UNESCO Cities Marathon, arriva “l’uomo con le bandiere”

Ilie Rosu correrà l’intera maratona portando i vessilli di Romania, Italia, Unione Europea e Unesco: un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli che l’atleta romeno ha diffuso in tutto il mondo, in dieci anni di gare, e ora approda anche sulle strade friulane

In dieci anni ha corso oltre 220 maratone. Già questo sarebbe un piccolo record. Ma Ilie Rosu fa di meglio: ogni volta porta con sé alcune bandiere. Quella della sua Romania non manca mai. Ma poi Ilie vi aggiunge altri vessilli, che richiamano la località in cui si svolge la gara. All’Unesco Cities Marathon, domenica 31 marzo, correrà con le bandiere di Romania, Italia, Unione Europea e Unesco. Perché lo fa? Per lanciare un messaggio di pace e fratellanza tra le nazioni. In Friuli, per di più, Ilie festeggerà anche il 59° compleanno, che cade pochi giorni prima della maratona. Militare di carriera e sportivo a tutto tondo, Ilie Rosu ha corso la prima maratona a Budapest nel 2008. L’idea delle bandiere gli è venuta però due anni dopo, nel 2010, a Roma. Ed è stata subito un successo. Tanto che poche settimane dopo ha replicato l’impegno alla maratona di Boston. Da allora, Ilie ha corso oltre 220 maratone in tutto il mondo. Portando sempre con sé le bandiere: a volte due, a volte tre. L’anno scorso, a New York, ne aveva addirittura cinque. Non va neanche tanto piano: le sue maratone durano poco più di quattro ore. “Ho sempre ammirato chi prova a superare i propri limiti – dice Ilie -. Spesso, durante la corsa, scopriamo in noi stessi energie sconosciute che possiamo usare quotidianamente per raggiungere i nostri obiettivi e per educare la nostra volontà alla sconfitta”. Ilie, ovviamente, durante le sue imprese, non passa mai inosservato. “Alla prima maratona non conoscevo nessuno, ora ho centinaia, forse migliaia, di amici in tutto il mondo. Durante la maratona incontro grida, applausi. A volte sono costretto a fermarmi: ad alzare le bandiere e ad inchinarmi di fronte a chi mi manifesta tanto affetto. E poi ci sono i miei connazionali, che incontro ovunque, con le lacrime agli occhi”. Anche il Friuli è pronto ad applaudirlo e ad emozionarsi con lui.

UNA MARATONA, TANTI TRAGUARDI – L’Unesco Cities Marathon, anche quest’anno, non sarà soltanto la classica gara sulla distanza regina dei 42,195 chilometri. Sulle strade della storia promettono emozioni anche la Iulia Augusta Half Marathon, la nuova corsa sui classici 21,097 km della mezza distanza (aperta pure ai praticanti del nordic walking), con partenza da Palmanova, e il ritorno dell’Unesco in Rosa, corsa e camminata interamente dedicata alle donne. Unesco Cities Marathon offrirà inoltre la Roller Marathon (42, 16 e 7 chilometri), il Trysport, una gara promozionale di duathlon, e la corsa degli Special Olympics, con start da Terzo di Aquileia. Traguardo, per tutti, nella splendida Piazza Capitolo ad Aquileia. Dove la corsa incontra la Storia.

CAMPIONATO ITALIANO ESERCITO – Anche quest’anno l’Unesco Cities Marathon si vestirà del tricolore con le stellette: l’evento del 31 marzo sarà valido, anche quest’anno, come Campionato Italiano Esercito. L’Unesco Cities Marathon coinciderà con il campionato regionale assoluto e master Fidal. In palio inoltre i titoli tricolori dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport (UNVS).

UNESCO IN ROSA – Di corsa. In rosa. Per divertimento, ma anche e soprattutto per sostenere il principio che la prevenzione può, e anzi deve, diventare uno stile di vita. Tra i grandi eventi del 31 marzo c’è anche l’Unesco in rosa, manifestazione podistica dedicata a tutte le donne, che ha debuttato con successo nel 2018. Unesco in rosa significa corsa, camminata a passo libero, nordic e fit walking. Significa, in una parola, movimento. E benessere. L’edizione 2019 di Unesco in rosa scatterà da Piazza Indipendenza a Cervignano del Friuli, per concludersi in Piazza Capitolo ad Aquileia. Il percorso, di circa 7 chilometri, nel tratto finale sarà lo stesso di maratona e mezza maratona. Al fianco del comitato organizzatore dell’Unesco Cities Marathon, per l’Unesco in rosa, ci sarà la sezione friulana della LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, a cui andrà il ricavato della manifestazione. Il via alle 12 (iscrizioni anche sul posto, a partire dalle 9). Vince chi c’è.

ORARI – La partenza dell’Unesco Cities Marathon avverrà alle ore 9.15 da via Tombe Romane a Cividale del Friuli. La prima edizione della Iulia Augusta Half Marathon, sulla mezza distanza, scatterà invece da Palmanova alle 10.45. Questo il riepilogo degli orari di partenza delle prove che compongono l’edizione 2019 dell’Unesco Cities Marathon. Ore 9: partenza duathlon (Cividale). Ore 9.05: Partenza Roller Marathon (Cividale). Ore 9.15: partenza Unesco Cities Marathon (Cividale). Ore 10.45: partenza Iulia Augusta Half Marathon (Palmanova). Ore 10.45: partenza Iulia Augusta Half Marathon Nordic Walking (Palmanova). Ore 10.50: Partenza Iulia Augusta Roller Marathon (Palmanova). Ore 11.50: partenza Unesco Free-Roller (Cervignano del Friuli). Ore 12.00: partenza Unesco in rosa (Cervignano del Friuli). Ore 12: partenza Special Olympics (Terzo di Aquileia).

DIRETTA SU RADIO PUNTO ZERO – Con l’Unesco Cities Marathon correrà anche Radio Punto Zero. L’emittente radiofonica regionale, al 42° anno d’attività, sempre al fianco dei grandi eventi, seguirà la maratona con una radiocronaca diretta ed intervisterà gli atleti all’arrivo ad Aquileia. Appuntamento sulle frequenze 101.1-101.3-101.5 per il Friuli Venezia Giulia, il Veneto orientale, le Dolomiti, le coste della Slovenia e sulla frequenza 90.100 a Tarvisio (transfrontaliera con l’Austria-Carinzia) e in streaming mondiale su www.radiopuntozero.it, per una radiocronaca davvero senza confini!

-In allegato: foto di Ilie Rosu impegnato in alcune maratone.

UNESCO CITIES MARATHON – LA MARATONA DELLE CITTA’ DELL’UNESCO
In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre l’unica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre “città stellata”, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, e Aquileia, che accoglie l’arrivo degli atleti nello stupendo scenario di Piazza Capitolo, distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui l’idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana, entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 9 luglio del 2017. La prossima edizione dell’Unesco Cities Marathon – la settima – si svolgerà il 31 marzo 2019. Quarantadue velocissimi chilometri nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d’Italia che, per la prima volta, saranno ufficialmente accompagnati dalla Iulia Augusta Half Marathon, gara sui classici 21,097 chilometri della mezza maratona. 

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto