NADIA EJJAFINI: “RIPARTO DA ODERZO E PUNTO A RIO”

Ejjafini_Nadia[1]L’azzurra, dopo essere diventata mamma per la seconda volta nel 2015, è pronta a riproporsi ad alto livello: “Voglio la terza Olimpiade, la gara del 1° maggio sarà un test importante sulla strada dei 10.000 metri”       

Due sogni a cinque cerchi li ha già realizzati: era al via della maratona olimpica di Atene, con la maglia del Bahrein, e ha corso 5 e 10 mila metri con la divisa azzurra a Londra.

Il terzo, è dietro l’angolo. Concretizzarlo non sarà facile, ma Nadia Ejjafini – la donna dalle tre nazionalità (nata in Marocco, adottata dal Bahrein, infine divenuta cittadina italiana per matrimonio) – ci proverà con tutte le sue forze.

Lo scorso agosto, è diventata mamma per la seconda volta (a Sarah si è aggiunta Sofia). E ora Nadia sta percorrendo i gradini di una ripresa che, a 38 anni, potrebbe non essere così semplice. La sua sfida è stata raccolta dagli organizzatori della corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica”.

Dopo l’annuncio della presenza, in veste di ospite d’onore, dell’ex fuoriclasse romena Gabriela Szabo, il nome della Ejjafini è il primo ad essere ufficializzato per il cast della gara femminile del 1° maggio.

Ero ripartita con l’obiettivo della maratona – spiega Nadia – ma il mio fisico non era ancora pronto: ho avuto problemi ai tendini e perso due mesi d’allenamento. Adesso va meglio: la maratona l’ho messa da parte, anche se a malincuore, e punto sui 10.000 metri. E’ vero: sono incappata in una giornata no alla Stramilano, dove mi sono ritirata quasi subito. Ma ora va meglio, i progressi sono quotidiani. A Oderzo non ho mai corso: so che la qualità della gara è altissima. Riparto da qui: sarà un bel test in vista del debutto stagionale in pista”.

Classe 1977, nata a Rabat, residente a Biella, Nadia Ejjafini è diventata italiana nel 2009. Nella maratona, dove ha un primato di 2h26’15”, stabilito a Francoforte nel 2011, ha contribuito alla vittoria dell’Italia nella Coppa Europa del 2014. E’ primatista nazionale di mezza maratona (1h08’27” a Cremona nel 2011) e ha un primato di 15’16”54 nei 5000 e 31’45”14 nei 10.000.

Proprio dalla distanza più lunga della pista riparte il suo sogno olimpico: “Il minimo per Rio è 32’15”. Parteciperò ai campionati italiani di Castelporziano, il 14 maggio. Poi punterò alla Coppa Europa di specialità di Mersin, del 5 giugno. Non ho molte alternative, i tempi per ottenere la qualificazione sono strettissimi. Ma io ci speroHo voglia di correre: la gara di Oderzo mi aiuterà a ritrovare brillantezza”.

Il 1° maggio, in Piazza Grande, sui 5.470 metri della gara femminile, sarà lotta per la conquista del trono che, anche nel 2015, per la settima volta, è stato occupato da Silvia Weissteiner. La prima candidatura c’è già.

ORARI – Ecco il programma della 21^ Corsa Internazionale “Oderzo Città Archeologica”, in programma domenica 1° maggio. Ore 9.30 – Gladiatorum Race (11.097 m). 14.45 – Inizio gare giovanili, valide per il Grand Prix Giovani. 16.00 – Gara diversamente abili, valida per il 20° Trofeo Mobilificio Vittoria (9.800 m). 17.15 – Gara internazionale femminile (5.470 m). 18.00 – Gara internazionale maschile (9.800 m).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni