Prepara con RunToday e RunningZen la EA7 Milano Marathon 2018 – 3° (e ultimo) mese

Ormai ci siamo! Finalmente stiamo arrivando al termine della preparazione per la EA7 Milano Marathon 2018. Fino ad ora abbiamo organizzato gli allenamenti allo scopo di migliorare tutti gli aspetti fisiologici, di adattamento biomeccanico e tecnico indispensabili per arrivare al top all’8 aprile, data della 42K meneghina.

In questi due mesi sicuramente ognuno di voi avrà raggiunto il massimo della forma fisica e avrà avuto modo di mettere alla prova la propria condizione con le gare test inserite nel calendario, non ultima una mezza maratona. Chi non fosse riuscito a programmarla nelle scorse settimane, potrà farlo a 15 giorni dalla 42km, gestendola a ritmo maratona per avere indicazioni ancora più precise sul ritmo gara da mantenere l’8 aprile.

VERSO LA META
In questo periodo specifico, che si apre lunedì 12 marzo e ci accompagnerà fino alla competizione, come avrete capito, ben poco si può fare per migliorare ulteriormente la condizione fisica, quindi tutto quello che programmeremo da adesso fino alla maratona servirà per finalizzare meglio la preparazione e rigenerare il nostro organismo per evitare di arrivare scarichi all’appuntamento. Nei mesi precedenti abbiamo dato molta importanza alla “quantità del carico allenante”, in altre parole abbiamo aumentato in maniera graduale il chilometraggio da percorrere, sia seduta per seduta sia per tutte le settimane a disposizione.
Ora dobbiamo dare priorità alla “qualità del carico allenante”, quindi allenarci ai ritmi specifici per la gara così da ricevere maggiori indicazioni tecniche possibili per gestirla al meglio. Se volessimo riassumere con una formula questo periodo, potremmo farlo così:
– quantità + qualità = successo gara

Per fare in modo che tutto ciò avvenga, in questo mese non dobbiamo solo allenarci meno con maggior qualità, ma dobbiamo anche utilizzare ad hoc i mezzi di allenamento ideali per raggiungere l’obiettivo. Quindi, non ci saranno più lunghissimi di durata e limiteremo l’inserimento di allenamenti impegnativi, come le ripetute in salita o il medio su percorso collinare, proprio per rigenerare l’organismo soprattutto dal punto di vista della “periferia”, cioè dal punto di vista muscolare.

NON LIMITIAMOCI A CORRERE
Ricordiamoci che la maratona la si corre al meglio non solo se ci si è preparati nel miglior modo possibile dal punto di vista organico, ma se vi si arriva con muscoli riposati e rigenerati dai tanti chilometri percorsi alle diverse intensità. Quindi, sono indicate tutte quelle attività e accorgimenti tecnici che ci permettono di far rifiatare le gambe. Via libera, perciò, alla corsa in acqua, al nuoto libero, al recupero attivo e a quello passivo con inserimento di massaggi defaticanti e, perché no, di qualche trattamento osteopatico.

E’ fondamentale negli allenamenti specifici provare tutto quello che potrebbe essere utile in gara, quindi abbigliamento da gara, scarpe da gara, eventuale integrazione in gara e alimentazione prima della gara. Sono sempre queste semplici regole che, messe in pratica, ci fanno arrivare preparati alla maratona, consapevoli sempre del fatto che “quello” è un giorno speciale, e quindi tutto può accadere. Maggiore, però, sarà stata la nostra attenzione ai particolare, minore sarà il rischio di fallimento.

LE 4 SEDUTE DI ALLENAMENTO
Le quattro settimane di preparazione prima della maratona saranno programmate sempre con 4 sedute di allenamento, ma l’intensità e il chilometraggio in generale sarà ridimensionato, proprio per dare all’organismo quella capacità di rigenerarsi al meglio di cui abbiamo parlato sopra.

Non abbiate l’ansia di volere recuperare qualche allenamento che non avete svolto per diversi motivi nelle settimane precedenti perché a volte è meglio saltare, non andando a caricare la preparazione nei momenti meno opportuni, come potrebbe essere questo terzo periodo specifico prima della maratona.

Quindi, state tranquilli e procedete regolarmente seguendo la vostra tabella consapevoli di aver svolto fino ad ora un’ottima preparazione. Il consiglio che posso darvi per questo periodo è quello di concentrarvi molto di più sulla corretta ed equilibrata alimentazione per riuscire a consumare alimenti di qualità che possano rifornire il vostro organismo di sostanze preziose rigenerandovi e riempiendo le riserve di glicogeno indispensabile per correre al meglio.

Buona corsa a tutti !

La tabella di allenamento del 3° (e ultimo) mese in preparazione alla EA7 Milano Marathon 2018

 

in collaborazione con
RunningZen
Ignazio Antonacci – tel. 338.9803260
ignazioantonacci@runningzen.it

4 Commenti

  1. Luca Cori 05/03/2018

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con Massimo De Donno si diventa runner in 21 giorni
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
Stelvio Marathon, emozioni sul “Magic Pass”
Abbigliamento Accessori Calzature
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
Scopri come nasce una maglietta Wild Tee
Dryarn per la linea ufficiale di Marco Olmo
#pastaparty
#Pastaparty con Julia Jones che ci parla di Venicemarathon
Video Mattoni České Budějovice Half Marathon
#Pastaparty di Runtoday.it oggi è con #JuliaJones