UN MESE ALLA 1° GIGLIO TRAIL PARADISE RUN

giglio-paradise_runDomenica 15 maggio il Giglio Paradise Trail porterà sull’isola toscana centinaia di atleti ed appassionati della natura che si sfideranno in due percorsi di 26,4 e 11,2 chilometri. L’evento di trail running sarà, inoltre, un’ottima occasione per conoscere un territorio unico ed incontaminato, caratterizzato da una natura rigogliosa e da un mare ricco di attrattive.

Saranno due i percorsi che domenica 15 maggioattraverseranno l’Isola del Giglio in occasione della prima edizione del Giglio Paradise Run & Trail, nuovo evento di trail running coordinato da 1063AD, società organizzatrice della Maratona e Mezza Maratona Internazionale di Pisa, nonché del progetto Paradise Run, inaugurato lo scorso 25 ottobre con la Castelfalfi Paradise Run & Golf. Tra i maggiori promotori del progetto, il Comune e la Pro Loco dell’Isola del Giglio, ed il CONI regionale toscano, patrocinatore dell’evento.

Oltre al percorso lungo da 26,4k con dislivello positivo di 1.350 metri, il Giglio Paradise Run & Trail, sostenuto da Mizuno, azienda giapponese leader nella produzione di attrezzature sportive, e Nencini Sport, negozio online specializzato in abbigliamento sportivo, proporrà anche un percorso corto sia competitivo che ludico motorio di 11,2k con dislivello positivo di 550 metri. Entrambe le distanze consentiranno agli atleti, ed agli amanti della natura, di immergersi in una delle più belle isole del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Per iscriverti alle gare del Giglio Paradise Run & Trail, clicca QUI.

PALESTRA A CIELO APERTO. Grazie ai suoi 100 chilometri di sentieri, mulattiere e strade sterrate, l’Isola del Giglio è un vero e proprio paradiso naturalistico adatto a tutti gli appassionati della natura e dello sport all’aria aperta: oltre ai numerosi sentieri più o meno impegnativi che si addentrano in un territorio per lo più montuoso, selvaggio ed incontaminato, ed ai sentieri geomineralogici, i primi ed unici nel loro genere in Italia, sull’isola è possibile dedicarsi a molte altre attività come la pesca sportiva, il diving e lo snorkeling.

700 PIANTE – Giglio è un vero paradiso naturale con oltre settecento specie di pianteche crescono sull’Isola, tra cui abbondano lecci, aceri, cerri, pini marittimi, mirti, cardi e piante aromatiche, al Giglio è possibile assistere alla fioritura di ben venticinque differenti specie di orchidee selvatiche: costituita da un versante Ovest contraddistinto da una natura selvaggia, da una vegetazione perennemente spazzata dai venti, da pini marittimi e vigneti coltivati su terrazzamenti e da un versante Est caratterizzato invece da boschi di querce e castagni, olivi, orchidee selvatiche e piante grasse, l’Isola, nella quale è possibile imbattersi in conigli selvatici, molossi del Testone e mufloni, è divisa da una lama di granito che l’attraversa da Nord a Sud. Ed è proprio nel mese di maggio, in primavera, che l’Isola si mostra in tutto il suo… paradisiaco splendore, fatto di colori, profumi e panorami mozzafiato!

Giglio-escursioni

STORIA E CULTURA. Nonostante le dimensioni ridotte, l’Isola del Giglio nasconde, tra i suoi pendii ricoperti di vegetazione, reperti archeologici ed edifici di grande pregio storico e culturale, come la Villa del Saraceno, a Giglio Porto, di cui rimangono resti in muratura ed una vasca utilizzata per la pescicoltura, la Torre del Lazzaretto, fatta edificare da Cosimo I de’ Medici nella seconda metà del Cinquecento, il relitto di una nave oneraria romana contenente reperti del III secolo d.C., Villa Giannutri, un grande complesso residenziale posto nel cuore dell’isola, il Faro delle Vaccarecce, eretto nel 1789, ed il bel borgo medievale di Giglio Castello, in cui è possibile scorgere numerose tracce della sua storia, compreso un Crocifisso in avorio realizzato dal Gianbologna e conservato nella chiesa di San Pietro.

ENOGASTRONOMIA. Grazie al clima che la contraddistingue, l’Isola del Giglio è conosciuta per l’Ansonaco, vino bianco secco isolano dalla forte gradazione alcolica, particolarmente indicato per accompagnare piatti di pesce, crostacei e molluschi. Accanto al vino non possono essere dimenticate le confetture e le marmellate, prodotte con frutta raccolta esclusivamente nel territorio dell’Isola, ed il miele, vincitore nel 2008 del Premio Internazionale Biolmiel.

RICETTIVITÀ E SERVIZI. Nonostante le dimensioni piuttosto contenute, l’Isola del Giglio offre numerose possibilità ricettive, alberghiere e commerciali come camere, hotel, alberghi, appartamenti e campeggi, ma anche bar, pizzerie, ristoranti e noleggio mezzi ed imbarcazioni.

Tutte le strutture ricettive dell’isola offriranno stanze a 40,00 euro a notte, 35,00 euro per i soggiorni superiori ad una singola notte, mentre per gli iscritti alla gara il traghetto costerà 16,00 euro a testa, anziché 24,00 e per le macchine si potrà usufruire di uno sconto del 20% sulla normale tariffa.

Per conoscere tutte le strutture convenzionate, clicca QUI.

ISCRIZIONI – Sarà possibile iscriversi ad entrambe le gare fino a giovedì 12 maggio al costo di euro 35,00 per il percorso lungo e di euro 25,00 per il trail breve. E’ possibile iscriversi a questo link.

locandina_giglio_trail

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre