Una nuova era per la corsa a Napoli

 

La pubblicazione della lista degli atleti d’elite, che si affronteranno nella quarta edizione della Napoli City Half Marathon del prossimo 5 febbraio 2017, segna un altro passo da gigante nel connubbio tra la verve del sud italia e la competenza ceca del nord all’interno della partnership Napoli Running, uno sforzo per portare nella regione eventi di vero livello mondiale.

Con gli oltre 4.000 partecipanti, che hanno superato di diverse centinaia il limite originale, e con uno schieramento di atleti d’elite di tutto rispetto, gli organizzatori della Napoli City Half Marathon la prossima settimana, a Napoli, sono alla ricerca di tempi veloci, record personali, e molte facce felici.

Carlo Capalbo, presidente del comitato organizzativo di RunCzech nonchè Presidente della Commissione di corsa su strada della IAAF (Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica), ha dichiarato: “Se l’ingresso di Napoli Running nella Coast to Coast Maratona della Costiera ha segnato nel dicembre 2016 la nascita della nostra cooperazione napoletana, allora questa gara dovrebbe essere considerata il suo battesimo. Stiamo lavorando con il Direttore di gara, Benedetto Scarpellino e con tutto il team organizzativo in uno sforzo comune per introdurre criteri internazionali e standard elevati che la comunità del running ed il pubblico si aspettano da noi “.

Uno dei requisiti essenziali per ottenere il Label IAAF per la corsa su strada è quello di presentare uno schieramento di atleti d‘elite provenienti da più paesi, oltre ai corridori di calibro locale e nazionale che hanno già espresso il loro amore per l’evento. Annunciando i nomi degli atleti top per l’edizione 2017 della manifestazione, Scarpellino ha osservato: “Con un tale schieramento si tenteranno sicuramente quest‘anno nuovi record di gara, guadagnando maggiore attenzione mediatica per la Napoli City Half Marathon, accrescendo il nostro profilo pubblico e portando in futuro ancora più partecipanti nonchè una maggiore visibilità per i nostri partner”.

Con due atleti che vantano record personali sotto il tempo di 1:02 ed altri sei con personali sotto 1:05, l’attuale record di gara maschile di 1:04:39 (Andrea Lalli, ITA, 2015) è sicuramente in pericolo. I keniani Eliud Mwangi Macharia ed il 24enne Paul Kariuki Mwangi sono i favoriti in base alle loro prestazioni passate, ma dovrebbero stare attenti, tra gli altri, al moldavo Roman Prodius e all’italiano Bernard Dematteis.

Nella gara maschile sarà presente anche il Paraolimpionico Giovanni Sasso, che faceva parte del team italiano di triathlon paraolimpico a Rio. Sasso ha completato la Maratona di New York nel 2008 e stabilito, nel 2012, con il tempo di 4:28, il record mondiale della sua categoria nella maratona di Amsterdam.

La gara femminile vedrà l’atleta ceca Eva Vrabcová, che ha partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, confrontarsi con due forti italiane, Laila Soufyane e Deborah Toniolo, e con la marocchina, Janat Hanan; ma molte altre atlete italiane potrebbero lottare per il podio. Il record di gara femminile (1:17:48, Malika Benlafir, MAR 2016) dovrebbe cadere visto l’entità dello schieramento.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A Palermo, la prima Corsa per la Memoria
Tutti i record della 24 Ore di Torino!!!
Virgin Active Urban Obstacle Race: presentata la prima corsa dedicata all’allenamento funzionale
Abbigliamento Accessori Calzature
1620 RUN EVOBRIGHT, METTI AI PIEDI LE NUOVE MEDIUM COMPRESSION FLUO BY OXYBURN
ASICS LANCIA LA NUOVA GEL-QUANTUM 360™ CON L’INTRODUZIONE DELL’INNOVATIVA TOMAIA KNIT
DYNAFIT ALPINE PRO: DINAMISMO DAL TALLONE ALLA PUNTA DEL PIEDE