TUTTI I RISULTATI TDS DELLE GARE DEL 20 NOVEMBRE 2016

Quella del 20 novembre è stata la ‘giornata delle mezze maratone’: da Verona ad Uta, da Crema a Caserta, da Jesi a Palmanova si sono corse 21k un po’ lungo tutta la Penisola.

percorso-vm2016-1Nella quindicesima Verona Marathon la vittoria è andata al keniota Edwin Kipngetich Koech in 2h10’52”, seguito dal connazionale Abraham Kipchirchi Limo in 2h15’10” e dall’italiano Nicola Venturoli in 2h26’36”; nella gara femminile, vittoria per l’ungherese Tunde Szabo in 2h44’19”, seguita dalla croata Marija Vrajic in 2h48’52” e dall’italiana Valentina Facciani, recente vincitrice della Lago Maggiore Marathon 21k, in 2h52’59”. Belle prestazioni anche per la croata Nikolina Sustic, 2h53’50”, per l’italiana Monica Baccanelli, quinta con il crono finale di 2h59’26”, e per la tedesca Renate Werz, l’ultima atleta ad aver tagliato il traguardo sotto le tre ore.

Ma a Verona non è stato solo giorno di 42k: oltre a due Last Ten, una competitiva ed una ludico-motoria, si è corsa anche la terza Cangrande Half Marathon, vinta da Nicolò Olivo in 1h09’41” e da Sara Galimberti, undicesima assoluta, con il tempo di 1h13’48”.

LE ALTRE HALF MARATHON

Nella settima Vallesina Marathon, Jesi, vittoria per il marocchino Youness Zitouni in 1h10’03”, seguito da Mattia Franchini in 1h13’29” e da Luigi Del Buono in 1h13’35”; nella gara femminile, Simona Santini in 1h21’35” ha avuto la meglio su Denise Tappatà (1h25’35”) ed Alessia Galli (1h27’22”). Nella 10k, infine, vittorie per Federico Cariddi in 35’15” ed Andree Fioretti in 42’10”.

mezza-maratona-flik-flokPodio africano alla terza mezza Maratona Internazionale di Caserta, la Reggia Reggia, vinta dal keniota Joash Kipruto Koech in 1h05’02”, seguito dal connazionale Julius Kipngetic Rono in 1h05’18” e dal marocchino Abdelkebir Lamachi in 1h07’51”; primo italiano, Giuseppe Soprano, quarto in 1h08’29”. Nella gara femminile la marocchina Meriyem Lamachi in 1h18’24” ha preceduto Hanane Janat, 1h23’51”, e Loredana Brusciano, 1h25’03”.

Podio africano anche per la ventesima Maratonina Città di Uta, vinta dal keniota Jonathan Kosgei Kanda in 1h06’20”; secondo posto per il marocchino Said Douirmi in 1h06’34” e terzo per il connazionale Mohamed Hajjy in 1h08’47”. Nella gara femminile, la keniota Ruth Chebitok ha avuto la meglio in 1h16’39” su Elsa Farris, 1h22’41”, ed Alice Capone, terza con il crono di 1h24’23”. 10,5k, poi, vinta da Luigi Leotta in 37’01” e da Sara Paschina in 40’57”.

logo-tds-2La decima Maratonina Città di Crema se l’è aggiudicata il keniota Paul Tiongik in 1h05’09”, seguito dal ruandese Jean Baptiste Simukeka in 1h06’00” e da Francesco Bona in 1h06’13”. Per quanto riguarda la gara femminile, podio completamente italiano con Alice Gaggi prima in 1h16’38”, Laura Papagna seconda in 1h18’44” e Claudia Gelsomino terza in 1h19’48”. A completare la giornata podistica cremana, anche una Marian Ten non competitiva che ha visto al via più di 800 atleti.

A chiudere l’elenco delle Mezze italiane, della giornata la quattordicesima Mezza Maratona Città di Palmanova, vinta dallo sloveno Rok Puhar in 1h08’46”, seguito da Mohammed Chouqrati in 1h10’24” e da Fabio Bernardi, terzo in 1h11’26”. Nella gara femminile Teresa Montrone, con il tempo di 1h16’18”, ha avuto la meglio sulla slovena Lucija Krkoc, 1h21’33”, e su Daniela Ferraboschi, terza in 1h22’25”.

Nell’unica 10k di giornata, la diciassettesima Corriamo al Tiburtino di Roma, podio maschile composto da Erastus Kipkorir Chirchir, Roman Prodius ed Alberto Montorio, podio femminile occupato da Eleonora Bazzoni, Aurora Ermini e Paola Salvatori.

Per conoscere tutte le classifiche delle gare Timing Data Service disputate oggi, clicca QUI.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre