VOLKSWAGEN PRAGUE MARATHON: CATHERINE BERTONE: “Ho scelto Praga per diversi motivi, temo solo il vento”

PRAGA – Saranno ben 400 gli italiani che questa domenica correranno la 25^ edizione della Volkswagen Prague Marathon, gara insignita del prestigioso Iaaf Gold Label per il decimo anno e principale protagonista del circuito Runczech che raduna ben otto competizioni di altissimo livello. Eventi che hanno foatto correre nel 2018 più di 100mila persone in Repubblica Ceca, un numero enorme. A capo dell’organizzazione da tanti anni c’è il napoletano Carlo Capalbo che oltre ad essere il presidente di Runczech è il Presidente della commissione corse su strada della Iaaf e presidente di Asd Napoli Running, la società sportiva che da due anni organizza la Napoli City Half Marathon di Febbraio e la Sorrento Positano Ultramarathon in programma il prossimo 1 dicembre.

In totale domenica a Praga saranno 16.500 i partecipanti, tra questi 10.600 in maratona e 5.900 impegnati tra Family Run e Walk with Dogs. Maratona di Praga che festeggia le nozze d’argento, sarà la 25esima edizione, start previsto alle ore 9 dalla Old Town Square con un tempo massimo di 7 ore. I runner percorreranno oltre al centro storico anche molti chilometri affianco al fiume Vltava che verrà attraversato con ben sette ponti, compreso il famoso Charles Bridge. Ancora lungo i 42,195km si passerà davanti al Teatro Nazionale, alla Dancing House, al Municipio e tanti altri monumenti storici della capitale ceca.

Giovedì, venerdì, sabato Expo aperto con oltre 120 stands, e sabato gran vigilia con 5400 persone impegnate nella Family Run da 3 o 5km e la ‘Walk with dogs’ con 500 iscritti, tra questi troviamo la top runner ceca Eva Vrabcová Nývltová (primatista nazionale con 2h30’10”) con la sua cagnolina Bela.

Approfondendo le statistiche si conferma che saranno ben 5.000 gli stranieri sui 10.600 partecipanti che arriveranno da 92 nazioni estere. Le donne saranno più di 2.500 rappresentando il 24% dei partecipanti totali e l’età media delle donne è di 40,4 anni mentre per gli uomini risulta un’età media di 42,7 anni. L’anno scorso il tempo medio di tutte le donne impegnate nella maratona è stato di 4h19’29”, mentre gli uomini hanno corso mediamente in 3h50’52”. L’atleta più anziano è della Repubblica Ceca ha 85 anni mentre la donna più attempata è britannica e ne ha 75, mentre saranno più di mille i volontari impegnati. 20 le band musicali presenti sul tracciato. 

Tra i top runner, Italia in prima fila grazie alla mamma-dottoressa valdostana Catherine Bertone che da qualche anno sta sorprendendo per i suoi risultati di altissimo livello nonostante l’età (1972 anno di nascita) e gli impegni di famiglia e lavoro non trattandosi di una professionista: “Sto bene, sono tranquilla, sono ‘in bolla’ – fa sapere Catherine ormai in partenza per Praga – Gli allenamenti sono andati bene, senza intoppi, mi preoccupa un po’ il tempo, ho visto che è prevista temperatura fredda e soprattutto vento forte che è la cosa più grave. Non so ancora come vestirmi, non vorrei coprirmi troppo e poi avere caldo”.

Tre mesi di allenamenti e la scelta di qualche mese fa caduta su Praga per diversi motivi: “Dopo gli europei di Berlino dell’agosto scorso ho avuto un autunno problematico anche per problemi familiari-personali e dunque mi sono ritrovata in ritardo con la preparazione. Alla Napoli City Half Marathon di fine febbraio sono andata maluccio ma ero proprio in ritardo sulla tabella, già a fine marzo stavo decisamente meglio, infatti alla mezza Santander di Torino sono arrivata a soli 7” dal mio primato personale. Praga dunque l’ho scelta perché era in fondo alla stagione e avevo i tempi giusti per prepararla”.

Catherine fa anche un bilancio dei suoi allenamenti: “Il tempo per allenarsi è sempre poco, ma alla fine riesco a fare in genere almeno 150km alla settimana, doppiando la sera con 10km davvero lenti solo due o tre volte al massimo. Solo in Aprile in raduno in Toscana ho toccato i 170km ma lì avevo tutto il giorno a disposizione ed è stato più semplice”. Una scelta, quella di correre a Praga, avvenuta anche per motivi tecnici: “Inizialmente avevo pensato a Londra ma poi guardando le classifiche degli anni scorsi mi sono resa conto che avrei rischiato di dover correre da sola per tanti chilometri, di non poter rimanere agganciata a nessuna. Infatti diverse atlete di quest’anno che dovevano fare tipo 2h25’ hanno chiuso anche sulle 2h30’. Non ho voglia di correre sola, già a Berlino mi sono fatta in solitaria dal 22 al 42km e non è stato facile anche se poi ho chiuso in 2h30’06”.

Quindi quale sarà la tattica di Catherine Bertone domenica? “L’ideale sarebbe passare in 1h14’30” alla mezza ma vedremo se le condizioni meteo lo permetteranno, certo dovrò lavorare d’esperienza. Non voglio partire forte, non devo strafare nei primi chilometri. Ci sarà mio marito Gabriele con me a tirarmi fino al 25km. Sarebbe stupendo trovare come a Berlino 2017, quando feci 2h28’, trovare un bel gruppone anche di uomini così da poter correre coperta e in compagnia. In quel caso spegni il cervello, ti fai trascinare e risparmi energie preziose anche mentali che possono essere poi importanti nella parte finale”.

Ancora Italia nella lista delle élite runner con Elisa Stefani, classe 1986, che ha un primato personale di 2h37’54” e ultima maratona corsa a Valencia con 2h38’16”.

Questa la lista degli atleti èlite che la nostra ‘dottoressa volante’ affronterà  alla Volkswagen Prague Marathon. Record della gara di grande prestigio che confermano il blasone internazionale che si è guadagnata la maratona di Praga negli anni. Al maschile troviamo il 2:05:39 fatto nel 2010 da Eliud Kiptanui (KEN)

GARA UOMINI – In gara il numero tredici del mondo e precedentemente campione africano junior sui 5 e 10 km, il marocchino El Mahjoub Dazz ha fermato il cronometro su 2:05:26 a Valencia. Tra gli altri top runner troviamo Amos Kipruto che ha corso la sua ultima maratona a Berlino in 2:06:23, sebbene abbia spinto il più possibile per chiudere la gara sotto 2:06:00. 

Altri tre keniani hanno fatto registrare performance impressionanti all’inizio dell’anno: Yego Solomon Kirwa ha partecipato alla maratona di Valencia piazzandosi 8^ in 2h06’24”, esperienza importante proprio per preparare la Volkswagen Prague Marathon, mentre il personal best di Paul Maina è attualmente 2:08:49 fatto in questo gennaio a Marrakech.

Tra gli altri top runner c’è il keniano Bernard Kiprop Kipyegoed il giovane etiope Aychew Bantie. L’atleta, che ha partecipato alle olimpiadi di Londra del 2012, tornerà a Praga per migliorare la sua 29esima posizione dello scorso anno. A correre la sua prima maratona di Praga lo spagnolo Hamid Ben Dauod, che finora ha gareggiato quasi esclusivamente nel suo paese, in Marocco ed in Turchia oltre alla Maratona di Valencia terminata in 2h10’21”.

GARA DONNE – Siamo lieti di annunciare che ci sarà una bella battaglia anche tra le donne. La keniana Bornes Jepkirui Kiturha sicuramente un ottimo ricordo di Praga, avendo qui ottenuto il suo personal best e vinto nel 2018 in 2:24:19 con un vantaggio di almeno un minuto sulla concorrenza. Torna ovviamente per fare il bis. A fine gennaio ha partecipato alla Maratona di Osaka dove si è piazzata terza in 2h26’01”.

Vi sono altre top runner sono sullo stesso piano. La campionessa europea di 10,000 m, detiene il titolo di “sport woman” nel suo paese, naturalizzata israeliana, Lonah Chemtai Salpeter, l’americana Kelly Taylor Johnson che sarà in grado di di tener testa alle atlete africane.

Oltre a questi pronostici, la keniana Lucy Cheruiyot correrà la sua prima maratona e potrebbe riservare delle sorprese alle sue avversarie. Finora, ha collezionato successi sui 10 km e nella mezza maratona e la sua preparazione fa pensare che possa tener testa alle prime tre. La compatriota Genet Yalew ha corso la maratona di Dubai, portandola a termine in 2:27:46.Yalew è un’atleta versatile con ottime performances su tutti i tipi di tracciato, con il suo 1:06:26 si inserisce nella top ten nella storia di mezza maratona, assicurandosi anche il titolo di migliore etiope di sempre sulla distanza dei 21,097km.

INFORMAZIONI – http://www.runczech.com/it

https://www.facebook.com/runczech/

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Maratone italiane: -10% partecipanti nei primi 5 mesi 2019: che botta, colpa di Roma!?
Cortina-Dobbiaco Run – 20 candeline per la Cortina-Dobbiaco Run
Scegli la tua gara firmata TDS il week end dal 24 al 25 maggio
Freelifenergy
KARBO GEL è la novità di Freelifenergy
Allenare la fatica muscolare: strategie tra allenamento e nutrizione
COME RECUPERARE DOPO UNA GARA CON LA GIUSTA ALIMENTAZIONE
#pastaparty
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto
Come alimentarsi durante una gara