Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’

di Cesare Monetti

Una maratona o una 6 ore in Italia nel primo fine settimana di agosto? Presto fatto, basta andare a Curinga.

Dove? Sì…Curinga, Calabria, provincia di Catanzaro. Un paese arroccato a 380 metsi s.l.m. sopra Lamezia Terme con poco più di 6mila anime che d’estate s’incendia di vita, emozioni, luci, fuochi d’artificio. E come spesso accade in questi magnifici paesi dell’Italia meridionale si organizza anche una gara di corsa per le vie del paese per far festa la sera, per tirare tardi, per tifare e gioire.

A Curinga però si è scelto per il decimo anno consecutivo di organizzare una grande gara, una maratona il venerdì e addirittura una ultramaratona il sabato sera, dunque non la ‘solita’ gara che dura pochi minuti.

L’ultima edizione si è svolta pochi giorni fa, sabato 5 agosto, oltre 120 partecipanti per quella che ufficialmente è denominata decima edizione della “6 ore per le vie di Curinga”, gara inserita nel 15° Grand Prix IUTA 2017 e quest’anno ha assegnato anche il titolo di Campione Italiano Iuta della Sei ore, sia Assoluto che di categoria.

PREMI PER TUTTI – La “6 ore per le vie di Curinga” è riuscita a raggiungere un traguardo impensabile dieci anni fa: essere definita tra le gare più belle d’Italia e d’Europa. Ma non basta, bisogna dire e confermiamo che sicuramente è fra le gare con più premi: infatti vengono premiate tutte le donne presenti oltre che i primi dieci uomini assoluti e i primi cinque di ogni categoria categoria, il tutto con una quota iscrizione fra le più basse tra le competizioni di ultramaratona.

SERVIZI AL TOP – Numerosi  i servizi offerti: trasporto da e per Lamezia Terme, la possibilità di alloggio gratuito per i primi 50 prenotati con colazione presso i bar convenzionati. Il pasta party prima della gara e la cena in piazza tutti insieme a fine gara! E, per chi vi partecipa per la quinta volta, c’è il caratteristico piattino in vetro personalizzato, creato appositamente da un artigiano curinghese. Sono questi alcuni dei motivi per cui centinaia di atleti sono venuti  da tutta l’Italia a Curinga per partecipare alla gara.

IL PERCORSO –  Ma sono anche altri gli elementi interessanti: dal percorso nel centro storico chiuso al traffico al 95%, giri da 3,6 km omologato fidal con la micidiale salita di San Rocco lunga 200 metri, ai molteplici ristori spontanei della popolazione che partecipazione in maniera calorosa sia il venerdì in occasione della maratona che il sabato per la 6 ore che parte alle 18 e termina a mezzanotte tra i fuochi d’artificio. Una gara comunque non facile con il caldo che la fa da padrone soprattutto nelle fasi iniziali e l’altimetria che giro dopo giro incide nelle gambe dei partecipanti.

LE DISTANZE – Venerdì 4 agosto, giorno di vigilia, si sono svolte altre due manifestazioni: la mattina alle ore 7 la seconda edizione della Maratona in Pineta alla quale hanno partecipato atleti calabresi, pugliesi e lombardi e la sera la classica gara dei bambini dai tre agli undici anni.

LA MEDAGLIA – Una medaglia da conquistare e che un maratoneta o ultramaratoneta non si può esmire dall’avere. Intanto la Iau, l’Associazione Internazionale delle Ultramaratone ha già premiato la ‘6 Ore di Curinga’ con il ‘Bronze Label Iau’, un riconoscimento di livello internazionale conferito solo a manifestazioni caratterizzate da qualità organizzative eccellenti, sia nei servizi che nel percorso di gara.

I VINCITORI – Ha vinto nettamente Stefano Velatta (Olimpia Runners) con 73,077 km, confermando quindi l’ottimo periodo di forma, mentre secondo è Enrico Maggiola (71,672 km). Più staccato il terzo, Massimo Termite (65,737 km). Tra le donne ottima prova per la vincitrice Daniela De Stefano (ASD Corri Castrovillari) con 59,010 km al 9° posto in classifica generale. Seconda in classifica è l’esperta Luisa Zecchino (58,347 km). Al terzo Erica Teresa Delfine (56,807 km).

IL RINGRAZIAMENTO DI GIAMBATTISTA MALACARI, ORGANIZZATORE – Volevamo ringraziare tutti gli atleti che come ogni anno ci hanno onorato della loro presenza e tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione: dalla cucina, al ristoro in piazza, lo spugnaggio, il servizio navetta, la prima accoglienza, il servizio palestra, i ragazzi del percorso e sicurezza, la segreteria, le donne che ogni anno preparano dolci e salati e a tutte le persone che ci hanno aiutato. Volevamo dire solo ‘Grazie a tutti voi’.
Un grazie va anche hai nostri sponsor che con il loro contributo ci danno una grossa mano per la riuscita della manifestazione.
Un grazie va anche al Comune di Curinga, all’amministrazione comunale e al corpo della polizia locale che danno un contributo essenziale alla riuscita della manifestazione”.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’
Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado