Cross per Tutti 2017: a Paderno Dugnano vincono Brigo e Drelicharz

A Paderno Dugnano è la pioggia la vera protagonista della quarta tappa del Cross per Tutti 2017, che rimescola i valori in campo e regala gare appassionanti e ricche di sorprese. Domenica 5 febbraio il maratoneta Massimiliano Brigo (PBM Bovisio – SM35) mette in fila tutta la concorrenza senior, al pari di Joanna Drelicharz (SF40) tra le donne: per entrambi è il primo sigillo in questa edizione. Tutti nuovi i nomi dei vincitori di categoria, con Riccardo Mugnosso e Valentina Antonazzo (Promesse), Harold Canal e Andreea Lacatus (Junior), Giorgio Braccia e Federica Maggio (Allievi). Ritorno alla vittoria per i gemelli Tiziano e Susanna Marsigliani tra i Cadetti. In casa dell’Euroatletica 2002 si festeggiano i 1622 partecipanti e due primati nelle Classifiche per Società: in quella Giovanile, con il sorpasso (12097) ai danni dell’Atletica Concorezzo, e in quella Master (3841). Il Team-A Lombardia mantiene il primato in quella degli Assoluti (685 pt). Il circuito riprende domenica 19 febbraio con la quinta tappa a Lissone (MB).

Le gare – Con i primi accenni di pioggia, dopo una mattina asciutta, è l’ex vicecampione italiano di maratona Massimiliano Brigo (PM Bovisio) a condurre le danze nella prova senior e master fino a M45 (6000 metri). Cerca di tenere il passo solo Hamid Khayat (ALS Cremella), leader della classifica senior. Brigo è un master 35 ma fa valere la sua classe e resistenza, e a metà gara Khayat alza bandiera bianca e controlla il piazzamento. Alla fine sarà di quasi mezzo minuto il vantaggio di Brigo, che dà il là a una giornata ricca di piazzamenti per la PBM. Terzo è Alberto Cavagnini (CS Rocchino), Andrea Nervi (Fanfulla Lodigiana) completa il podio senior e quinto arriva Riccardo Mugnosso (Vis Nova Giussano), primo delle Promesse. Paolo Consolandi (Pol. Carugate), settimo, è il primo dei M40.

La gara femminile, dalle Allieve alle Master (corsa insieme a Junior e Allievi) è la prima a svolgersi interamente sotto la pioggia. Sui 4000 metri del percorso scappa subito la giovane Federica Maggio (Virtus Binasco), allieva di 16 anni. Dietro raccoglie le idee e le forze Joanna Drelicharz (Road Runners Club Milano), che di anni ne ha 39 ma ha anche grinta da vendere. L’inseguimento riesce e alla fine stacca la Maggio di 10 secondi, eroina di giornata. Dietro arriva un trio PBM Bovisio che mette il sigillo sulle altre categorie: Valentina Antonazzo tra le Promesse, Andreea Lacatus tra le Junior e Martina Soliman tra le Senior. Daniela Mondonico (Team-A Lombardia) è sesta e seconda delle Allieve, settima Dumitru Victoria (Atletica Lambro) che si conferma la migliore delle M45.

Sfida appassionante quella tra Junior e Allievi. Scappa via Giorgio Braccia (PBM Bovisio), allievo, e il suo vantaggio sembra rassicurante, ma pioggia e terreno pesante si fanno sentire alla distanza dei 4000 metri. Così sul traguardo arriva, dopo una fiera rimonta, lo junior Harold Alexis Canal Caceres (CUS Pro Patria Milano), nome nuovissimo della scuderia di Giorgio Rondelli. Ricordiamoci di questo nuovo lungo nome. Braccia finisce secondo dopo 8 secondi, primo degli under 18, davanti a Mauro Cupi (Riccardi Milano) e a Massimiliano Sala (Fanfulla Lodigina) che completano il podio Junior. Le altre piazze degli Allievi vanno ad Alessio Migliavacca (Sangiorgese, 6°) e a Luca Sironi (Team-A Lombardia).

