Piano-Forte, la staffetta a ritmo di musica

La particolare staffetta si svolgerà giovedì 14 dicembre 2017 a Bareggio (MI). I podisti correranno sulle note di Daniele Gambini, “il pianista che ascolta con le dita”, per raccogliere fondi per l’associazione “L’Abbraccio Onlus”

“Il pianista che ascolta con le dita”. Così è stato definito Daniele Gambini per la sua capacità di ascoltare i suoni anche attraverso le dita, sopperendo così al suo deficit di udito. Pianista, musicologo e compositore, ipoudente dalla nascita, Daniele Gambini, 43 anni, sarà il protagonista di “Piano-Forte», una sorta di “maratona “musicale” che si svolgerà giovedì 14 dicembre, dalle 18.30 alle 20.30, a Bareggio (via Milano, 92).

Runner, “podisti della domenica” o semplici appassionati si potranno sfidare in una staffetta in cui il podista dovrà correre per dieci minuti. Il ritmo lo darà il pianoforte di Daniele Gambini.

Daniele Gambini

«Il nostro corpo è una unità – dice Daniele Gambini -: sensi, occhi, vista, tatto e tutto il corpo, braccia, mani ricevono il suono e lo tramutano in emozione. E’ questa la bellezza della musica e l’unicità dell’ascolto: ogni persona sente a modo suo perché ogni corpo è diverso e l’emozione viene vissuta secondo il proprio modo di percepire i suoni.»

L’evento è sostenuto da “Iovedodicorsa”, brand di Marco Frattini dedicato al mondo dei runner. L’idea è un crowdfunding, una raccolta fondi, a favore dell’associazione “L’Abbraccio Onlus” di Arluno che si occupa di bambini disabili e delle loro famiglie.

«Abbiamo deciso di sostenere questo progetto – spiega Marco Frattini – perché siamo convinti che Daniele Gambini rappresenti la nostra “filosofia”: la musica per lui e la corsa per noi sono due strumenti che ci consentono di esprimerci e dare un senso alle nostre passioni.»

DANIELE GAMBINI è nato a Verbania il 7 maggio 1974. E’ affetto da ipoacusia bilaterale medio-grave congenita diagnosticata all’età di quattro anni. Ha iniziato i suoi studi di pianoforte a dodici anni con Rachele Mazzoleni e, poi, con il direttore di coro, orchestra e concertista, Marco Berrini. Nel 2002 si è laureato in Musicologia, presso la “Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona”, sede distaccata dell’Università degli studi di Pavia. Nel 2006 si è specializzato nell’insegnamento di educazione musicale per le scuole secondarie presso l’Università degli studi di Pavia e nel 2007 , sempre nella stessa sede universitaria, nell’attività didattica di sostegno agli alunni diversamente abili. Ha pubblicato due CD: “Davanti alla Luna” (2009) e “Nutrimento dell’Anima” (2016).

L’ABBRACCIO ONLUS nasce nel 2005 dalla volontà di un gruppo di genitori sensibili al problema della disabilità infantile. Oggi gestisce il Centro Autismo l’Abbraccio, che offre un percorso abilitativo cognitivo-comportamentale ai bambini di età compresa tra i 2 e i 7 anni con disturbo generalizzato dello sviluppo e spettro autistico.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni