ROAD TO VENICE MARATHON 2016: ALLENANDOSI A POLA

Allenandosi in terra istriana, in preparazione della Venicemarathon 2016, tra piste ciclabili ondulate e suggestivi percorsi naturali in terra battuta: benvenuti in Paradiso!

Sono solo 280 i chilometri che dividono Venezia, dove domenica 23 ottobre si correrà la trentunesima Venicemarathon, e Pola, l’antica capitale dell’Istria, in Croazia. Un luogo magico, caratterizzato da una natura ancora estremamente rigogliosa, e nel quale la vita pare essersi fermata ad una trentina d’anni fa. Ma a rendere questa zona unica per i runner, ancor più per chi sia in preparazione di una maratona ad ottobre o novembre, sono senza dubbio le opportunità offerte dai chilometri e chilometri sia di piste ciclabili che di percorsi sterrati.

14446124_1293509237348151_3287217338232132070_nCorrere qui nei giorni passati è stata un’opportunità che non mi sono fatto sfuggire, e proprio a poco più di cinque settimane dalla mia prima 42k, quella di Venezia: lo yoga fatto sugli scogli quando il sole stava sorgendo, un allenamento qualitativo di ripetute al mattino ed un lungo la sera, al tramonto, sono stati un toccasana, ancor prima che per il fisico, per la mente.

Dulcis in fundo, una bella 10k competitiva leggermente ondulata ed offroad, la Brodet Run, scovata quasi per caso e che si è corsa domenica 25 settembre a Stoja, a pochissimi chilometri dal centro di Pola… ma quel giorno avrei potuto correre anche a Medulin ed, inoltre, sul sito Istria Trail ho trovato molte altre gare… Una gara breve, certo, ma tosta e bella, caratterizzata da un circuito di 5k da percorrere due volte e che ha messo a dura prova i muscoli delle gambe.

Correre a fine settembre ed inizio ottobre a Pola vuol, infatti, dire allenarsi in un vasto territorio scarsamente abitato, spesso assolato, ma altrettanto spesso ventoso: solo attorno alla città di Pola, ed a Medulin e Brijuni, nelle immediate vicinanze della Città dell’Arena, infatti, ci sono circa 300 chilometri di piste ciclabili ampie ed in ottime condizioni. Ma a rendere i percorsi particolarmente allenanti sono i continui, costanti, infiniti sali-scendi che, uniti ad un po’ di vento contrario qua e là, risultano estremamente allenanti sia per chi debba svolgere dei lavori di qualità sia per chi sia alle prese con gli ultimi lunghi pre 42k.

Sicuramente un ottimo allenamento anche in vista dei… tredici ponti di Venezia!!!

279eab4d5ab980fd55ca80e56ea0047aMa non è tutto: in mancanza della sabbia, qui dominano gli scogli, è possibile rinforzare le gambe, i piedi e le ginocchia correndo all’ombra delle molte e suggestive pinete, all’interno delle quali si snodano sentieri affascinanti lunghi anche chilometri! Va da sé che la costante vista del mare, farà il resto.

Tutto qui? No, in effetti no, c’è ancora una chicca. Ovvero i sentieri ondulati in terra battuta. Tutte le strade, qui, sono ondulate, ed ai lati delle arterie principali partono decine e decine di sentieri ampi e ben battuti nei quali è facile orientarsi correndo in mezzo alla natura a volte per due o tre, altre volte per una decina di chilometri… Dove sono? Beh, questo è l’aspetto più negativo: ovunque, ma per lo più devono essere cercati, provati, esplorati… Ma anche questo è il bello dell’Istria, il poter ‘andare’ senza sapere per quanto e fin dove. Che, almeno fuori gara, dovrebbe essere anche il bello del running.

A rendere il viaggio ancor più bello, gli ottimi cibi, con il tartufo e le carni a farla da padroni, il Malvasia istriano, da bere con moderazione, i suggestivi borghi medievali come Bale, Valle in italiano, la cordialità della popolazione… ed un mare azzurro ed incontaminato, nel quale è ancora possibile indugiare in qualche nuotata post allenamento.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
C’era una vola la Torino – Saint Vincent.
LA MEZZA DI TREVISO OLTRE I 2.200 ISCRITTI
RDS radio partner della 32^ Huawei Venicemarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL