VICENDA ALEX SCHWAZER: “Si tratta di accuse false e mostruose”

di Cesare Monetti

Foto di Giancarlo Colombo/Fidal

La notizia è apparsa inattesa ma potente sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport di questa mattina: il marciatore Alex Schwazer è stato trovato nuovamente positivo al doping.

Dopo essere stato squalificato per uso di eritropoietina (epo) prima delle Olimpiadi di Londra 2012, Alex era appena rientrato alle gare guadagnandosi la qualificazione olimpica tra mille polemiche. Il mondo si era diviso: dare un’altra chance oppure negare per sempre un riscatto all’atleta e alla persona?

Questa occasione sembra stata sprecata dall’altoatesino che, per quanto riporta il quotidiano sportivo nazionale, in un controllo a sorpresa del 1° gennaio qualcosa è andato storto.  Nel suo sangue sostanze proibite. Ricontrollata la provetta più volte e sempre risultata negativa fino ad un ulteriore controllo in maggio nei giorni successivi ai mondiali di marcia dell’8 maggio di Roma vinti da Alex. Tutto sembra davvero molto strano, tutto sa di mosse molto politiche legate alla sua partecipazione o meno a Rio 2016. Tutto inoltre è ad opera della Iaaf e non della Wada.

In questi mesi Alex si è sottoposto a controlli praticamente settimanali e con Sandro Donati a fargli da guida sembra tutto molto oscuro, ma certo non è una bella vicenda e se tutto fosse confermato per Alex sarebbe la chiusura definitiva con l’atletica e lo sport.

Prevista oggi vi sarà una conferenza stampa da parte del legale di Alex, l’avvocato Gerhard Brandstätter che è pronto a difendere Schwazer ancora una volta annunciando anche querele: “Si tratta di accuse false e mostruose” ha commentato poco fa.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre