SKYRUNNING, DALLA TERRA AL CIELO

di Matteo Tromacco

Alla scoperta delle Skyrunning Italy Series della Federazione Italiana di Skyrunning

Trail, Ultratrail, Ecomaratone, SkyRace, SkyMarathon, Vertical… cominciamo innanzitutto con il fare un po’ di chiarezza sul significato: le gare di Skyrunning si corrono su sterrato, lungo percorsi di montagna, carrarecce, single track, prati e possono comprendere tratti innevati o ghiacciati con pareti con difficoltà alpinistica mai superiore al secondo grado. Nello specifico la categoria Sky si divide in SkyRace, con un dislivello minimo di 1.140 metri, SkyMarathon, con distanza minima di 30k e con un dislivello minimo di 1.900 metri, Ultra SkyMarathon, con distanza minima di 52,5k e dislivello minimo di 2.500 metri e Ultra XL SkyMarathon, con distanza superiore ai 52,5k ed un dislivello minimo di 5.000 metri.

kilian-jornet-skyrunning-dolomitas-kilometro-vertical-2012-fotos-52016 SKYRUNNING ITALY SERIES BY FISKY

Dopo questa doverosa spiegazione, conosciamo chilometraggi e dislivelli delle SkyRace più affascinanti e che rientrano nelle 2016 Skyrunning Italy Series organizzate dalla Fisky, la Federazione italiana di Skyrunning.

TRENTAPASSI SKYRACE

Marone, Brescia, 8 maggio 2016

17,5k con D+ 2.560 metri

ERNICA SKYRACE

Veroli, Frosinone, 19 giugno 2016

23k con D+ 1.720 metri

DOLOMITES SKYRACE

Canazei, Trento, 17 luglio 2016

22k con D+ 1.700 metri

ZAC UP SKYRACE

Pasturo, Lecco, 18 settembre 2016

27,5k con D+ 2.600 metri

BELLAGIO SKYRACE

Bellagio, Como, 23 ottobre 2016

24k con D+ 1.460 metri

eurofever3Senza dubbio gare di questo tipo, seppur non propriamente pericolose, vanno preparate con attenzione e con allenamenti specifici, dato il terreno particolarmente impervio, l’alta quota ed i possibili e repentini cambiamenti del tempo: anche per questo motivo, tutte le gare in montagna, non solo le SkyRace richiedono una dotazione minima obbligatoria di acqua, cerata, spolverino e cellulare.

Attenzione, quindi, quando vi iscrivete ad una gara di questo genere, a leggere attentamente il regolamento, ma anche a consultare l’altimetria ed il percorso. Buona prassi anche quella di cercare qualche video delle passate edizioni. Così, tanto per non imbattersi in sorprese… inaspettate!

L’ultimo invito, soprattutto per i neofiti, è quello di non provare nemmeno ad affrontare una gara di questo genere indossando le scarpe che solitamente si usano nelle gare stradali, ma di munirsi di scarpe da trail, caratterizzate quantomeno da una suola adatta alla corsa su sterrato e, quindi, più sicura ed aggrappante tanto in salita quanto nelle spesso ripide discese.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre