Ivana Iozzia fa i bis, vince la Zermatt Marathon. Peccato però che…

Vince, convince e fa il bis. Un sabato da favola per la nostra Ivana Iozzia, portacolori della Calcestruzzi Corradini, ma testimonial Affari&Sport, il negozio specializzato running con tre punti vendita a Villasanta, Lecco e Ballabio, dal luglio 2017. Ha vinto ancora, per la seconda volta consecutiva, la Zermatt Marathon del 6 luglio.42,500km tutta in salita, dai 1100 metri di altitudine di St Nikolaus ai 3089 di Gornergrat, passando appunto per Zermatt a quota 1.616.

CHE PECCATO – “Ho fatto un gran bel tempo – le parole di una raggiante Ivana – 3h36’20”, oltre tre minuti in meno dell’anno scorso quando vinsi con 3h39’55”. Sto bene, sono in forma, peccato non essere stata così bene un mese fa, avrei con ogni probabilità guadagnato la partecipazione ai mondiali di corsa in montagna in maglia azzurra. Invece mi mancavano i lavori di forza in salita, i problemi di questo inverno hanno rallentato la mia preparazione e solo ora sento che sto bene”.

LA TATTICA – E’ così Ivana, non molla mai. Così come la sua vittoria non è stata per nulla scontata: “Temevo parecchio la seconda arrivata, Sarah Tunstall, è molto forte. L’anno scorso ai mondiali di Premana arrivò terza ed io undicesima. Ho pensato dunque di dover fare una gara tattica, di giocarmi la mia carta dell’esperienza e dunque sono partita piano, per paura di stancarmi e non avere energie preziose nel finale. Invece ho visto che il mio distacco su di lei aumentava sempre di più. E’ un percorso in salita ‘mangia e bevi’ fino a Zermatt, dopo c’è molta più salita dal 23 al 30km ed il percorso diventa più tecnico, tra i boschi. Montagna vera, pura. E stupenda”.

ULTRALEGGERE – Ma con quali calzature ha corso Ivana questo sabato: “Visto la scorrevolezza del percorso almeno fino a metà gara ho optato per delle classiche scarpe ultraleggere da maratona della New Balance che uso da anni. Niente calzature da trail o più protettive, ho voluto la leggerezza. Certo in alcuni punti ho sentito i sassi sotto la suola, ma pochi tratti e ho fatto attenzione. Penso di aver fatto la scelta giusta”.

IL FUTURO – E ora? “Sono in gran forma e voglio sfruttare questo momento – ammette Ivana -. Già questa domenica sarò in gara in Austria alla Grossglockner Berg Lauf, gara anche questa tutta in salita. Mentre a fine mese sarò al via del Giir di Mont sugli alpeggi di Premana e non vedo l’ora”.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il solito schifo: annullata la CorriAMO Pompei con un solo giorno di preavviso…
STRAMILANO: 7000 ATLETI DELLA 44° EDIZIONE DELL’HALF MARATHON
Il 7° GALA DEL TRIATHLON si svolgerà a Cervia (RA) sabato 23 Marzo
Freelifenergy
Integrare sali minerali senza zucchero, coloranti ed aromi chimici
Sono importanti le proteine nell’attività sportiva?
Come migliorare la capacità di adattamento del tuo corpo
#pastaparty
Vito Intini vicepresidente IUTA Italian Ultramarathon and Trail Association parla a #pastapartyRuntoday di…
#Pastaparty oggi vi parla di sindrome della bandelletta ileotibiale
#Pastaparty oggi vi parla del dolore al #piriforme – Osteopata puntata 2