20^Maratona di Pisa: tutti stranieri i quattro vincitori

Johan Larsson vince all’esordio, Nikolina Sustic fa il bis

La Maratona con 1713 arrivati diventa la 7^ in Italia

(PISA) – Il vento gelido non ha raffreddato l’entusiasmo e la voglia di correre a questa storica maratona di Pisa che verrà ricordata per tanti, bellissimi, motivi. Innanzitutto il compleanno speciale di questa gara organizzata da 1063AD, 20esima edizione, una ricorrenza che ha attratto tantissimi partecipanti: cinquemila in totale, oltre mille quelli provenienti dall’estero e più di tremila quelli da fuori regione. E l’albo d’oro ancora una volta, forse più di sempre, profuma di internazionalità perché sia al maschile che al femminile sia nella 42 che nella 21km ad aggiudicarsi questa competizione sono stati atleti stranieri. A trionfare nella 42km sono stati lo svedese Johan Larsson e la croata Nikolina Sustic.

Una novità e una conferma, perché Johan era all’esordio sulla distanza di 42,195kme non si è lasciato sfuggire l’occasione di vincere in 2h16’14”, mentreNikolina ha concesso il bis in 2h42’29” dopo aver vinto ed incantato ilpubblico pisano già nel 2017.

Gara maschile contraddistinta fin dalle battute iniziali dal duello tra lo svedeseil keniano dell’Atletica Virtus Lucca Hosea Kimeli Kisorio. 1h07’31” ilpassaggio per entrambi alla mezza maratona, mentre già al 30km Johan passa in1h35’51” già con un leggero vantaggio su Kisorio transitato in 1h36’10”. Dasolo al comando lo svedese non cede nel ritmo e non concede chances agliavversari mantenendo ritmo e vivacità fino al traguardo come semprespettacolare in piazza dei Miracoli sotto la mitica Torre Pendente. Kisorioentra in crisi e terminerà solo settimo in 2h27’20”, lo sorpasseranno treitaliani e due marocchini. Infatti ad aggiudicarsi la seconda posizione è statoil brianzolo, ormai si può dire così, Nasef Ahmed (Atl. Desio) che già vinse aPisa nel 2016. Oggi ha concluso in 2h20’51” in volata davanti a Mohamed Hajjy(Atl. Castenaso) terzo in 2h20’53”. E’ la prima volta della Svezia nell’albod’oro ormai ventennale della Maratona di Pisa e con ogni probabilità il primosuccesso in una maratona italiana di un atleta svedese. “Sono felice di questavittoria che non mi aspettavo – fa sapere Larsson – Anche se ieri avevo dettoche ero in grado di correre in 2h16’ e così è stato. E’ la mia prima maratona eavrò sempre uno splendido ricordo di questa gara e questa città. Ho un primatopersonale di 1h05’03” in mezza maratona, ma era venuto il momento di provare acorrere una 42km”.

Avevamo annunciato aria di rivincita e battaglia nella gara riservata alle donne e così è stato. Nikolina Sustic, campionessa mondiale ultramaratona 100km, ha dovuto vedersela con una agguerritissima ungherese Tunde Szabo che si è migliorata di parecchio rispetto all’anno passato e che ha dato filo da torcere alla croata. Per entrambe 1h19’10” il passaggio alla mezza maratona, mentre il finale ha visto Nikolina Sustic vincere in 2h42’29” e la Szabo seconda in 2h43’35”. L’anno scorso Szabo conquistò il secondo gradino del podio in 2h46’35”. Oggi terza è stata ancora una partecipante estera confermando un podio tutto extra-Italia: 2h45’07” per la tedesca Luisa Boschan. Prima italiana Federica Moroni (Golden Club Rimini) giunta quinta in 2h52’34”. “E’ la mia diciassettesima maratona quest’anno, tutte corse sempre molto forte e diverse vittorie. Più i successi alla 100km del Passatore e l’oro al mondiale. Un anno fantastico per me. Ho voluto esserci anche oggi qui a Pisa e tornerò ancora nonostante abbia preso davvero tanto freddo nella strada di ritorno, dopo il 30km con il gelido vento contrario”.

Anche la Pisanina Half Marathon parla straniero al femminile grazie al successo della maltese Lisa Marie Bezzina che anche lei fa il bis dopo il successo targato 2017. Prima in 1h18’22” migliorando il 1h19’42” dell’anno scorso, mentre alle sue spalle c’è Lorenza Beccaria (Atl. Saluzzo) in 1h18’32” e Claudia Gelsomino (Cardateltica) in 1h19’34”. Anche tra gli uomini è predominio estero grazie alla vittoria dell’olandese Luc Schout in 1h09’23”, secondo Jacopo Boscarini (Atl. Grosseto) in 1h10’37” e colori della Polonia per il terzo posto con Florian Pysezel che ha terminato in 1h11’10”.

Una gara da record di partecipanti, 5000 nel complesso gli iscritti grazie anche alla Corsa dei Babbi Natale non competitiva da 3-7-14km, a tracciare un primo bilancio è Andrea Maggini General Manager storico della maratona fin dal 2003: “La grande notizia è che con 1713 arrivati sui 1960 iscritti Maratona di Pisa dopo vari anni fissa al decimo posto balza in settima posizione per numero di arrivati in Italia. La Pianina Half Marathon da 21km ha registrato 1526 arrivati su 1800 iscritti. Maratona di Pisa che porta turismo in città, registriamo il tutto esaurito tra gli alberghi in città e in tanti comuni limitrofi già da un mese. L’indotto che ricade sul territorio è di circa 3,5milioni di euro e questa è una grande soddisfazione. Per il percorso è andato tutto bene, non ho nessuna criticità, un po’ un peccato per il vento dopo il 30km che ha condizionato le prestazioni cronometriche di tanti partecipanti ma va bene così”.

Tra i 5000 partecipanti giusto segnalare i consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione che hanno corso con una maglia di sensibilizzazione ad una guida prudente coordinati dalla presidente della Terza Commissione Maria Punzo.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Boom: A dicembre una seconda Maratona di Roma
Che sorpresa: 65 euro totali l’iscrizione di Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon e Maratona Internazionale di Roma
Maschio Angioino e un runner sulla medaglia della 6^ Napoli City Half Marathon