MONDIALI DI MEZZA MARATONA: DUELLO KAMWOROR-FARAH…E GLI AZZURRI?

Sabato pomeriggio a Cardiff, nel sud del Galles, andranno in scena i campionati del mondo di Mezza Maratona anch’essi a scadenza biennale come la corsa campestre. A Copenaghen nel 2014, la vittoria era andata a Geoffrey Kamworor e Gladys Cherono per un dominio senza precedenti keniano.

A Cardiff sarà vera battaglia reale per il titolo individuale maschile dove il campione uscente dovrà vedersela contro Mo Farah che cercherà un oro di prestigio ancora una volta sulle strade di casa.

Kamworor e Farah hanno spaziato nel 2015 su pista e strada mietendo incredibili successi ed entrambi si sono allenati al meglio finalizzando la preparazione proprio per l’avvenimento gallese.

Correranno sotto i 60minuti? A nostro avviso pensiamo che la vittoria si debba proprio stabilire su ritmi folli e la curiosità tattica starà nel capire se l’armata keniana farà gioco di squadra già all’ inizio tenendo ritmo altissimo per sfiancare Farah, oppure adotterà una tattica attendista per oltre metà gara rischiando di portare in carrozza alla volata finale il fortissimo britannico.

Difficile parlare di outsiders in duello che giudichiamo predestinato: tante sono le eccellenze nello squadrone keniano a cominciare da Bedan Karoki (in preparazione per la London Marathon) a Simon Cheprot. Non va infine scordata la compattezza del team etiope che con il bronzo uscente di Guye Adola e quel Tamirat Tola che tanto bene ha fatto quest’ inverno saranno sicuramente protagonisti di primo livello.

Mancano le big nel femminile ma non per questo la gara risulta meno avvincente. Il lotto di atlete keniane al via risulta tanto impressionante quanto i colleghi maschi con Gladys Chesire,Cynthia Limo e Mary Wacera su tutte: hanno già corso la distanza in meno di 67 minuti negli ultimi due anni.

Netsanet Gudeta e Genet Yalew per l’Etiopia saranno le loro valide antagoniste per una competizione da non perdere anche al femminile.

E gli azzurri? Il solo Stefano La Rosa sarà al via a titolo individuale nella prova maschile. Per il grossetano dei Carabinieri sarà un passo fondamentale sul cammino per le Olimpiadi di Rio, cammino che lo ha visto protagonista alla mezza maratona di Verona a intervallare lunghi periodi di allenamento tra il Kenya e la natia Grosseto. Non ci sarà maratona primaverile per La Rosa che proseguirà la preparazione per Rio sempre seguito dal coach Claudio Pannozzo.

Squadra invece al completo in campo femminile dove la capitana sarà Anna Incerti, anche lei già preselezionata per le Olimpiadi. Reduce da un lungo ritiro in Sudafrica, la siciliana cercherà sul percorso gallese alcune risposte importanti allungando la distanza dopo una esibizione a febbraio a Roma alla Xmilia.

Rosalba Console, tornata alle competizioni imperiosamente dopo la seconda gravidanza, parte galvanizzata dal titolo italiano di specialità conquistato a Fucecchio meno di un mese fa. Laila Soufyane continuerà la sua crescita come maratoneta anche a Cardiff col pensiero rivolto alla distanza doppia. Silvia La Barbera, dopo il brillantissimo inverno nei cross prova ad allungare la distanza galvanizzata anche dalla nuova guida tecnica. Un debutto importante quello della sicilana della Forestale che incuriosisce. Outisder di lusso per la squadra italiana sarà Veronica Inglese che a Cardiff dovrebbe fare una gara dagli alti contenuti tecnici, avendo finalizzato tutta la stagione fredda per questo appuntamento iridato.

Grande corsa su strada nei giorni di Pasqua a segnare quello spartire tra una incredibile stagione di maratone che sta accendendo i motori e da Aprile ci assalirà prepotentemente.

Diretta su Rai Sport 2 sabato 26 marzo dalle 14.30.

 

Alberto Stretti

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Federica Dal Rì conquista il tricolore e l’Agsm Veronamarathon
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli