Monza21 Half Marathon, sorrisi per Straneo e Dossena… con un occhio a Berlino

Dopo la notte della Monza 12H Cycling Marathon, puntuale alle 9,30 di domenica mattina è partita la Monza21 Half Marathon, quindicesima edizione del grande classico di fine estate targato FollowYourPassion.
 
Raccolto il testimone dai 400 rider che hanno concluso le loro fatiche poco dopo le 7,00 di mattina, è toccato ai runner scatenare la loro passione sulla pista dell’Autodromo.
 
 La gara è stata aperta da Jacopo Teruzzi, ventinovenne brianzolo affetto da tetraparesi spastica da quando era piccolissimo, che ha poi percorso 21 km su una sedia a rotelle a tre ruote modificata coadiuvato da un gruppo degli Urban Runners di Milano.
 
Il serpentone dei 4.000 podisti è stato guidato da due campionesse come Valeria Straneo, iscritta alla mezza maratona, e Sara Dossena, impegnata nella 30 km.
Entrambe le portacolori di Laguna Running hanno vinto – bene – le rispettive prove. Valeria segna il suo ritorno alle gare con un 01:13:16 molto incoraggiante mentre Sara prosegue la sua preparazione verso la New York City Marathon forte dell’odierno 01:46:39.
 
Ritrovatesi dopo l’arrivo, le due hanno appreso del record del mondo di maratona firmato da Eliud Kipchoge alla Maratona di Berlino, uno stellare 2:01:39, e lo hanno salutato come un evento davvero rilevante nella storia dell’atletica.
 
Ecco il commento sul record di Massimo Magnani, allenatore di Valeria Straneo e figura tecnica di riferimento del panorama italiano, della stessa Valeria e di Sara proprio dalla pista da cui, a loro detta, è originata la clamorosa prestazione di oggi del keniano.

 

 

 

 

Le classifiche complete della Monza21 Half Marathon sono disponibili QUI

Lascia un commento

Freelifenergy
Marco Zanchi e Franco Zanotti: Team Freelifenergy per la Monza-Montevecchia EcoTrail
KARBO GEL è la novità di Freelifenergy
Allenare la fatica muscolare: strategie tra allenamento e nutrizione
#pastaparty
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto
Come alimentarsi durante una gara