Zigheddu: 80 anni, 55 maratone e, domenica, la CRAI CagliariRespira

Francesco Calledda, noto Zigheddu, ora si trova a Sassari, in una delle tante tappe sarde del suo viaggio a piedi. È partito dalla Sella del Diavolo, a Cagliari, passando per Sassari, e questo fine settimana sarebbe dovuto arrivare a Santa Teresa di Gallura, ma la neve del Nord Sardegna interromperà momentaneamente questo cammino. Non pochi km e un viaggio coraggioso, quello di un uomo che ha la bellezza di 80 anni: “Ho qualche acciacco e per questo non posso più correre da un po’ di tempo – ci confida – ma continuerò sempre a camminare, mi ritengo molto fortunato: faccio 8.000 km l’anno”.

Assidua presenza nella maggior parte delle edizioni della CRAI CagliariRespira, Francesco sarà una sorta di ospite d’onore della mezza che si terrà domenica 3 dicembre: accompagnerà al traguardo l’ultimo arrivato e lo farà, come lui stesso afferma, “ridendo e scherzando, che sia lui ad aspettare me”.

Un punto di riferimento e incoraggiamento per i 3.500 atleti partecipanti, Zigheddu riceverà anche una maglia celebrativa della CRAI CagliariRespira e una coppa come riconoscimento ufficiale delle sue numerose presenze alla manifestazione.

Inutile chiedergli cosa ci sia di bello nei 21 km cagliaritani. La risposta è secca e risoluta: “Tutto”. Ma la parte che più di tutte lo entusiasma è “il ritrovarsi, la compagnia, lo stare insieme a un gruppo affiatato di persone”. E non mancano gli elogi all’organizzazione, da lui definita “impeccabile, completa, forse tra le migliori mai conosciute; l’ASD Cagliari Marathon Club insieme al Presidente Paolo Serra non sbagliano un colpo, basti vedere quanti atleti hanno portato a New York”.

Nella sua vita e nelle sue avventure a piedi di paesaggi ne ha visti tanti, uno più bello dell’altro, e tra questi racchiude anche la città di Cagliari, dal suo centro storico con le bellezze artistiche e monumentali alla zona del Poetto e delle Saline del Molentargius, paesaggi naturali mozzafiato, “un giardino aperto”. Solo una cosa vorrebbe per quest’evento che da dieci anni si riconferma tra i più partecipati in Sardegna: “Spero che prima o poi diventi una maratona a tutti gli effetti; l’iniziativa è talmente bella che penso manchi solo questo traguardo”.

ANCORA APERTE LE ISCRIZIONI SeiKilometri di Corsa e Solidarietà – Non tutte le iscrizioni si sono chiuse il 27 novembre. Si può ancora decidere se partecipare alla SeiKilometri non competitiva fino al giorno stesso della gara, ovvero il 3 dicembre. Questa distanza è il fulcro del progetto Corsa e Solidarietà. Si potrà decidere, infatti, di acquistare il pettorale direttamente da una delle Associazioni benefiche che aderiscono all’iniziativa. Di seguito, l’elenco:
· Diversamente Onlus;
· Amici Onlus;
· ASD Progetto Filippide;
· Domus de luna;
· La Carovana;
· Special Olympics;
· Associazione 10 aprile Familiari vittime Moby Prince.
Partecipare alla SeiKilometri acquistando l’iscrizione da una di loro significa aiutarla a finanziare i suoi progetti. Sono diversi e variegati. Per scoprire qualcosa in più sulla loro mission è possibile visitare questo link.

ACCOMODATION – Per prenotare una camera negli hotel convenzionati, clicca QUI.

INFORMAZIONI
www.cagliarirespira.it

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
La 19.a edizione della Stralivigno è alle porte, a dare spettacolo ci sarà anche l’azzurra Sara Dossena
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali