14° MEETING GRAZIANO DELLA VALLE: LA CANADESE CARLINE MUIR INCANTA SUI 400M CON 52”68: NUOVO RECORD DEL MEETING

volantino_meeting_della_valle_2016Roberto Bertolini vicino agli 80 metri nel giavellotto

La pioggia non ferma il 14° Meeting Graziano Della Valle, impegno solo più duro e difficile per l’Atletica 100 Torri da sempre organizzatore dell’evento, ma alla fine lo spettacolo in pista è stato comunque di buon livello tecnico. A confermarlo i tanti risultati che hanno portato gli atleti ad oltre i 1000 punti. Star di oggi non può che essere la tanto attesa atleta canadese Carline Muir che nei 400 donne fa l’unico record del Meeting di quest’anno e totalizza 1112 punti.

Presenti anche il Sindaco di Pavia Massimo De Paoli e Assessore allo Sport Davide Lazzari: “Un Meeting divertente,di buon livello tecnico – ha affermato il Sindaco – Soprattutto un appuntamento importante per Pavia. Questo impianto sportivo è utilizzato tutti i giorni anche con le scuole o per tanti appuntamenti e giusto investire su di esso. La pista è a posto, ora sistemeremo gli spogliatoi ed altro della struttura.

 

Questa la sintesi di ogni gara:

GIAVELLOTTO DONNE – Prima gara dedicata alle ragazze del lancio del giavellotto che ha riproposto la sfida tra due grandi della specialità italiane come Zahra Bani e Sara Jemai. Come l’anno scorso il gradino più alto del podio è per la Bani capace di lanciare a 56,86 al sesto ed ultimo lancio, ben più del 52,55 del 2014. Secondo posto per Sara Jemai finita a pochi centimetri, 56,56 metri piazzato al terzo lancio che l’aveva portata momentaneamente in vantaggio. La rabbia in pedana per quest’ultima è davvero forte, bastava poco. Terza posizione per Chiara Bergia con 41,73 metri. “L’anno scorso vinsi con quattro metri in meno perché arrivavo da un infortunio – conferma Zahra Bani – quest’anno sto bene e questa è già la seconda gara sul filo dei 57 metri. Saranno mesi importanti prima verso gli Europei di Amsterdam e poi Rio De Janeiro”. Nonostante la rabbia finale sorride anche Sara Jemai: “Ho mancato di poco la vittoria, peccato. Però sto bene, sono cresciuta tanto rispetto all’anno scorso, sono in forma e adesso si tratta solo di aggiustare dettagli e lo si fa solo gareggiando spesso e così farò. Bisogna trovare solo il giorno giusto”.

20160501_164022

GIAVELLOTTO UOMINI – Tra gli uomini è Roberto Bertolini a fare uno dei migliori risultati tecnici di giornata. Una spallata con la pedana bagnata a 78,86 metri, subito al primo tentativo, un pronti via che uccide la gara e mette subito in chiaro chi sarà il campione di oggi. Ancora buono il terzo tentativo sui 77,07 metri. “Sono contento e ci tengo a fare bella figura sempre qui a Pavia  – ammette Roberto –  Da civile sono tesserato con l’Atletica 100 Torri che mi ha consentito di fare l’atleta professionista già un anno prima che entrassi nelle Fiamme Oro Padova. Questo risultato è figlio di una grande forza mia così come la rincorsa, se sistemassi anche la tecnica sono sicuro migliorerei di parecchio ancora. Ci sto lavorando e sono sicuro i risultati arriveranno. Intanto l’obiettivo di quest’anno sarà fare una grande gara ad agosto, sapete già dove”. Attila Rab dall’Ungheria è secondo con 66,82 metri mentre Matteo Masetti è terzo con 63,10 metri”.

 

400H DONNE – Nella sfida Italia –Gran Bretagna che ha caratterizzato tutto il Meeting nel giro di pista con ostacoli al femminile vince l’italianissima Valentina Cavalleri in 59”05 davanti alla campionessa europea junior del 2013 a Rieti Hayley Mclean che oggi ha chiuso in 59”49. Bronzo per Eleonora Marchiando con 1’02”15.

 

400H  UOMINI  – Non finisce il giro di pista l’uomo più atteso, Jack Green finalista olimpico e campione europeo under 23. Litiga con i passi e con un ostacolo intorno ai 200 metri, gara finita e vittoria che va invece al britannico Richard Yates con 50”89. Secondo posto per Tom Burton in 50”91 per la doppietta inglese mentre terzo è il tedesco Christian Heimann in 51”55. Quarto il primo italiano ed è Mario Lambrughi in 51”93.

20160501_154630

400 DONNE – E’ record del meeting per la canadese Carline Muir che piazza un 52”68 davanti alla lecchese Elena Maria Bonfanti in 53”57 e Maria Aurora Casagrande con 55”31.Il precedente record apparteneva all’irlandese Lee Mc Connel con 52”75. Così la prima volta di una canadese al meeting pavese entra nella storia e premia questa pista rifatta l’anno scorso e che sarà il medesimo manto che gli atleti troveranno tra pochi mesi alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

“Sono davvero contenta di questo risultato – ammette una felice Muir  – Non pensavo a questo punto della stagione di valere già questo tempo. Inoltre è arrivato in una giornata difficile, sotto la pioggia. E’ la mia seconda volta in Italia dopo i mondiali di Grosseto del 2004 e questo non può che essere l’inizio ufficiale verso le Olimpiadi di Rio dove farò sia i 400 che la staffetta 4x400metri. Ho tanta voglia di scendere sotto i 51”00.

400 UOMINI – E’ Giuseppe Leonardi con 47”12, medaglia d’argento con la 4×400 agli europei Junior nel 2015 a vincere e a fare il miglior tempo nelle tre serie disputate dei 400 metri piani. Leonardi, seppur di poco, migliora il primato personale di 47”15 fatto nel giugno 2015. Argento per l’inglese Efekemo Okoro con 47”35 e bronzo per il francese Nicolas Curbiere appena dietro in 47”39. E’ quarto l’altro italiano più atteso Eusebio Haliti che finisce in 47”50. E’ solo decimo e un po’ deludente la testa di serie di questa disciplina l’irlandese David Gillick che vanta un personale di 44”77 seppur fatto nel 2009. Oggi a Pavia ha corso in 48”05.

1500 DONNE – Bella e combattuta la gara da mezzofondo veloce del ‘Graziano Della Valle’. Si vince sui centesimi di secondo, a spuntarla Chiara Casolari in 4’26”18 davanti a Silvia Pento che termina in 4’26”54. Terza Ilaria Sabbatini con 4’27”64”.

1500 UOMINI – In una delle gare più attese del Meeting pavese non riesce la vittoria bis a Yassine Rachik davanti al suo pubblico, così come non gli riesce di battere il suo record del meeting di 3’40”70 fatto nella passata edizione. Termina in seconda posizione con 3’42”67 preceduto dal marocchino Brahim Taleb vincente in 3’41”88. Soufiane El Kabbouri è terzo in 3’43”99.  “Sono comunque soddisfatto  – fa sapere Yassine Rachik – Quest’anno punto ai 5000 metri per andare in Nazionale agli Europei di Amsterdam a Luglio. Questa era una gara che non volevo assolutamente mancare, vesto i colori dell’Atletica 100 Torri e i 1500 sono perfetti in ottica di preparazione”.

100m UOMINI – Non c’è storia nei 100 metri. E’ l’inglese Sean Safo Antwi a vincere con 10”33, medesimo tempo della batteria di poche ore prima. Lontana la concorrenza, forse anche un po’ deludente. E’ il campione europeo promesse in carica Giovanni Galbieri a chiudere al secondo posto in 10”61, terzo Marco Gianantoni con 10”62 mentre è sesto ed ultimo della finale Fabio Cerutti con 10”71.

100m DONNE – 12”16 è il tempo di Federica Giannotti per vincere la finale dei 100 metri davanti a Rebecca Campsall seconda in 12”19 e Arianna Lazzati in 12”25.

SALTO TRIPLO UOMINI – Pedana bagnata e di non facile gestione per i salti. Nel triplo uomini discreti i risultati conperò da registrare la prima vittoria in questo Meeting di un atleta del Mali. Mamadou Dia Cherif è il suo nome e ha saltato 15,63 metri al quarto tentativo. Secondo posto per Dominiq Rovetta Gasiwa con 15,28 e terzo dal Belgio è Leopold Kapata con 14,84.

SALTO IN LUNGO DONNE – Vittoria con 5,80 metri per l’inglese Amy Harrys con 5,80 metri.

3000M MARCIA – Come sempre grande interesse per la gara a inviti organizzata con l’ausilio di Pietro Pastorini. Tra le donne successo per Eleonora Donè in 13’55”10, mentre tra gli uomini trionfa l’azzurrino e portacolori dell’Atletica 100 Torri Stefano Chiesa che seppur si sia allenato sia in mattinata che nel pomeriggio fa i 3km in 12’31”39.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre