LA SPOCCHIA DELL’ULTRA TRAILER E’ SEMPRE PIU’ FORTE. VOLGARITA’ COMPRESE

di Cesare Monetti

Arriva la primavera, si torna a correre per sentieri e puntuale arriva, forte e altisonante quanto ormai marcia, la consueta spocchia condita all’eroismo più assoluto da parte degli ultra trailer.

Chiarisco un paio di cose subito: non ce l’ho con nessuno in particolare e sopravviverò lo stesso.

Però davvero quanto ho letto ieri imbattendomi in facebook in un paio di condivisioni di questo ARTICOLO AMATORI TRAIL CHIRIGNAGO dove viene riportato uno scritto, alquanto delirante a mio avviso, dell’ultra trailer Zach Adams (E’ famoso?) mi ha lasciato basito. Davvero non pensavo che in Italia ci fossero così tanti campioni ed eroi.

Il linguaggio volgare è solo un mezzo per arrivare alla base delle persone e colpire col più facile del populismo, la bassezza delle parole usate fa il resto di quanto malamente espresso, ma quel che fa più male è sentire approvare in facebook dai tanti che praticano il trail in Italia. Si, questo mi ha fatto rimanere davvero male. Davvero è eroe solo chi corre in montagna, di notte, per più dei canonici 42km? E’ così da insultare chi ama solo farsi la sua corsetta o maratona e magari, tanto per variare, andare a fare un trail ogni tanto e magari sbagliare qualcosa nell’abbigliamento tecnico o nell’approccio anche mentale? E’ questo il senso del tanto blasonato ‘spirito trail’ o sono solo parole gettate al vento dalla cima di una montagna?

Senza dubbio faccio parte di quei ‘fighetti’ tanto odiati nell’articolo in questione. Ma sono abituato e forse sto anche più a mio agio con gli ultimi e gli scarti, con chi arranca e fa fatica a fare tutto. Nella vita come nello sport. Amo il cronometro, amo il bitume e l’asfalto piatto forse più dei sentieri, ho comprato anche una bici da strada e non una mountain bike…eppure continuo a non sentirmi inferiore a nessuno.

Considero ugualmente eroe a chi fa 150km (camminando perchè diciamocelo…a parte i primissimi…nessuno corre) chi si allena per tre mesi con l’obiettivo di limare 1 minuto sul proprio primato sui 5 o 10km. Ma soprattutto credo che nessuno possa ritenersi nella posizione di sparare sentenze e possa insultare la massa. Ognuno per la sua strada per quanto mi riguarda, ma con il rispetto di tutti. Buone corse.

2 Commenti

  1. Matteo 27/04/2016

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre