Giorgio Calcaterra stop: 1° ritiro in una 100km dal 2007. Nel Caribe è successo che…

di Cesare Monetti

Giorgio Calcaterra e Monica Casiraghi alla 100km del Caribe

Giorgio Calcaterra non ce l’ha fatta a iscrivere il suo nome al primo posto nell’albo d’oro della 100km del Caribe. Era arrivato a Santo Domingo nei giorni scorsi per correre questa 100km con diversi amici, forse con poche velleità di classifica ma si sa che quando ‘Re Giorgio’ mette il pettorale il grande campione che è in lui si risveglia sempre. Così come era stato in Croazia in maglia azzurra ai mondiali 100km lo scorso settembre quando tirò fuori dal cilindro una prestazione superlativa. Questa volta non è andata così. Un filo deluso forse. qui sotto ciò che Calcaterra ha scritto sulla sua pagina social. Siamo sicuri che tornerà ancora una volta sui suoi grandi livelli.

Nella stessa gara, vinta dall’italiana Katia Figini al femminile, c’era in gara anche l’ex azzurra Monica Casiraghi in quella che doveva essere la sua ultima 100km della carriera.. Anche lei si è dovuta fermare per uno stiramento al polpaccio.

Queste le parole di Calcaterra:

“Sconsolato, ma felice di aver corso un’esperienza bellissima. Ieri mattina alle ore 6:30 sono partito per la 100 km del Caribe, sono stato con il gruppo di testa fino quasi all’ undicesimo km. Dopo non riuscivo più ad alzare una gamba e ho camminato per moltissimi km. Al 50esimo km, dopo 7h 46′ anche se il mio 💗 mi diceva di andare avanti ho usato la testa e mi sono fermato. Se non ricordo male è il mio primo ritiro dal 2007, difficile da accettare ma non posso fare altro. Ho accettato di ritirarmi perché la corsa deve essere star bene, e il mio trascinarmi non era un bell’esempio.
Negli ultimi km andavo circa a 11′ al km, è vero che era salita ma… 
La gara comunque la consiglio fortemente a chi ama queste distanze. Percorso interamente corribile e ben segnalato. Un’organizzazione curata, davvero una bella gara per chi ama correre e guardarsi intorno! Pensateci l’anno prossimo perché i caraibi non sono niente male. 🙂 “

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto