LA SESTA MOONLIGHT HALF MARATHON VISTA ‘DA DENTRO’

Dopo averla provata è difficile non ripeterla: e così, dopo quella del 2015, anche quest’anno siamo tornati a Jesolo per partecipare alla festa jesolana del running. Ovviamente in compagnia di più di 4.000 compagni di fatica!

Un cielo terso, in cui splendeva un sole brillante, e ventisette gradi di temperatura: è così che sabato 28 maggio Jesolo ha accolto i quattromila e più atleti iscritti alla sesta Moonlight Half Marathon ed alla seconda prova del Garmin Running Tour 10k. E così, in una cornice estiva e festosa, si è corsa la mezza maratona serale organizzata da Venicemarathon, vera e propria tappa di avvicinamento alla Maratona di Venezia che si terrà domenica 23 ottobre e che, il 2 luglio, proseguirà con la prima edizione della Primiero Dolomiti Marathon.

Bello il colpo d’occhio della centralissima Piazza Mazzini, all’interno della quale era stato posizionato l’Expo della gara: tra ritiro pettorali, foto, e stand di prodotti tecnici – è qui che ho incontrato l’amico Davide Beccaro, titolare di Sziols Italia – la piazza ha funto da vera e propria agorà, all’interno della quale echeggiavano risate ed urla di amici e conoscenti che si vedevano per la prima volta o dopo tempo. Se si corre da uno, due anni, infatti, è questo quel che ci si aspetta di trovare al ritiro pettorali: conoscenti, amici virtuali ed un generale clima festoso e rilassato. Perché, alla fine, il 99 per cento dei podisti era qui a Jesolo magari per il proprio personal best, ma non certo per vincere, quanto per concedersi una gara competitiva con la quale coniugare il primo weekend al mare della stagione…

Ben organizzato anche il servizio di trasporto con i pullman che da Jesolo ci hanno condotti a Punta Sabbioni, a Cavallino Treporti, dov’era stata posizionata la partenza… a rendere la partenza degli autobus a tratti confusa ci hanno infatti pensato gli atleti, troppo spesso intenti a chiacchierare, poco ad ascoltare… Anche qui le ore di attesa sono state mitigate da mille saluti, abbracci, pacche sulle spalle: ho avuto la possibilità di salutare amici che non vedevo da molto, come l’ultramaratoneta Nicola ‘Zucca’ Zuccarello, la regina del Magraid 100k Paola Mariotti o il batterista Leonardo Di Angilla… considerando che sarebbero arrivati almeno mezzora prima di me, non potevo farmeli sfuggire!

Con l’entrata nelle Gabbie, a pochi minuti dalla partenza, è sceso il silenzio… pochi sorrisi, molta concentrazione, gli ultimi esercizi di riscaldamento… e via, sotto un cielo che nel frattempo si era rannuvolato creando una bolla di umidità su tutti noi. Tanto che, dopo soli 2k avrei avuto bisogno di un cambio completo. Il percorso lo conoscevo dallo scorso anno… piatto, veloce, scorrevole fino al diciassettesimo chilometro, dove si trovava un piccolo cavalcavia… e poi via, fino all’arrivo, con gli ultimi, 2,5 da correre tutti nella via centrale di Jesolo, tra spettatori incitanti e turisti con lo spritz in mano… a quel punto provavo una certa invidia per i secondi!

Di tutto il percorso, fantastico il passaggio sulla passerella ciclo-pedonale lungo la riva: attorno, il buio della sera, illuminato da poche luci a terra, ed il ‘frastuono’ silenzioso dei passi e del respiro degli atleti, intenti a spremere le ultime energie. Una gara silenziosa, qualcuno ha detto, anche per la scarsità della musica durante il percorso… un bel momento di silenziosa introspezione, invero, seguito dal vociare festoso e festante dell’arrivo, con una Piazza Mazzini gremita che sosteneva tutti i finisher, anche quelli arrivati abbondantemente dopo le due ore.

Poi la festa è proseguita, per alcuni a cena in uno dei ristoranti del centro, per altri a La Capannina, bevendo e ballando fino all’alba: è qui, infatti, che si è consumato il party conclusivo della Moonlight Half Marathon 2016, un modo senza dubbio nuovo, divertente e fresco per coinvolgere anche i più giovani in questo faticoso sport che è il running. Ed ora non resta che riporre la medaglia, in attesa di quella del 2017, mettere da parte la delusione per il personal che non è arrivato per ben 8’… e cominciare a prepararsi per la Primiero Dolomiti Marathon del 2 luglio!

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre