STRAMILANO: 7000 ATLETI DELLA 44° EDIZIONE DELL’HALF MARATHON

Domenica 24 marzo i fuoriclasse del running internazionale correranno la mezza maratona tra le più veloci del mondo

MILANO– Pronti ai nastri di partenza per correre la Stramilano Half Marathon, la mezza maratona cittadina fra le più veloci al mondo: l’appuntamento è per domenica 24 marzo alle ore 10.30 in piazza Castello, punto di partenza del tracciato di 21,097 km lungo il quale gareggeranno atleti italiani e internazionali. 

Anche quest’anno l’obiettivo è di battere il record della manifestazione, i 59’12’’ registrato nel 2016 dal keniota James Mwanj Wangari e superato a livello mondiale solo nel 2005.

La gara è aperta a tutti i tesserati Fidal e Enti di promozione sportiva e run card: i partecipanti correranno lungo i viali della circonvallazione e taglieranno il traguardo in Piazza Castello.

A fare da supporto ai runners lungo tutto il tragitto, anche quest’anno, in collaborazione con Training Consultant, saranno presenti gli assistenti di gara, i pacer per le diverse andature, riconoscibili da palloncini colorati e dalla divisa Asics, sponsor tecnico della manifestazione.

L’edizione numero 44 della Stramilano Half Marathon vede tra i favoriti  Frederick Moranga, vincitore della Stramilano 2017, il keniota Jairus Birch specialista dei 3000 siepi che ha scelto la Stramilano per esordire sulla distanza della mezza maratona. Sul fronte azzurro il nome più rappresentativo è quello del giovanissimo Lorenzo Dini, classe 1995, vice campione europeo under 20 sui 10.000m nel 2013, attualmente allenato da Stefano Baldini.  In campo femminile, riflettori puntati su Lucy Wambui Murigi, già vincitrice della Stramilano nel 2014 in 1h10’52’’, campionessa in carica di corsa in montagna 2018, e su Priscah Jeptoo, argento in maratona sia ai Mondiali di Daegu che ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Tra le italiane occhi puntati su Elena Romagnolo, ex azzurra, olimpionica nel 2008 e nel 2012, nonché finalista Mondiale ed Europea.

Trionfatore dell’edizione 2018 della Stramilano Half Marathon è stato il keniota Felix Kibitok con l’eccellente tempo di 1h00’11”, arrivato al traguardo davanti all’atleta eritreo allenato dall’ex atleta azzurro Ruggero Pertile Shumay Solomon (1h00’40”) e Paul Mwangi (1h00’42”).

Nel 2018, sul gradino più alto del podio femminile è salita Sutuma Kebede che ha tagliato il traguardodopo 1h07’54”, mentre il secondo e il terzo posto sono andati, rispettivamente, a Ruth Karanja (1h10’15”) e Pauline Esikon (1h12’37”).

Nata nel 1976, la Stramilano Agonistica è una gara ufficiale del calendario FIDAL, Federazione Italiana di Atletica Leggera, e si avvale del sistema di rilevazione dei tempi TDS, chip riconosciuto dall’IAAF, International Association of Athletics Federation, per l’omologazione di eventuali record mondiali. Il percorso è certificato da misuratori IAAF e il tempo ufficiale è attestato dalla Federazione Italiana Cronometristi.

Dal 1998 Croce Rossa e Stramilano collaborano con l’iniziativa “Il Villaggio degli Atleti” per offrire assistenza sanitaria, logistica e ristorazione a tutti coloro che partecipano alla gara.

Per saperne di più sulle tante attività ed eventi della Stramilano 2019: la pagina Facebook (www.facebook.com/Stramilano) dove si possono scambiare opinioni, consigli ed essere sempre aggiornati sulla gara, il canale video (www.youtube.com/Stramilanopeople) e il sito www.stramilano.it dove trovare tutte le informazioni utili per iscriversi alle tre gare e consultare i suggerimenti di allenatori e medici per affrontare al meglio la corsa.

One Response

  1. Gennaro 22/03/2019

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto