KATIA FIGINI CONQUISTA IL VIETNAM

Nell’Ultra Asia Race 160k l’ultramaratoneta piemontese ottiene la prima posizione assoluta, lasciandosi dietro anche gli atleti maschi: grande soddisfazione per una delle ultra atlete più forti non solo d’Italia, già Campionessa Italiana 50k nel 2015.

L’Ultra Asia Race 160k del Vietnam parla italiano: merito di Katia Figini, una delle più forti atlete nostrane che, dopo aver conquistato il titolo di Campionessa Italiana di Ultramaratona 50k nel 2015 a Salsomaggiore Terme, nell’impegnativa prova asiatica ha sbaragliato la concorrenza, anche quella degli atleti maschi, classificandosi prima assoluta.

Personal trainer, istruttrice di Pilates, top trailer con un passato professionistico nel karate, Katia era balzata alle cronache già nel 2010 e 2011 quando, correndo il Run For Women a favore delle donne, in undici mesi aveva attraversato cinque deserti, uno per continente: da quel momento è iniziata una vera e propria escalation che ha visto la campionessa piemontese classe ’75 classificarsi seconda assoluta nella 100km NoStop del deserto del Sahara Tunisino nel 2012 o nella Deserto Salar de Uyuni 170k in Bolivia nel 2014.

E così, dopo un 2015 dedicato alle distanze brevi e all’asfalto che, oltre al Campionato Italiano di Ultramaratona, l’ha vista conquistare il Campionato Provinciale dei 10.000 in Pista ed ottenere il proprio personal best, e la seconda posizione, alla Maratona d’Italia di Carpi, la Regina dei Deserti è tornata alle sue distanze ed ai suoi terreni: “Finita l’Asia Race. Prima assoluta! Non mi era mai successo di arrivare prima di tutti – ha dichiarato un’euforica Katia appena terminata la gara –. Dopo 160 chilometri di corsa in mezzo a villaggi vietnamiti sperduti, ora un po’ di relax! È stata una gara stupenda, corsa in posti fantastici!”

Matteo Trombacco

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni