Maratona di Praga: trionfo di Galen Rupp, bianco tra gli africani. Mentre Gloria Giudici…

Uno spettacolo stellare. Questo riassume perfettamente la prestazione di Galen Rupp alla Maratona di Praga corsa domenica 6 Maggio. Lo statunitense non ha dato una possibilità ai suoi rivali in questa gara che non solo lo ha visto conquistare il primo posto ma anche migliorare in modo significativo il suo personale primato. Rupp è anche il primo corridore nato fuori dall’Africa a vincere la Volkswagen Prague Marathon (la seconda gara nella stagione RunCzech 2018) in 11 anni. La gara femminile ha ospitato una vittoria a sorpresa del talento keniota Bornes Jepkirui Kitur. La 24a edizione della maratona di Praga è stata avviata da Lord Sebastian Coe, presidente della IAAF.

I pronostici prima della gara ruotavano intorno a questi due favoriti: Sisay Lemma e Galen Rupp. E vedere entrambi correre fianco a fianco fin dall’inizio ha dimostrato che le previsioni erano esatte. L’americano ha aspettato fino agli ultimi quattro chilometri per alzare il ritmo, un vero duello avvincente tra i due e una grande vittoria per Galen.

“Sisay è davvero un grande maratoneta, non è stata un’impresa facile e sono davvero contento di essere riuscito a sconfiggerlo e vincere. Ho cercato di mantenere un ritmo controllato e di rimanere positivo. Vorrei ringraziare Carlo Capalbo e il suo team RunCzech per avermi invitato a Praga e per avermi permesso di essere il primo americano a vincere qui, e di farlo anche con un gran bel tempo”. Un Rupp chiaramente gioioso quello che si è presentato sul traguardo. È riuscito a migliorare il suo record personale di oltre tre minuti portandolo a 2:06:07 (il record dell’evento è 2:05:39 impostato da Eliud Kiptanui nel 2010), aggiungendo una vittoria a Praga alle sue due medaglie olimpiche e alla vittoria della maratona a Chicago. Sisay Lemma è arrivato secondo con il tempo di 2:07:03 seguito da Stephen Kwelio Chemlany (2:09:42) al terzo posto, arrivato in Piazza della Città Vecchia in 2:09:42.

Al contrario, pochi avrebbero potuto prevedere i risultati nella gara femminile. Il corridore keniota Bornes Jepkirui Kitur non era stata nemmeno presa in considerazione tra le favorite prima della gara, ma è riuscita a stare al passo con tutti, correndo verso una vittoria netta e il tempo di 2:24:19. “Ho fatto una bella gara, l’unico piccolo problema che ho riscontrato sono stati i ciottoli. Sono riuscito a togliere più di quattro minuti dal mio record personale e sono davvero felice di aver vinto” ha fatto sapere la vincitrice del Kenya. Il secondo e il terzo posto sul podio sono andati a due etiopi: Belaynesh Oljira (2:25:13) seconda, seguita da Amane Gobena (2:27:43) al terzo posto.

Un totale di 9 778 ha preso parte alla Volkswagen Prague Marathon di quest’anno, gli organizzatori stanno anche festeggiando il milionesimo corridore registrato dal 1995 quando si è tenuta la prima Maratona di Praga.

Complimenti a Gloria Giudici, prima europea e prima italiana dietro alle africane in 2h48’02”.

Results

Men

1. GALEN RUPP | USA | 2:06:07
2. SISAY LEMMA | ETH | 2:07:03
3. STEPHEN KWELIO CHEMLAY | KEN | 2:09:42
4. BARSELIUS KIPYEGO | KEN | 2:10:18
5. YUMA HATTORI | JPN | 2:10:26
6. MEKUANT AYENEW | ETH | 2:10:43
7. DUNCAN MAIYO | KEN | 2:14:54
8. SUEHIRO ISHIKAWA | JPN | 2:16:39
9. JIŘÍ HOMOLÁČ | CZE | 2:20:09
10. VÍT PAVLIŠTA | CZE | 2:20:30

Women

1. BORNES JEPKIRUI KITUR | KEN | 2:24:19
2. BELAYNESH OLJIRA | ETH | 2:25:13
3. AMANE GOBENA | ETH | 2:27:43
4. RISPER CHEBET | KEN | 2:29:32
5. SUSAN JEPTOO | KEN | 2:30:50
6. FLOMENA CHEPCHIRCHIR | KEN | 2:32:10
7. GLORIA RITA GIUDICI | ITA | 2:48:02
8. PETRA PASTOROVÁ | CZE | 2:48:40
9. MARCELA JOGLOVÁ | CZE | 2:49:17
10. IVANA SEKYROVÁ | CZE | 2:49:51

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Scegli la tua gara! Il calendario delle gare firmate TDS dal 27 al 28 ottobre
Atletica, la mezza tricolore di foligno incorona Straneo ed El Mazoury
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile