SPORTWAY Lago Maggiore Marathon, protagonisti gli atleti di casa. Infatti a vincere è…

(VERBANIA) – L’avevamo detto, senza i temibili atleti africani c’era spazio per conquistare le posizioni del podio per i tanti atleti locali e così è stato. Vincitore dell’8^ edizione della SPORTWAY Lago Maggiore Marathon è stato Alessandro Lacqua, portacolori del Gav, Gruppo Atletico Verbania, la squadra di casa, in 2h37’04”. E’ sempre uno spettacolo correre sul ‘percorso più panoramico d’Italia’ come recita da sempre lo slogan ufficiale di questo evento organizzato da Asd Sport Pro-Motion che si svolge ‘tutto sull’acqua’, sulla sponda del lago piemontese tra Verbania e Stresa. Luoghi meravigliosi che il mondo ci invidia e che quest’anno più di sempre ha attratto partecipanti stranieri. A conti fatti, tra i 1680 iscritti totali nelle quattro distanze di gara, quasi 400 i runner provenienti dall’estero con decine di nazioni estere rappresentate.

Un’edizione finalmente non bagnata dalla pioggia, anzi un timido sole ha accompagnato gli arrivi dei primi classificati della maratona, vento assente, condizioni ideali per correre e divertirsi in quello che è l’evento sportivo più partecipato della provincia del Vco. Per quanto riguarda la maratona completano il podio alle spalle di Alessandro Lacqua il secondo arrivato Emiliano Ceraulo (Podismo Muggiano) in 2h53’20” e Marco Rossi (Podistica Arona) con 2h55’01”.

“Quando ho visto l’auto del cronometro davanti a me e ho capito di essere il primo assoluto è stata una bella emozione, ho cercato di stare tranquillo e di pensare solo al perché ero qui oggi, ovvero cercare il mio miglior tempo – le parole sul traguardo di Alessandro Lacqua – Mi sono allenato tanto e oggi ho corso principalmente per cercare il mio primato personale. E’ la mia ottava maratona, l’ultima è stata a Firenze nel novembre 2017 dove avevo corso in 2h41’. Mi sono nettamente migliorato ed è quello che volevo, poi è arrivata anche la vittoria ed è stata una piacevole e stupenda sorpresa”.

Magazziniere, padre di una bimba di 4 anni ed un secondo figlio in arrivo fra un mese, il vincitore ha un paio di didiche da fare: “Alla mia famiglia a cui tolgo tanto tempo e che mi consente di allenarmi, a Tiziana che mi allena e a Bruno Caselli che purtroppo ci ha lasciato poco tempo fa. L’anno scorso dopo Firenze mi disse che avrei potuto fare sotto le 2h40’ e così è stato. Il mio pensiero è per lui. E’ stato un anno intero pieno di emozioni e di bei risultati, alla Nexia Audirevi Lago Maggiore Half Marathon in aprile avevo fatto il mio personal best in mezza maratona che poi ho migliorato ancora a fine settembre alla mezza del Vco. Ora devo recuperare un po’ e poi penserò al 2019, sicuro tornerò alla SPORTWAY Lago Maggiore Marathon qui sulle strade di casa mia”.

Gara femminile che ha visto nell’ultramaratoneta Chiara Milanesi (Fo’ di Pe) la vincitrice assoluta in 2h57’01” davanti alla portoghese Karina Golfetto Freitas De Amorim in 3h17’31” e a Teresa Mustica (Delta Spedizioni) con 3h18’56”.

33km che si conferma gara perfetta per preparare una maratona dei prossimi mesi. Il così detto ‘lungo’, allenamento sacro per i maratoneti. Vittoria per Simone Pessina (C.S. Rocchino) in 1h56’47” che ha preceduto di un solo secondo il ‘compagno di viaggio ’ Francesco Puppi (Atl. Vallebrembana) niente di meno che il campione del mondo di corsa in montagna 2017, sul traguardo oggi in 1h56’48”. Terzo posto per Fabio Giudici (Free Zone) in 2h01’03”. Pessina e Puppi rispondono all’unisono: “E’ stata una bella gara che abbiamo voluto correre assieme, un vero allenamento per noi con i primi 5km di riscaldamento, una parte centrale corsa abbastanza forte e ultimi chilometri in defaticamento quasi. Stiamo preparando la Maratona di Valencia del prossimo 2 dicembre”.

Al femminile gara 33km dominata dall’azzurra di corsa in montagna Barbara Bani (Free Zone) in 2h14’10”, anche lei in preparazione di Valencia, seconda piazza per Marcella Giana (G.s.a. Cometa) in 2h23’45” e terza Arianna Gigoni (Urban Runners) in 2h23’55”.

Half marathon, 21,097km con arrivo a Stresa, vinta da Mattia Bertocchi (Dk Runners Milano) in 1h13’10” davanti a Alessandro Bossi (Gp Garlaschese) in 1h15’37” e Luca Belloni (Pod. Pontelungo Bologna) in 1h19’08”. Tra le donne è Gloria Giudici (Free Zone) in 1h20’30” a segnare il proprio nome nell’albo d’oro davanti a Daniela De Stefano (Asd Corricastrovillari) in 1h33’01” e Loredana Tallarico (G.S. Michetta) in 1h34’38”.

Ultima distanza prevista è stata la 10km, in questo caso vittoria per Andrea Nervi (Fanfulla Lodigiana) in 34’00” e Federica Panciera (Base Running) in 40’30”.

SPORTWAY Lago Maggiore Marathon con il progetto CORRI CON IL CUORE ha vissuto un bel momento anche nella giornata di ieri in zona Sport Expo con lo svolgimento nel pomeriggio delle corse dedicate ai progetti benefici. Charitywalk da 1km e Minimarathon da 4,2k, un decimo della maratona, corse organizzate da Sport PRO-MOTION A.S.D. che da sempre crede nell’importanza di abbinare lo sport alla promozione di valori quali integrazione, aiuto e attenzione ai soggetti disagiati e in genere alla promozione di tutte le realtà che vanno incontro ai bisogni della società. Con il progetto  “CORRI COL CUORE” Sport PRO-MOTION A.S.D. donerà l’intero incasso che l’Associazione/Fondazione benefica che partecipa all’evento incasserà grazie alle iscrizioni delle due gare.

No Responses

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Riparte il Cross per Tutti, al via l’8° edizione il 13 gennaio
Daniela De Stefano è Campionessa Italiana 100km Fidal: conferma arrivata
Sorrento – Positano, pacco gara triplo alla panoramica.
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks NightLife: la linea di abbigliamento running per farsi notare, dalla testa ai piedi
Prepararsi all’allenamento invernale con la collezione Breath Thermo di Mizuno
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile