Igor Cassina torna a “correre” una 42km davvero speciale

Igor Cassina ci ha preso gusto: la corsa l’ha stregato e così dopo aver tagliato il traguardo dell’edizione 2017, l’oro olimpico di Atene 2004 si ripresenta alla Treviso Marathon di quest’anno “correndo” in sella a una delle “hugbike”.

Ricordiamo ancora il suo esordio nel mondo del running, alla Romeo&Giulietta Half Marathon 2016, un esordio firmato anche dal brand di occhiali sportivi Sziols

Igor Cassina e Treviso Marathon. Un legame sempre più forte. Il campione, oro olimpico alla sbarra ad Atene 2004, torna in “corsa” nella maratona trevigiana. Domenica 25 marzo 2018 Cassina sarà in sella a una delle Hugbike che apriranno la 42,195 km. Un ritorno per l’ex ginnasta che dopo il debutto vero e proprio sulla maratona, corsa in 3:59’36’’ lo scorso anno, sale nuovamente su una “bici degli abbracci”. Sarà lui uno dei campioni e dei personaggi in forza agli XI di Marca “chiamati a raccolta” da capitan Marco Varisco per accompagnare i ragazzi con autismo e affetti da altre disabilità nella “sfilata” solidale.

“Nel 2016 grazie a Marco Varisco ho scoperto il mondo delle Hugbike, vivendo un’esperienza che mi ha dato davvero tanto – ricorda il campione olimpico trapiantato nel trevigiano per amore di Valentina – se possiamo fare qualcosa per regalare un sorriso, per far vivere un momento bello, divertente e sereno, e sensibilizzare su un tema così importante, perché non dovremmo farlo? ”.

Per Cassina sono ancora fortissimi i ricordi della sua “prima volta” da maratoneta, lo scorso anno, nella 14^ edizione della maratona trevigiana:
“L’emozione è stata tanta, perché ho fatto davvero tanta fatica – racconta – come ragazzo sono cresciuto dedito alla buona e sana fatica, ma questa è stata totalmente diversa rispetto a quella fatta da ginnasta. Consiglio a tutti coloro che possono, di correre una maratona, non è stato un percorso semplice, ma attraverso questa “prova” ho letteralmente sentito il profumo di una fatica diversa, mettendomi in gioco. Da giugno in poi preparerò, con il mio allenatore Roberto Cignarale un’altra maratona, quella di Atene, dove “tornerò” quindici anni dopo l’oro olimpico. Attualmente sto facendo delle sedute una volta alla settimana, gestendo anche la mia attività nel progetto Nutrizione e Sport Binomio Vincente (info@igorcassina.it) che porto avanti con Valentina a Ponzano dove viviamo”.

Igor sarà uno dei ciclisti degli abbracci, protagonisti insieme ai ragazzi con autismo della “sfilata” lunga 42,195 km resa possibile grazie a Maratona di Treviso, XI di Marca e Fondazione Oltre il Labirinto Onlus, presieduta da Alberto Cais e diretta da Mario Paganessi. Proprio nel 2014 la Treviso Marathon 1.1 ospitò la prima uscita ufficiale della neonata “Hugbike”. Da allora, grazie anche all’intervento di ragazzi con autismo coinvolti nel processo produttivo, sono state prodotte oltre 200 “bici degli abbracci”.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Padova Marathon, i big dello sport a sostenere i runner
BOLGHERI RUN: UN’EDIZIONE DA TUTTO ESAURITO
Stelvio Marathon 2018, ultimi giorni per iscriversi a quota agevolata e correre su tracciati da favola
Abbigliamento Accessori Calzature
Tutto sulle nuove adidas UltraBOOST e UltraBOOST X
Correre con il passeggino? Ora è ancora più facile
Da 1 a 21… Ecco la nuova Mizuno Wave Rider