CORRI D’ESTATE? ECCO COME FARLO

Da Oxyburn, tutto quel che c’è da sapere per correre anche quando il caldo è più intenso!

A parte i numerosi atleti che d’estate, a causa del gran caldo, preferiscono sospendere allenamenti e gare, la maggior parte dei podisti non interrompe la corsa, ma tende a gestire gli allenamenti in modo diverso. Infatti non è necessario smettere di correre quando fa caldo, nonostante gli allarmanti ed allarmati titoli di molti servizi giornalistici. Come sempre basta fare tutto cum granu salis!

QUANDO CORRERE? Francamente è possibile correre ad ogni ora, ma senza dubbio gli orari migliori in estate sono quelli prima delle 8:00 e dopo le 19:00, quando normalmente la temperatura tende ad essere più bassa.

DOVE CORRERE? Senza dubbio l’asfalto non è così gradevole, per correre d’estate, quindi sarebbe senza dubbio ottimale scegliere percorsi in montagna, o quantomeno in collina… ma andranno benissimo anche i parchi cittadini o i percorsi della salute. Il verde dissipa un po’ il calore e c’è la possibilità di fontanelle o zone d’ombra.

ABITUARSI AL CALDO? Il corpo abbisogna di circa due settimane per abituarsi all’incremento della temperatura. Fino a quel momento ogni allenamento risulterà molto più difficile: il consiglio è quello, nella fase di adattamento, di diminuire l’intensità dei workout.

QUALE ABBIGLIAMENTO? Sconsigliato correre a petto nudo e senza cappello in estate! Senza indumenti il sudore evapora ancora più in fretta, compromettendo la nostra corsa. Meglio quindi utilizzare sempre del leggero abbigliamento tecnico.

LA GIUSTA IDRATAZIONE? È fondamentale per la salute del nostro corpo e per la prestazione, ma non così importante se si tratta di allenamenti entro i 10k. In tutti gli altri casi è importante avere con sé delle borracce d’acqua, dalle quali bere un sorso ogni quindici minuti.

IL CALDO DANNEGGIA LE PRESTAZIONI? Sì. Con il caldo, infatti, si perde un secondo al chilometro per ogni grado di indice di calore superiore ai 28°: l’indice di calore, ovviamente, dipende anche dall’umidità, quindi 34° ed il 65% di umidità può portare a correre 15 secondi al km più lentamente delle nostre abitudini.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
La 19.a edizione della Stralivigno è alle porte, a dare spettacolo ci sarà anche l’azzurra Sara Dossena
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali