I NUMERI DEGLI EUROPEI DI CORSA CAMPESTRE

Domenica 11 dicembre l’appuntamento è con gli SPAR Campionati Europei di corsa campestre: è la prima volta che una rassegna continentale di atletica approda in Sardegna, che nel 2015 a Cagliari aveva già ospitato la Coppa Europa dei 10.000 metri. 498 in rappresentanza di 33 Paesi è il numero degli atleti iscritti ai quali si aggiungono staff e accompagnatori al seguito.

Domenica 6 sfide in tre ore e mezza di gare, a partire dalle 10:15 con le under 20 donne fino alle 13:10 quando è previsto lo start della prova senior maschile. Ad inaugurare il tracciato, però, ci penseranno quasi 300 giovanissimi del Comitato Regionale FIDAL Sardegna che alle 9 faranno un bel giro di corsa sui prati di Chia. Poi, alle 10, la cerimonia d’apertura con la sfilata della bandiere e i discorsi ufficiali. Il tutto avviene nel cuore di una splendida oasi naturalistica con la caratteristica laguna popolata da fenicotteri rosa. Per la manifestazione l’ingresso per il pubblico è libero e sono state predisposte vaste aree di parcheggio per chi volesse raggiungere questa località ad un’ora di auto da Cagliari.

Per la terza volta nella storia della manifestazione, l’Italia ospita gli SPAR Campionati Europei di corsa campestre che andranno in scena domenica 11 dicembre a Chia (Cagliari), dopo Ferrara 1998 e San Giorgio su Legnano 2006, diventando così la nazione ad aver organizzato il maggior numero di edizioni con la Gran Bretagna, che ha accolto le prime due ad Alnwick (1994 e 1995) seguita da Edimburgo (2003).

Nella prova senior maschile, soltanto un atleta fra i presenti ha già vinto: il turco Polat Kemboi Arikan, oro nel 2014, mentre assente dell’ultim’ora il connazionale e campione uscente Ali Kaya, che in questa occasione era annunciato al via della gara under 23 e avrebbe puntato a completare il tris di successi in tre diverse categorie, perché nel 2013 si era aggiudicato il titolo juniores.

Una tripletta che finora è riuscita solo all’azzurro Andrea Lalli (campione europeo junior 2006, under 23 nel 2008 e senior 2012), a due vittorie in altrettante categorie si trovano tra gli iscritti il francese Florian Carvalho e la romena Ancuta Bobocel. L’atleta che vanta più partecipazioni complessive è l’ucraino Serhiy Lebid, 19 volte alla partenza e ben 9 ori senior all’attivo, con in seconda posizione l’italiano Gabriele De Nard (17), che pochi giorni fa ha concluso la sua carriera agonistica. Entrambi non saranno in Sardegna ma un altro azzurro, Stefano La Rosa, occupa la terza posizione di questa speciale classifica e con la gara di domenica andrà a quota 11, insieme all’olandese Michel Butter.

Tra le donne, l’irlandese Fionnuala McCormack sta per tramutarsi in quella con più presenze, visto che arriverà a 14, ma ha anche l’obiettivo di essere la prima atleta a vincere tre titoli senior: finora ha conquistato due ori (2011 e 2012), come le britanniche PaulaRadcliffe (1998 e 2003) e Hayley Yelling (2004 e 2009).

Nella gara femminile under 20 invece la tedesca KonstanzeKlosterhalfen, campionessa in carica, potrebbe essere incoronata come la seconda plurivincitrice della storia in questa categoria, dopo la britannica Steph Twell che ha collezionato tre successi consecutivi juniores, dal 2006 al 2008, l’ultimo dei quali con uno straordinario en plein della sua squadra che piazzò sei atlete nei primi sei posti.

La nazione più vincente nelle 22 edizioni disputate è la Gran Bretagna, con 129 medaglie tra le quali 52 d’oro, davanti a Francia e Spagna, mentre l’Italia è all’ottavo posto con 8 ori, 4 argenti e 12 bronzi, per una somma di 24 medaglie, e in tutto 28 nazioni sono salite sul podio di cui 24 con almeno una vittoria.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Lahcen Mokraji, sospeso in via cautelare
Notte Blu e Pisa Marathon: le modifiche al traffico
Aperta la 19^ PisaMarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre