CINQUANTA CHILOMETRI, PESSINA RE D’ITALIA

volantino_100km_seregno_2016-604x270L’atleta bresciano nuovo campione italiano. Tra le donne titolo tricolore a Paola Di Tillo. Nella cento chilometri vittoria per Hermann Achmuller e Antjie Krause

Due sorprese nella cinquanta chilometri. Domenica 10 aprile, in occasione dell’ottava edizione de «La Cento Chilometri di Seregno – Trofeo Italsilva», il titolo italiano è andato a Simone Pessina e Paola Di Tillo.

Simone Pessina è arrivato secondo, dietro lo spagnolo Asier Ettcheto Cuevas, ed è così diventato il nuovo campione italiano di cinquanta chilometri su strada. L’atleta bresciano, 31 anni, con un personale di 2 ore e 27 in maratona, alla sua prima cinquanta chilometri, ha tagliato il traguardo con il tempo di 2 ore e 59, un minuto e mezzo dopo lo spagnolo Cuevas. Lo spagnolo, il più forte ultramaratoneta al mondo, ha chiuso in 02.57.35. Resiste, invece, il record italiano di Stefano Sartori che, diciannove anni fa, nell’ottobre del 1997 a Terno d’Isola fermò il cronometro a 2.52.16.

Terzo Alberico Di Cecco, che sulle strade della Brianza nel 2012 ottenne un terzo posto al Mondiale e nel 2014 vinse il titolo italiano. Il nazionale di ultramaratona ha chiuso con il tempo di 03.05.33. Quarto e, quindi, terzo nel campionato italiano Marco Mengardi. Il bergamasco, atleta di trial, alla sua prima gara su strada ha chiuso in 3.17.43.

Tra le donne la sorpresa è stata Paola Di Tillo che ha chiuso con il tempo di 3.48.47. Trentanove anni, l’atleta di Campobasso era alla sua prima esperienza sulla cinquanta chilometri.

Sul secondo gradino del podio la favorita della vigilia, Noemy Gizzi, che sulle strade della Brianza nel 2011 vinse una cinquanta chilometri e l’anno scorso una sessanta. L’atleta di casa ha chiuso con il tempo di 3.54.49, un minuto prima di Lorena Brusamento, 43 anni, bolognese (3.55.47).

Senza storia la cento chilometri. Sulla distanza doppia, la cento chilometri, la vittoria è andata il nazionale Hermann Achmuller, in testa dall’inizio. L’altoatesino, primo l’anno scorso nella sessanta chilometri, ha vinto con il tempo di 6.57.04, dici minuti in più dello spagnolo Esparza Olano Ibon, vincitore della scorsa edizione.

Il trentino Silvano Beatrici, terzo l’anno scorso, anche lui nazionale, è arrivato secondo a diciotto minuti da Achmuller (7.15.39). Terzo l’abruzzese Vito Sardella che ha chiuso con il tempo di 7.27.

Tra le donne «bis» della tedesca Antjie Krause che, dopo la vittoria dell’anno scorso, quest’anno ha tagliato il traguardo per prima con il tempo di 9.09.45. A quasi mezz’ora la seconda, la bergamasca Chiara Milanesi (9.27.59), mentre Ilaria Fossati, terza nel 2013, ha chiuso al terzo posto con 9.51.44.

Pur condizionata dal grande caldo, la cento è stata un buon test in vista del mondiale 2016 che si svolgerà il primo fine settimana di dicembre a Alicante o Doha. La decisione ad aprile.

Nella «Maxi Sport Half Marathon», una mezza maratona di 21 chilometri, poco più di un giro, ha vinto il super favorito, il marocchino Ahmed Nasef. Nasef, con un personale di 2.14.50, ha vinto con il tempo di 1.10.49. Secondo Pietro Sonzogni (1.13.27) e terzo Stefano Pini (1.14.32).

Tra le donne doppietta bergamasca con Nives Carobbio (1.25.07) e Sonia Opi (1.27.05). Sul gradino più basso del podio la seregnese Francesca Leo, 23 anni, che ha fatto segnare il suo primato personale sulla mezza con 1.29.43.

Al via delle tre gare competitive de «La Cento Chilometri di Seregno – Trofeo Italsilva» 1.158 runners (120 alla cento, 295 alla cinquanta e 743 alla mezza). Attraversando cinque Comuni, Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza, e il Parco «2 Giugno» alla Porada, gli ultramaratoneti hanno corso sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20 chilometri da percorrere cinque volte per gli atleti della cento, due giri da venti e uno da dieci chilometri per quelli della cinquanta e poco più di un giro da dieci per quelli della mezza. Disseminati sul percorso anche cinque punti ristoro (uno ogni cinque chilometri), mentre i volontari impegnati a controllare il percorso nella giornata di gara saranno, circa 600.

Successo anche per partirà la «Straseregno», giunta alla sesta edizione, una gara non agonistica di 6 e 12 chilometri aperta a tutti attraverso i parchi della città, in collaborazione con i Marciacaratesi ASD. Oltre 2.500 le presenze, tra bambini e famiglie.

La «Cento Chilometri di Seregno – Trofeo Italsilva», organizzata dal Comune di Seregno in collaborazione con i Runners Desio, ha il patrocinio della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), della IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), della Regione Lombardia e della Provincia di Monza e Brianza.

L’appuntamento è per l’anno prossimo: Seregno sarà candidata ad ospitare il campionato del mondo di cento chilometri.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre