui tra l’altro ho un conto aperto. L’anno scorso, alla prima curva del percorso in bici, sono caduto; la gara l’ho finita, ma in settima posizione. Quest’anno voglio almeno il podio. E poi il 23 giugno mi aspetta il Duathlon di Cesate, organizzato dal Friesian Team, la società con cui ho iniziato a praticare triathlon, prima di trasferirmi al Rho Triathlon e poi entrare nelle Fiamme Oro. Queste tre gare saranno anche un test importante in vista degli Europei di aquathlon.»

Che cosa ti aspetti da questi Europei?
«Di vincerli… o comunque di salire sul podio!»

Bibione è stata l’occasione per indossare per la prima volta gli occhiali Sziols. Qual è la tua prima impressione?
«Più che buona! Sono leggeri, pratici e soprattutto non si appannano e non subiscono il minimo movimento quando corri. Manna dal cielo per il triatleta. Ora devo provare le altre lenti in dotazione, con diverse gradazioni di colori. Vi farò sapere.»

Andrea Secchiero utilizzerà per questa stagione gli Sziols con Telaio x-kross 3.0 Red rubbertouch e Lente bike Focus Pro.

SZIOLS SPORT GLASSES, UNA STORIA DI SUCCESSO – Nata nel 1999 su iniziativa di Beate Gabelt, sportiva praticante e designer industriale, che voleva creare un occhiale che non si appannasse, calzasse perfettamente e fosse adatto all’utilizzo multisport, Sziols Sport Glasses si è subito ritagliata uno spazio importante nel settore degli occhiali sportivi grazie all’innovativoSistema Modulare X Cross, l’occhiale sportivo che si adatta ad ogni tipo di attività e condizione climatica, garantendo una visione perfetta e senza appannamenti. Gli occhiali Sziols presentano soluzioni tecnologiche all’avanguardia, come la tecnologia ACM, che garantisce una vista libera da appannamenti, il Tinting Lens Tecnology, con lenti intercambiabili a seconda dello sport praticato, Optical Frontload, l’invenzione unica al mondo per la perfetta applicazione del clip ottico per le lenti correttive, e il Sistema Pimp Up per la personalizzazione dell’occhiale secondo il proprio stile personale.

Per informazioni: www.sziols.it

Lascia un commento

Freelifenergy
Carbo load: tra verità e leggenda
Marco Zanchi e Franco Zanotti: Team Freelifenergy per la Monza-Montevecchia EcoTrail
KARBO GEL è la novità di Freelifenergy
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto