NADIA EJJAFINI: “RIPARTO DA ODERZO E PUNTO A RIO”

Ejjafini_Nadia[1]L’azzurra, dopo essere diventata mamma per la seconda volta nel 2015, è pronta a riproporsi ad alto livello: “Voglio la terza Olimpiade, la gara del 1° maggio sarà un test importante sulla strada dei 10.000 metri”       

Due sogni a cinque cerchi li ha già realizzati: era al via della maratona olimpica di Atene, con la maglia del Bahrein, e ha corso 5 e 10 mila metri con la divisa azzurra a Londra.

Il terzo, è dietro l’angolo. Concretizzarlo non sarà facile, ma Nadia Ejjafini – la donna dalle tre nazionalità (nata in Marocco, adottata dal Bahrein, infine divenuta cittadina italiana per matrimonio) – ci proverà con tutte le sue forze.

Lo scorso agosto, è diventata mamma per la seconda volta (a Sarah si è aggiunta Sofia). E ora Nadia sta percorrendo i gradini di una ripresa che, a 38 anni, potrebbe non essere così semplice. La sua sfida è stata raccolta dagli organizzatori della corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica”.

Dopo l’annuncio della presenza, in veste di ospite d’onore, dell’ex fuoriclasse romena Gabriela Szabo, il nome della Ejjafini è il primo ad essere ufficializzato per il cast della gara femminile del 1° maggio.

Ero ripartita con l’obiettivo della maratona – spiega Nadia – ma il mio fisico non era ancora pronto: ho avuto problemi ai tendini e perso due mesi d’allenamento. Adesso va meglio: la maratona l’ho messa da parte, anche se a malincuore, e punto sui 10.000 metri. E’ vero: sono incappata in una giornata no alla Stramilano, dove mi sono ritirata quasi subito. Ma ora va meglio, i progressi sono quotidiani. A Oderzo non ho mai corso: so che la qualità della gara è altissima. Riparto da qui: sarà un bel test in vista del debutto stagionale in pista”.

Classe 1977, nata a Rabat, residente a Biella, Nadia Ejjafini è diventata italiana nel 2009. Nella maratona, dove ha un primato di 2h26’15”, stabilito a Francoforte nel 2011, ha contribuito alla vittoria dell’Italia nella Coppa Europa del 2014. E’ primatista nazionale di mezza maratona (1h08’27” a Cremona nel 2011) e ha un primato di 15’16”54 nei 5000 e 31’45”14 nei 10.000.

Proprio dalla distanza più lunga della pista riparte il suo sogno olimpico: “Il minimo per Rio è 32’15”. Parteciperò ai campionati italiani di Castelporziano, il 14 maggio. Poi punterò alla Coppa Europa di specialità di Mersin, del 5 giugno. Non ho molte alternative, i tempi per ottenere la qualificazione sono strettissimi. Ma io ci speroHo voglia di correre: la gara di Oderzo mi aiuterà a ritrovare brillantezza”.

Il 1° maggio, in Piazza Grande, sui 5.470 metri della gara femminile, sarà lotta per la conquista del trono che, anche nel 2015, per la settima volta, è stato occupato da Silvia Weissteiner. La prima candidatura c’è già.

ORARI – Ecco il programma della 21^ Corsa Internazionale “Oderzo Città Archeologica”, in programma domenica 1° maggio. Ore 9.30 – Gladiatorum Race (11.097 m). 14.45 – Inizio gare giovanili, valide per il Grand Prix Giovani. 16.00 – Gara diversamente abili, valida per il 20° Trofeo Mobilificio Vittoria (9.800 m). 17.15 – Gara internazionale femminile (5.470 m). 18.00 – Gara internazionale maschile (9.800 m).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre