Mezza Maratona dell’alpe di Siusi – 27 nazioni e 700 Runner hanno preso parte alla sesta edizione.

A 1.800 metri d’altitudine, in mezzo a verdi distese d’erba, e con una vista panoramica su Sassolungo, Sassopiatto e il massiccio dello Sciliar. È questo lo scenario naturale che ha accompagnato i 700 podisti lungo i 21 chilometri della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi. La sesta edizione della half marathon dell’altopiano più vasto d’Europa ha visto atleti provenienti da 27 nazioni sfidarsi sul percorso incastonato nella suggestiva cornice delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

 

Padrone della gara maschile è stato Khalid Jbari (ITA), che ha concluso la gara in 1:21.22,8. Alle sue spalle Markus Ploner (ITA), staccato di 30 secondi ma in testa alla gara fino all’ottavo chilometro, e sul gradino più basso del podio Hannes Rungger (ITA) che ha fermato il tempo a 1:23.36,5.

Tra le donne la vittoria è andata alla tedesca Monique Siegel con il tempo di 1:34.17,4, che ha preceduto la connazionale Franziska Bossow (1:34.56,6) e l’italiana Elena Casaro (1:35.52,4).

 

La Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi è stata anche la seconda (e ultima) prova della speciale classifica combinata Alpe di Siusi Ski & Run, riservata a tutti gli atleti che, oltre alla gara di oggi, hanno portato a termine la Moonlight Classic Alpe di Siusi, gara di sci di fondo di 15 e 30 chilometri che si è tenuta lo scorso 31 gennaio sull’altopiano. Due le classifiche: una somma i tempi della mezza maratona e della 15 chilometri di fondo, l’altra somma quelli della maratonina e della 30 chilometri.

Nella prima classifica, si sono imposti i fondisti-podisti Hannes Haselrieder (ITA) con il tempo di 2:40.25,4 e l’italiana Paola Davanzo (3:52.32,8). Nella seconda, successi dell’italiano Thomas Bormolini (3:02.43,5) e della tedesca Monique Siegel (3:12.42,4).

All’Alpe di Siusi non si è però corso solo per amore della competizione e per la bellezza del percorso, ma anche per beneficenza. Una squadra di atleti locali ha infatti percorso circa due chilometri a testa con l’obiettivo di raccogliere fondi destinati a “Sporthilfe Alto Adige” – l’associazione che sostiene giovani promesse dello sport altoatesino affinché possano esprimere al meglio le loro abilità sportive – riuscendo a raccogliere la cifra totale di 4.200 Euro. Il ricavato della staffetta benefica è stato poi consegnato durante la cerimonia delle premiazioni a Hermann Trojer, consiglio direttivo della “Sporthilfe Alto Adige”.

 

CLASSIFICHE MASCHILI

  1. Khalid Jbari (ITA), 1:21.22,8
  2. Markus Ploner (ITA), 1:21.52,1
  3. Hannes Rungger (ITA), 1:23.36,5
  4. Gianmarco Bazzoni (ITA), 1:27.07,2
  5. Martin Griesser (ITA), 1:28.58,2

 

CLASSIFICHE FEMMINILI

  1. Monique Siegel (GER), 1:34.17,4
  2. Franziska Bossow (GER), 1:34.56,6
  3. Elena Casaro (ITA), 1:35.52,4
  4. Petra Pircher (ITA), 1:37.33,2
  5. Elisabetta Mazzocco (ITA), 1:42.32,8

 

Per classifiche complete: http://running.seiseralm.it/it/mezza-maratona/risultati.html

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Giro del lago di Resia, un edizione di successo con 4.000 iscritti
Scegli la tua gara! Il calendario delle gare firmate TDS dal 21 al 22 luglio.
14 al 15 luglio 2018, I risultati delle gare di Timing Data Service
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali
#Pastaparty con Julia Jones che ci parla di Venicemarathon
Video Mattoni České Budějovice Half Marathon