I fortunati di giornata sono stati i Master 50 e oltre, i primi a scendere in campo quando ancora non pioveva. Torna il duello tra  Massimo Martelli (Road Runners Milano) e Marcello Rosa (Libertas Sesto). Martelli sta davanti e fa l’andatura per quasi tutta la gara, ma Rosa è lì in agguato e ai trecento metri finali, quando piazza un allungo irresistibile, Martelli non riesce a rispondere e chiude al passo. Secondo centro per Rosa che pareggia il conto con Martelli. Paolo Donati (Ondaverde) è terzo e ancora una volta il migliore degli M55, Roberto Cella (Atletica Lambro) finisce quarto, mentre Martino Palmieri (Euroatletica 2002) è il migliore degli M60 con il suo 12° posto.

Agonismo e sorprese nelle gare delle categorie giovanili. Tra i Cadetti torna alla vittoria Tiziano Marsigliani (Atletica Muggiò) che ha la meglio dopo 2000 metri tiratissimi sul compagno di squadra Alessandro Felici e su Matteo Pintus (Nuova Atletica 87). Gara opposta quella femminile, dove vince la gemella Susanna Marsigliani (Atletica Muggiò) dopo una cavalcata solitaria. Irene Dolfini (CUS Pro Patria Milano) arriva dopo 49 secondi, subito seguita da Beatrice Stringa (AtleticralS2). Battaglia serrata tra i Ragazzi dove va a segno la rimonta di Alessandro Carugati (OSA Saronno) sul fuggitivo Alessandro Mosconi (Atletica Cogliate), poi terzo la spunta Christian Sesini (Atletica Cernusco). Nella gara Ragazza la fuga buona è quella di Marta Amani (Sangiorgese), che chiude davanti a Sofia Lissoni (5 Cerchi Seregno) arrivata in forte spinta ma non sufficiente per vincere. Supera però Alice Guercilena (ALA Abbiategrasso). Le gare degli Esordienti (nati 2006-2011) hanno visto in campo 698 piccoli atleti.

Classifiche – Qualcosa si muove nelle Classifiche per Società. Aumenta ancora il vantaggio del Team-A Lombardia nella classifica Assoluti: 685 punti contro i 460 del CUS Pro Patria Milano (345). La Polisportiva Team Brianza Lissone si conferma terza con 342 punti. La classifica Giovanile vede il sorpasso dell’Euroatletica 2002 di Paderno Dugnano (12097) dopo un lungo inseguimento ai danni dell’Atletica Concorezzo (11603). Si consolida al terzo posto il 5 Cerchi Seregno (8312). Tra i Master aumenta ancora il vantaggio dell’Euroatletica 2002 (3841) nei confronti del Road Runners Club Milano (3425), terza è sempre l’Atletica Virtus Senago con 2886 punti.

Gare Master – Ecco i vincitori di giornata delle classifiche Master:

S35: Massimiliano Brigo (PBM Bovisio – 1°)/ Elisa Dalla Tor (Circolo Guardia di Finanza – 12°)
S40: Paolo Consolandi (Pol. Carugate – 7°)/ Joanna Drelicharz (Road Runners Milano -1°)
S45: Giovanni Moretti (GAV Vertovese – 11°) / Victoria Dumitru (Atletica Lambro – 7°)
S50: Marcello Rosa (Libertas Sesto – 1°) / Marina Spada (Runcard – 34°)
S55: Paolo Donati (Ondaverde – 3°) / Giusy Verga (Road Runners Milano – 27°)
S60: Martino Palmieri (Euroatletica 2002 – 12°) / Annamaria Sala (Marathon Club Seveso – 79°)
S65: Lionello Pellegrinelli (Atletica Cinisello – 66°)
S70: Luciano Faraguna (US Atl.Casati – 45°)
S75: Fernando Rocca (PBM Bovisio – 118°)
S80: Remo Andreolli (Atletica Cinisello – 130°)

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A Palermo, la prima Corsa per la Memoria
Tutti i record della 24 Ore di Torino!!!
Virgin Active Urban Obstacle Race: presentata la prima corsa dedicata all’allenamento funzionale
Abbigliamento Accessori Calzature
1620 RUN EVOBRIGHT, METTI AI PIEDI LE NUOVE MEDIUM COMPRESSION FLUO BY OXYBURN
ASICS LANCIA LA NUOVA GEL-QUANTUM 360™ CON L’INTRODUZIONE DELL’INNOVATIVA TOMAIA KNIT
DYNAFIT ALPINE PRO: DINAMISMO DAL TALLONE ALLA PUNTA DEL PIEDE